Serie B. Rimini, due punti contro il CUS Torino per rilanciare la classifica

Serie B. Rimini, due punti contro il CUS Torino per rilanciare la classifica

Commenta per primo!

Domani alle 18 al Flaminio Rimini si gioca una bella fetta di reputazione, chiudendo una settimana difficile con molti malumori da parte del pubblico, allenatore molto criticato ed alcuni giocatori ancora di più. Ritorno insidioso sul parquet di fronte ad una matricola del campionato che non ha mai vinto una partita sul campo. Come non bastasse i biancorossi arrivano a questo appuntamento inedito un po’ acciaccati, con Foiera che appare destinato ad un turno di riposo e Perez che non si è allenato per parte della settimana ma che sarà regolarmente in campo.

Avversario di turno il CUS TORINO basket, formazione giovanissima piemontese guidata dal “veterano” Claudio MAINO, playmaker classe 1991, punta di diamante della squadra che produce ben 18 punti a partita da solo mentre il resto del roster è composto da: 2 giovani del 1995, 4 del 1996, 2 del 1997 e 4 del 1998, in gran parte provenienti dalle sue giovanili o da formazioni di categoria inferiore.

Escludendo la vittoria “a tavolino” ottenuta a Trecate, attuale cenerentola del campionato, l’Auxilium non ha mai assaporato la vittoria, con un massimo di 69 punti a Piombino ed un minimo di 47 a Faenza, subendo scarti pesanti ad esclusione della trasferta di Sant’Arcangelo dalla quale sono usciti con un onorevole -9. Fin’ora hanno schierato 15 atleti di cui solo 6 hanno visto il campo per almeno 7 volte.

La loro statistica dice che DELLO IACOVO è il secondo in doppia cifra con 11,1 e CHIOTTI (omonimo) il terzo miglior realizzatore con 9 di media, tutti gli altri stanno ampiamente sotto con bottini modesti al disotto dei 5 punti.

Dalle cifre di squadra si ricava che nelle otto gare disputate CUS Torino ha ottenuto 51 punti di media, tirando col 41% da 2 punti e con il 29% da 3. Realizza il 71% ai liberi catturando 22,8 rimbalzi strappandone 6,5 in attacco. Il saldo perse/recuperate è di 13,1/7,3 con 8,1 assist serviti.

Sponda Crabs si registrano 74,1 punti di media, tirando col 54% da 2 punti e con il 34% da 3. Realizziamo il 67% ai liberi catturando 35,6 rimbalzi di cui 8 in attacco mentre il saldo perse/recuperate è di 15,6/5,6 con 12,8 assist serviti. Pur avendo deluso il pubblico la scorsa settimana portiamo Foiera, Romano, Tassinari e Perez in doppia cifra con Panzini e Chiera lì vicino rispettivamente a 9,8 e 9,4.

Tra le buone notizie c’è da registrare il peso specifico di Lorenzo Panzini sempre di più condottiero dei nostri, non solo per i 26 punti di domenica ma per la capacità di condurre il gruppo come è accaduto anche in amichevole infrasettimanale contro Senigallia: quando ha dato l’accelerazione giusta ha chiuso la partita. Pur sottolineando la solidità dei più “vecchi” per quanto riguarda il resto c’è da lavorare parecchio, gli errori commessi sono lì ben evidenti ed i margini di recupero comunque ampi, la rotazione di squadra riguarda 6 giocatori e mezzo, un po’ poco per avere ambizioni e siccome ve ne sono sarà meglio cominciare a correre.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy