Serie B, Roma Gas&Power verso Scauri: parola all’ex Staffieri

Serie B, Roma Gas&Power verso Scauri: parola all’ex Staffieri

Commenta per primo!

facebook.comeurobasketroma (Giulio Ciamillo PH)
Archiviata con la giusta dose d’entusiasmo e fiducia la trasferta di Empoli, la Roma Gas & Power si e’ rituffata, piu’ affamata che mai, nella classica preparazione settimanale in vista del match casalingo di sabato contro Scauri. Sara’ la prima sfida casalinga che la squadra biancoblu’ affronta da capolista solitaria, ma la concentrazione e’ pari a quella di un team che ancora deve conquistarsi tutto. La trasferta in terra toscana, pero’, ha certificato un importante passo in avanti in termini di maturita’ per Staffieri e compagni, al comando delle operazioni per tutti e quaranta i minuti salvo la fine del primo quarto, e in grado di allungare con autorita’ nell’ultima frazione: “Siamo sempre stati sopra ed in controllo della gara pur senza mai riuscire a scappare definitivamente – spiega proprio l’ala classe ’92- ripartendo ancora una volta dal nostro marchio di fabbrica, che e’ la difesa“.

Nonostante le assenze e gli acciacchi (Tomasello out, Dip non al meglio) che hanno di fatto dimezzato il reparto lunghi a disposizione di Bonora, il resto della squadra ha finito per esaltarsi di fronte alle apparenti difficolta’, con un’applicazione difensiva corale che anche ad occhio nudo e’ sembrata essere ancora una volta il punto di forza della capolista: ” Abbiamo vinto su un campo non facile per nessuno e tenuto un altro avversario sotto i sessanta punti – prosegue Staffieri – sapendo che se avessimo tenuto botta nella nostra meta’ campo, presto avremmo trovato fiducia anche in attacco. Pur dovendo giocare anche in piu’ ruoli per sopperire alle assenze, ci siamo caricati a vicenda con un’ottima difesa di squadra e soprattutto 3-4 rotazioni difensive del terzo quarto sono la dimostrazione di come siamo riusciti ad esaltarci l’un l’altro aiutandoci insieme“.

Tempo per rifiatare ed allentare la tensione, tuttavia, non ce n’e’, perche’ al PalAvenali arriva una squadra che, seppur in difficolta’ di rendimento e il cambio di allenatore, resta tra le migliori del campionato. “Scauri viene da cinque sconfitte di fila ma proprio per questo dovremo essere ancora piu’ attenti e concentrati, sapendo che per loro come un po’ per tutte le altre squadre, d’ora in poi due punti varranno doppio”. Anche se l’analisi del numero sedici della Roma Gas & Power si amplia e non nasconde le ambizioni di inizio stagione. “Non siamo solo la capolista, ma sappiamo che di essere anche tra le migliori del girone“.

Una consapevolezza che se da un lato fa nascere spontaneo il confronto con la spensieratezza dello scorso anno, dall’altro aumenta ulteriormente gli stimoli di un gruppo che vuole fare il definitivo salto di qualita’: “La differenza sostanziale e’ che l’anno scorso guardavamo una partita alla volta e avevamo meno pressione perche’ non c’erano troppe aspettative, rispetto ad ora, invece, dove tutti ci indicano come squadra di livello e soprattutto noi stessi vogliamo vincere il campionato“.

Quella Serie B nella quale lo scorso anno Staffieri e i suoi compagni si sono spinti fino alla finale contro Rieti, ma che per Valerio era iniziata proprio con la maglia del prossimo avversario, Scauri: “E’ stato il mio primo anno di Serie B, un’occasione di grande miglioramento a livello tecnico, ma anche di esperienza umana che mi e’ rimasta nella testa e nel cuore, perche’ devo molto alla gente di Scauri e a chi chi lavora attorno alla societa’, a cui sono rimasto legato e che e’ stata per me una seconda famiglia nella prima volta lontano da casa. La societa’, poi, e’ di grande tradizione e sospinta da un pubblico fantastico e sono contento di ritrovarli in B (dopo essere ripartiti dalla C regionale, ndr) laddove li avevo lasciati“.

facebook.comeurobasketroma

Adesso, pero’, l’attenzione e’ tutta ovviamente proiettata su casa Eurobasket, un ambiente che “Staffo” , laureando in scienze motorie, vive non solo in campo, ma con pieno coinvolgimento anche nei progetti che la societa’ sta esportando anche lontano dal parquet. Uno di questi, “Libriamoci”, l’ha portato con il direttore operativo Giacomo Esposito in una scuola elementare di Primavalle, per sensibilizzare i piu’ giovani sull’importanza dello sport, ma anche della lettura e della cultura in generale: “Trascorrere una mattinata in una scuola con bimbi ancora piccoli ma gia’ con cosi’ tanta voglia di apprendere ed imparare e’ stata un’esperienza che mi ha lasciato senza parole – conferma Staffieri – e che voglio sicuramente ripetere in futuro. Credo che la passione per lo studio e lo sport debba nascere tra i banchi di scuola senza che l’una escluda l’altra e sono contento che l’Eurobasket sia molto attenta anche a quello che succede fuori“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy