Serie B. San Severo forza dieci, anche Falconara è KO

Serie B. San Severo forza dieci, anche Falconara è KO

CESTISTICA SAN SEVERO – SANDRETTO FALCONARA 66-65

Dinanzi al pubblico delle grandi occasioni, la Cestistica San Severo batte la diretta concorrente Falconara blindando la seconda piazza in classifica. Il successo sanseverese giunge col brivido e viene conquistato solo nelle ultime battute di gioco per 66-65.

Il primo quarto si sblocca dopo un abbondante minuto di gioco, quando sullo scadere Mastroianni realizza da tre per gli ospiti, Dimarco tenta di tenere in gara i suoi che soffrono le giocate di Maganza. Il play giallonero trova finalmente la risposta dei suoi che annientano il leggero divario marchigiano al 9’, quando Quarisa firma il 16-16 e coach Reggiani chiama sospensione quando Ricci deve andare in lunetta per due liberi. Di qua l’Allianz è attenta e chiude la prima frazione in vantaggio per 18-16.

Un contropiede di Ricci ed una tripla di Scarponi battezzano l’avvio del secondo quarto, Falconara incappa in errori di leggerezza e San Severo, spinta dalla forza dei 4000 del “Falcone e Borsellino”, esplode, dilaga e domina grazie alla schiacciata di Quarisa ed ai guizzi di Ricci che consentono ai gialloneri di condurre al 14’ per 26-18. I bianconeri non ne azzeccano una in attacco e Dimarco assieme a Ricci obbligano Reggiani a strigliare i suoi sul 31-18 del 16’. Nulla cambia fino al suono della seconda sirena, quando la Cestistica va negli spogliatoi avanti per 34-25.

Al rientro in campo Ruini e l’ex Micevic rispondono alle realizzazioni di Quarisa, la gara vede gli ospiti tentare di accorciare le distanze, gli uomini in canotta nera li tengono però a debita distanza amministrando il vantaggio in maniera ragionevole nonostante qualche errore. Coach Coen si sbraccia pretendendo la perfezione dai suoi che al 30’ chiudono conducendo per 45-34.

Ultima decade di minuti dall’inizio scoppiettante per San Severo, capitan Scarponi insacca da tre senza sosta, lo emula Ciribeni ed al 33’ i neri con una pioggia di bombe si ritrovano sul +14 (56-42). Ruini tenta di dare una scossa ai marchigiani, a coadiuvarlo sono un paio di fischi dubbi, così Micevic la riapre definitivamente al 36’ con il tiro del 57-53 che fa infuriare Coen, il quale chiama sospensione immediatamente. Marmugi così inaspettatamente tira fuori dal cilindro una tripla che dona ossigeno ai padroni di casa, costretti però a fare i conti con la furba esperienza di Tessitore. I nervi più saldi sono quelli della Cestistica, che nell’ultimo minuto di gioco affida la sfera al metronomo Dimarco ma Maganza, schiacciando, realizza il 64-60 che fa sospendere la gara per via del timeout richiesto da coach Coen a soli 24” dal termine. Si gioca punto a punto, palla dopo palla, alla fine però la spunta l’Allianz nonostante la tripla allo scadere dell’ex Di Viccaro, 66-65 e San Severo conquista la “decima”.

Sudore, caparbietà e nessuna paura nelle difficoltà hanno concesso ai neri di conquistare il decimo successo consecutivo, per poco non si è rischiato il peggio, ma l’importante è aver messo in cascina due punti di fondamentale importanza.

Fotogallery a cura di Antonio Giammetta

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy