Serie B. San Severo sogna e sale in vetta, sbancata Montegranaro

Serie B. San Severo sogna e sale in vetta, sbancata Montegranaro

La 19a giornata di Serie B decreta un’unica capolista, si tratta della Cestistica Città di San Severo che ingrana la 15 a vittoria consecutiva che vale il primato solitario, maturato dopo una gara vignetta in rimonta sul difficilissimo campo marchigiano.

DINO BIGIONI SHOES MONTEGRANARO – CESTISTICA CITTA’ DI SAN SEVERO 74-77

La 19a giornata di Serie B decreta un’unica capolista, si tratta della Cestistica Città di San Severo che ingrana la 15 a vittoria consecutiva che vale il primato solitario, maturato dopo una gara vignetta in rimonta sul difficilissimo campo marchigiano. Il primo quarto prende il via con una Allianz imprecisa al tiro, la Dino Bigioni Shoes è più concreta e cinica con Broglia e Rossi, così coach Coen è costretto a chiamare timeout sull’11-3 al 4’. Broglia continua a creare scompiglio nella difesa sanseverese, Di Trani ci mette del suo dall‘arco e la Poderosa si trova a condurre per 18-7 al 6’. Dimarco tenta di dare uno scossone ai pugliesi, ma al 10’ Montegranaro è avanti 26-18. Seconda frazione di gioco in cui San Severo sembra più lucida, il collettivo foggiano rosicchia il vantaggio casalingo grazie alle intuizioni del metronomo Dimarco, dall’altro lato ci pensa Trionfo a tenere avanti la Poderosa. La gara si riapre quando la Cestistica trova il canestro del 30-28 generato da una tripla di Marmugi al 15’. Broglia e Trionfo risalgono in cattedra e Montegranaro è di nuovo avanti per 37-30 al 17’. Gli ospiti si scatenano da 3 punti ed al riposo lungo fanno in modo di arrivarci in svantaggio per 46-41. Al rientro dagli spogliatoi la gara è equilibratissima, i marchigiani cercano di tenere San Severo distante più o meno di 8 lunghezze, si gioca azione su azione, l’atmosfera è rovente, sul 58-52 coach Steffe’ chiama sospensione al 28’. Quarisa fa gli straordinari, sprint giallonero ed i padroni di casa sono avanti al 30’ per 58-56. Ultimo quarto non adatto ai deboli di cuore, s’instaura una gara punto a punto tra le due compagini, un fallo antisportivo di Quarisa al 32’ spedisce l’Allianz sotto per 63-59, di qua qualche fischio avverso incrementa lo svantaggio ospite, i Neri si ritrovano così sul -10 (69-59) al 35’, così il tecnico sanseverese richiama i suoi al timeout per una strigliata. Ciribeni ed Ikangi suonano la carica pugliese così stavolta è Steffe’ a chiedere sospensione poiché la Cestistica trova il canestro del 71-68 al 38’. Rossi tenta di ristabilire le distanze da tre punti ma è pronta la reazione ospite, tocca dunque a Quarisa siglare dalla linea della carità il 74-70 a meno di un minuto dalla fine. Al rientro al timeout chiesto dalla panchina ospite, Montegranaro incappa in un fallo antisportivo che consente a San Severo di acciuffare addirittura il pari a 26” dalla fine sul 74-74. Di Trani sbaglia due liberi, così è Cena a diventare il man of the match realizzando una tripla che vale la vittoria ed il primato della Cestistica, che ha dello storico per la compagine pugliese. Così come all’andata un episodio è l’ultima giocata hanno deciso chi dovesse imporsi, stavolta tocca a San Severo. Onore ai vincitori ed ai vinti, che hanno disputato una gara divertentissima e molto densa d’agonismo. Il Girone D ha un capolista solitaria, al momento lassù a spiccare è la Cestistica grazie alla 15 a vittoria consecutiva. L’esodo dei 300 tifosi sanseveresi ha davvero avuto un senso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy