Serie B. Santarcangelo può davvero sognare, anche Rimini è KO

Serie B. Santarcangelo può davvero sognare, anche Rimini è KO

Commenta per primo!

DULCA Sant’Arcangelo – NTS CRABS Rimini: 90-75 (25/23 – 46/47 – 70/58)

DULCA Sant’Arcangelo: Bianchi: 6 (1/1-1/1) Pesaresi: 16 (1/3-3/5); Gualtieri: 5 (2/4-1/3); Luca Bedetti: 21 (8/15-0/2); Moretti: 4 (0/2-1/1); Cardellini: 8 (3/3-0/4); Francesco Bedetti: 14 (4/8-1/3); Botteghi: 6 (1/2-1/1); Saponi: 8 (1/6-2/4); Fusco: 0 (0/0-0/0). All. Tassinari

NTS CRABS Rimini: Perez: 12 (1/4-2/3); Meluzzi: 5 (0/0-0/0); Panzini: 0 (0/2-0/1); Tassinari: 13 (0/0-3/4); Chiera: 9 (3/3-0/0); Foiera: 6 (0/0-0/0); Popov: NE; Balic: 0 (0/0-0/0); Crotta: 13 (3/7-0/0); Romano: 17 (2/2-2/2). All. Mladenov.

Tiri da 2: DULCA 21/44 – NTS CRABS 17/39; Tiri da 3: DULCA 10/24 NTS CRABS 8/24; Liberi: DULCA 18/24 -NTS CRABS 17/21; Rimbalzi: DULCA 37 – NTS CRABS 34; Perse/Recuperate: DULCA 8/6 – NTS CRABS 11/3; Assist: DULCA 16 – NTS CRABS 7.

Prima assoluta nazionale per Angels – Crabs, questo incontro che ha tenuto banco sulle prime pagine sportive dei giornali locali e coperto la totalità dei “media” del circondario; fiumi di parole, pronostici, buoni propositi, opinioni, pareri e quant’altro per un evento teso e profondamente sentito da entrambe le parti.

DULCA Angels recupera Nicola Bianchi ed ha dalla sua il fattore campo ed è un’occasione ghiotta per prevalere in questa semi-stracittadina per vincere la quale pagherebbe qualsiasi cifra, mentre Rimini patisce il rischio di perderci la faccia oltre alla presenza di Panzini e Romano col “limitatore” dovuto agli infortuni.

Il primo acuto è di Crotta, palla 2, canestro e fallo in difesa. La ditta Bedetti tiene a galla gli Angels mentre Crotta fa tutto da solo: punti e rimbalzi. Troppo poco e i clementini allungano trovando tutti insieme la via del canestro. 14-6 nei primi 5 minuti e Rimini va al timeout. Due triple del Tasso rimettono a posto le cose in un amen e si ricomincia, poi Chiera trova la parità a quota 14. Rimini spende falli mentre Meluzzi non viene rispettato dalla coppia arbitrale, ma c’e Romano che non ha paura e segna e nemmeno il Tasso che mette la terza tripla e Rimini ritrova il vantaggio prima di distrarsi, due triple: una di Perez ed una di Pesaresi fissano il 25 a 23 per DULCA.

Si ricomincia con gran ritmo da entrambe le parti ma Francesco Bedetti è troppo veloce e tiene i suoi vicino. Tra i giovani Perez si è iscritto alla partita, Chiera non completamente, Santarcangelo invece è in palla con tutti i suoi. Quando si accende anche Chiera Rimini accelera trovando punti d’oro da tutti per il +8 d’entusiasmo che però svanisce sulle scorribande di Pesaresi. Tutto da rifare con le distrazioni difensive sempre punite da Pesaresi che segna dalla distanza. Metà gara con Rimini avanti di 1 solo punto 47-46. DULCA ha 7/13 da 3, i suoi lunghi hanno segnato solo dall’arco dei 3 punti. Rimini avrebbe meritato il vantaggio più largo legittimo con un 7/10 da 3 ma le amnesie difensive non sono ammesse davanti a questa formazione velocissima e precisa nel tiro.

Si riparte con Sant’Arcangelo molto più reattiva ed il canestro del ritorno in campo di Bianchi fa il +4 mentre per Rimini sembra esserci solo Perez mentre Crotta fa la voce grossa solo in difesa. DULCA colpisce a velocità supersonica con l’imprendibile Luca Bedetti e tiene l’esiguo vantaggio. l’equilibrio si spezza definitivamente quando la coppia arbitrale annulla un canestro fatto di Perez giudicando interferenza una spinta subita da Foiera. Poi Rimini commette 4 falli in attacco consecutivi ed una persa, segna 5 punti in 7 minuti e perde l’inerzia per il +7 gialloblu. Bolgia totale sulle scorribande a mille all’ora e Bianchi fissa il +11. Breve reazione riminese ma Sant’Arcangelo è infallibile dai 6,75, in più mette le mani addosso con poca punizione. Rimini è nervosa, fuori giri, e più di una volta fuori partita, segna solo 9 punti in 10′ e la panchina prende anche un tecnico che manda la DULCA in paradiso: 70-58.

Ultimo quarto, gli Angels sono padroni del campo e nemmeno la difesa a zona ferma il bombardamento che aumenta il nervosismo dei CRABS che perdono la bussola e molti palloni in attacco. Oramai si gioca ad un solo canestro una partita che sembra già chiusa da un pezzo, Rimini non segna più e scivola a -17 mentre i clementini fanno valere una lucidità offensiva da campioni senza trovare ostacolo alcuno. Anche le palle vaganti finiscono in mano loro e si chiude col pubblico Santarcangiolese in festa e Luca Bedetti che fa Kobe Bryant. Nel garbage time dell’ultimo minuto DULCA fa entrare anche il decimo (Fusco) che strappa anche un rimbalzo.

Questo risultato ha una valenza ben superiore ai due punti in palio, Sant’Arcangelo legittima i sogni di alta classifica con un secondo tempo eccellente, mentre Rimini deve ripensare a se stessa, solo nel primo tempo è stata una squadra lucida e reattiva poi si è persa. Finalmente ha realizzato almeno 75 punti ma concedendone 90.

La concomitanza di scontri di livello di questa settimana come Cento-Cecina, SanMiniato-Forlì, Piombino-Monsummano scuotono la classifica che lancia gli Angels e respinge Rimini. Conclusione: ora i giochi sono fatti. Il campo ha confermato il pronostico e smentito tutti i buoni propositi riminesi. Tutto finito, con chiarezza e senza appello, almeno fino alla gara di ritorno.

Fotogallery a cura di Simone Marcaccini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy