Serie B: Scauri, contro l’Eurobasket per una sfida senza domani

Un Basket Scauri carico e determinato affronta in gara-3 l’Eurobasket Roma. Una partita per per allungare la serie di semifinale play-off.

1 Commento

Una partita da dentro o fuori attende il Basket Scauri tra poco, nella terza sfida della semifinale play-off per la promozione in serie A2. Dopo le prime due partite al palazzetto dello sport di piazza Apollodoro a Roma, la serie si sposta ora al palazzetto dello sport “Claudio Borrelli” di Scauri, dove la squadra tirrenica cercherà di allungare la serie, che ora la vede soccombente (0-2).

Le due sconfitte di Roma non hanno comunque scalfito le certezze del gruppo, consapevole di potersi giocare le proprie carte. Dopo la prima partita di sabato 14 maggio, persa 86-61, ma condizionata da un arbitraggio sconcertante, e quella di lunedì 16, questa volta per 68-55, il Basket Scauri ha fatto tesoro degli errori commessi, punti da cui partire per riscattare le due prestazioni poco brillanti.
La Roma Gas & Power Eurobasket Roma ha una panchina più lunga e questo è il primo elemento importante; nella due gare i punti venuti dalle seconde linee sono stati, rispettivamente, 27-5 e 28-7, il che la dice lunga sul potenziale dei capitolini, che possono contare su due quintetti quasi di egual valore. A questo si aggiunge un gioco più attento messo in mostra da Roma, che ha saputo difendere molto bene su Bagnoli nella prima gara e su Boffelli nella seconda, oltre che curare molto quella sui due play scauresi, Richotti e Giammò, oltre che a produrre in attacco un gioco molto efficace e vivace, con continui ribaltamenti che permettevano di trovare sempre un giocatore libero di tirare. Se a questo si sommano le giornate poco felici in fase realizzativa dei giocatori scauresi, il discorso è presto fatto.
Ma non tutto vien per nuocere, in quanto lo Scauri, nonostante questo ha dimostrato in entrambe le gare di poter dire la sua; lo dimostra l’essere rientrata in partita nel terzo quarto della prima partita, quando dal -15 è arrivata a -3, e nel quarto della seconda, quando da -19 è andata a -8. Perciò, segni di vitalità, al di là della forza della squadra romana. Per cui giocare davanti al pubblico amico, di fronte ai previsti 1000 spettatori che inciteranno i loro beniamini, sarà certamente una spinta in più per la squadra scaurese.
Ne è consapevole l’allenatore Renato Sabatino, per il quale “Affrontare Roma era un impegno molto difficile e ne eravamo consapevoli. Nonostante le due sconfitte, ho visto segnali importanti. In questi tre giorni prima della terza gara non ho chiesto nulla di particolare ai miei ragazzi. E’ come affrontare un esame all’università, dove, dopo aver studiato tanti mesi, le cose ormai le sai molto bene e non è certo lo studio degli ultimi giorni a modificare le cose. I giocatori hanno svolto fino ad ora un lavoro eccezionale, hanno ottenuto risultati importanti ed insperati, grazie alla grande amalgama che si è creata e che ha permesso loro di arrivare dove nessuno pensava solo cinque mesi fa. Per cui dobbiamo essere solo che felici dei traguardi raggiunti, ma non per questo scenderemo in campo appagati, perché il pubblico scaurese è esigente e affamato di vittorie. Dovremo affrontare Roma con lo stesso spirito con cui abbiamo giocato contro Palermo, mettendoci la stessa cattiveria, grinta e tenacia. Se riusciremo a replicare quelle partite (cosa che non siamo riusciti a fare a Roma) allora avremo molte possibilità di allungare la serie”.

L’appuntamento è, come detto, e a tra poco al palazzetto dello sport “Claudio Borrelli” di Scauri, dove si prevede il tutto esaurito e dove i tifosi stanno organizzando una coreografia degna di una semifinale promozione.

Sono stati chiamati a dirigere l’incontro due arbitri avellinesi, i signori Giovanni Roca e Pietro Rodia.   

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Juvecasertabasket - 4 mesi fa

    Forza Scauri!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy