Serie B. Scauri: dopo la pausa c’è l’Empoli ammazzagrandi

Serie B. Scauri: dopo la pausa c’è l’Empoli ammazzagrandi

Commenta per primo!

Dopo la pausa per l’All-Star Game di Serie B, durante la quale il Basket Scauri ha partecipato al 1° trofeo Educare Giocando, il “Progetto Scuola” concepito per avvicinare alla pallacanestro i bambini del territorio capitolino, che vede impegnati In Più Broker, sponsor dei tirrenici, insieme ad Acea, Virtus Roma e Honey Sport City, ecco ritornare il campionato con un importantissimo scontro tra le mura amiche.

È di scena questa settimana al PalaBorrelli l’USE Computer Gross Empoli, a pari punti al settimo posto con Scauri e Catanzaro a quota 18, ma di fatto nono per gli scontri diretti, perciò un partita importantissima in chiave play-off.

La squadra empolese, già sconfitta all’andata per quattro punti (66-70), ha avuto fino ad ora un cammino altalenante, con prestazioni incostanti. A gare di altissimo livello, con le vittorie contro Napoli, Cassino e Palestrina in casa e quella di Scafati in trasferta (nel peggior momento dei campani), hanno fatto da contraltare sconfitte clamorose (Isernia e Maddaloni su tutte). Una squadra perciò molto difficile da affrontare, anche perché conosce molto bene la categoria, nella quale gioca ininterrottamente da oltre 10 anni (2003/2004) e che fa della valorizzazione del vivaio la propria filosofia. Il gruppo toscano è capeggiato dalla temibile guardia Gianni Terrosi (14,5 e il 43% da tre punti), l’ala Matteo Samoggia (12,3) figlio dell’indimenticabile Roberto (a Scauri negli anni Ottanta in Serie B), il play Daniele Mariotti (10,4), una delle colonne della squadra, il giovane Filippo Mascagni (9,9 + 6,2), l’esperta ala grande Alessandro Ghizzani, ma il gruppo guidato dall’allenatore Giovanni Bassi può contare su una panchina lunga, che garantisce minutaggi a tutti i suoi componenti. Si presentano a Scauri forti della convincente vittoria sulla Stella Azzurra Roma e vorranno sicuramente sovvertire il pronostico; il loro ruolino in trasferta parla di 3 vittorie e 4 sconfitte, con 64 ,4 punti realizzati e 62,5 punti subiti di media,

Scauri dal canto suo è reduce dalla vittoria scontata di Venafro, ma soprattutto da un gioco finalmente vivace, che le consente di avere in casa delle medie di primo livello, fatte di 91,3 punti realizzati (la più alta dell’intera serie B) e 73,5 punti subiti. Il gruppo ormai gioca a memoria, avendo assimilato le direttive dell’allenatore Renato Sabatino che è riuscito a imprimere il suo credo cestistico nei ragazzi e la brillante prestazione sfoggiata contro la Virtus Roma, conferma una crescita costante.

Sarà dei dieci il neo acquisto Federico Pagano, un giovane play-guardia classe 1996 di 194 cm, proveniente dalla Benacquista Latina, che già da qualche tempo si sta allenando con la squadra laziale. Un giocatore fortemente voluto dall’allenatore Renato Sabatino, che fin dal primo giorno a Scauri aveva chiesto un play che potesse concedere qualche minuto di pausa a Richotti.

Una partita perciò tutta da vedere, domenica alle ore 18,00, che sarà arbitrata dai signori Biagio Napolitano, di Acerra (NA), e Marco Guarino, di Campobasso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy