Serie B. Scauri gioca con onore, ma passa Palermo

Serie B. Scauri gioca con onore, ma passa Palermo

Commenta per primo!

Partita di cartello doveva essere e partita di cartello è stata. Bellissimo l’incontro che si è disputato a Scauri, tra la formazione locale e la Nuova Aquila Palermo, due squadre con ambizioni diverse, con gli ospiti favoriti (an che per la vittoria finale), ma solo sulla carta osservando come si è poi svolta la partita.

Scauri inizia con Richotti, Bagnoli, Lombardo, Salvadori e Svoboda, dall’altra parte risponde Palermo, orfana di Rizzitiello, con Stella, Di Emidio, Requena (ex di turno), Urbani e Cozzoli. Entrambe le squadre si dispongono a uomo, difesa che utilizzeranno per l’intero incontro.
Il PalaBorrelli è esaurito, al seguito dell’Aquila Palermo 8 ragazzi dei gruppi organizzati, che sosterranno come potranno i loro colori, mentre dall’altra parte il solito appassionato tifo scaurese. La partita è da subito equilibrata e nessuna delle due squadre avrà mai per gli interi 40’ più di 4-5 punti di vantaggio. Lo dimostrano i parziali dei quattro tempi.
Nello Scauri è la giornata di Salvadori, preciso in attacco e attento in difesa, che alla fine risulterà il migliore dei suoi. La squadra di casa non è per nulla intimorita di fronte a colei che da tutti è indicata come la favorita del torneo. Fin dall’inizio l’In Più Broker dimostra che può giocarsi le sue carte, con l’attenta regia di Richotti e le conclusioni dalla lunga distanza di Lombardo (3 su 5 nel primo tempo per lui da tre punti). Palermo è sostenuta da un ispirato Cozzoli (10 punti per lui nella prima frazione). Primo quarto che termina sul 17-19 per gli ospiti. Sulla falsariga del primo quarto è il secondo, dove emergono le individualità di Antonelli e Azzaro nel Palermo, che molto fastidio danno sotto canestro a Bagnoli; il quarto si chiude in parità 39-39, grazie al canestro a fil di sirena proprio di Bagnoli, che concretizza un bel gioco a due con Richotti.

Nulla cambia nel terzo quarto, che inizia con le due formazioni che schierano entrambe i quintetti base. Al 4° minuto, sul 39-42, Scauri chiama sospensione, cosa che le permette di registrarsi e dare il là a un piccolo parziale che la porta sul 48-44 dopo 5’30”. La partita è comunque tirata e si giunge al trentesimo minuto in assoluta parità, 54-54.
Inizia l’ultimo e avvincente quarto. Nessuna delle due squadre è disposta a mollare e ogni allungo tentato è subito ricucito su entrambi e fronti. Un Salvadori ispiratissimo (17 punti e 10 rimbalzi per lui alla fine) tiene in partita lo Scauri, mentre sul fronte Palermo, Stella è l’uomo guida che conduce con saggezza la sua squadra. Dopo 1’10” Palermo vola sul 57-62, ma Salvadori ricuce lo strappo e trascina Scauri al 66-64, mancando però il tiro da tre che avrebbe dato forse lo strappo decisivo all’incontro.
Qui è la svolta. Azzaro segna da tre subendo fallo da Bagnoli, ma non concretizza l’aggiuntivo (66-67 al 37’). La partita però prende ora la piega definitiva. Scauri non ha più lucidità per concretizzare i possessi palla, Palermo con Requena e Di Emidio ha invece la freddezza di realizzare i tiri liberi che, punto dopo punto, le consentono di costruire quel tesoretto che le consente di vincere, meritatamente, la partita (67-75).

Una partita bellissima quella vista a Scauri, dove entrambe le formazioni avrebbero meritato di vincere, ma dove ha prevalso la squadra che probabilmente è più abituata a questo tipo di partite. Lo dimostrano anche le statistiche, dove entrambe le squadre si sono equivalse, mentre sotto canestro lo strapotere di Scauri è stato indiscusso (45-25 i rimbalzi totali, 11-3 in attacco), ma non è servito. Scauri ha forse pagato lo scotto della neo promossa, reduce da due stagioni trionfali dove la differenza di tasso tecnico era evidente rispetto alle altre e dove non ha mai avuto veramente squadre che la impensierissero. Ha però dimostrato di poter giocare un torneo ad altissimo livello e un ulteriore banco di prova sarà tra quindici giorni quando a Scauri arriverà l’Azzurro Napoli degli ex Iannone e Serino.
Infine i singoli. Nelle file dell’Aquila Palermo da citare il gruppo, dove tutti hanno svolto diligentemente il loro compito, senza far sentire l’assenza di una pedina importante come Rizzitiello; fare un nome sarebbe ingeneroso per gli altri. Nell’In Più Broker Scauri Salvadori su tutti con il solito Richotti e un Bagnoli che nonostante la giornata un po sotto tono ha comunque chiuso con la solita doppia doppia (11 + 17).

Da ultimo, l’abbraccio finale tra le tifoserie che ha sancito una bellissima giornata di sport come sempre dovrebbero vedersi sui campi da gioco.

I Tabellini:

In Più Broker Scauri – Nuova Aquila Palermo 67-75 (17-19; 22-20; 15-15; 13-21)

In Più Broker Scauri – Richotti 8, Bagnoli 11, Svoboda 9, Lombardo 9, Salvadori 17, Bertoldo 6, Scampone n.e., Odone 2, Martino 3, Giammò 2, Allenatore Tiziano Addessi.

Nuova Aquila Palermo – Requena 14, Stella 10, Cozzoli 10, Di Emidio 7, Urbani, Rappa n.e., Azzaro 13, Antonelli 7, Merletto 4, Ondo Mengue 10, Allenatore Gianluca Tucci.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy