Serie B – Scauri, la sfortuna gli gira le spalle. Prevale la Luiss

Serie B – Scauri, la sfortuna gli gira le spalle. Prevale la Luiss

Uno Scauri sprecone non riesce a fare tesoro della buona prestazione e cede il passo sul filo di lana alla Luiss

di Cesare Crova

Era una partita nella quale a rigor di logica era la Luiss ad avere i favori del pronostico, vista la posizione in classifica. Ma alla fine dei conti lo Scauri ha tantissimo da recriminare su una vittoria mancata di un soffio.
È un incontro tra due grandi allenatori, che hanno saputo valorizzare le giovani risorse umane a loro disposizione, con ottimi risultati.
Scauri ripresenta Laguzzi, che però giocherà poco essendo a corto di allenamento, ancora alle prese con problemi muscolari e lo schiera in quintetto con Richotti, Longobardi, Granata, e Moretti; risponde la Luiss con Infante, Marcon, Faragalli Serroni, Bonaccorso e Gellera. I romani partono subito bene (0-6) costringendo Scauri a inseguire, ma il gioco dei padroni di casa è poco incisivo. Fabbri allora gioca la carta Gallo e le cose cambiano diametralmente. Il giovane napoletano fa vedere di che pasta sia fatto e di aver meritato la convocazione in Nazionale U20. Con un parziale di 9-0 Scauri si porta sul +4 (16-12) e gestisce al meglio l’incontro, con le giocate del solito Longobardi che segna con una facilità disarmante e del sempre più concreto Milisavljevic, chiudendo il primo quarto in vantaggio di due punti (22-20).
Nel secondo dopo un iniziale fase di equilibrio, con vantaggi alterni tra le due formazioni, Scauri con un altro mini parziale di 13-1 si porta sul 41-30, toccando il massimo vantaggio al 17’27” e ancora 43-33 al 18’28”. Un clamoroso errore in attacco di Scauri nell’ultima azione di gioco del periodo consegna a Faragalli Serroni il pallone che permette alla Luiss di chiudere a sei lunghezze da Scauri il primo tempo (43-37). E’ questo uno di quegli episodi che poi condizioneranno il risultato finale.
Nel terzo periodo Scauri controlla la partita. La Luiss cerca di farsi sotto e arriva a -1 (50-49 dopo 2’51”). L’incontro è equilibrato, nessuna delle due squadre molla la presa. La Luiss al 26’43” con Infante opera il sorpasso e con Martino si porta a +4, ma Scauri non si fa prendere dal panico, un sontuoso Granata segna nove punti consecutivi e con Richotti impatta, prima che i romani chiudano il quarto sul +3 (65-68).
Nell’ultimo periodo esce finalmente fuori tutta la classe di Dante Richotti, oggi un po appannato, anche se con Veccia la Luiss trova il +6 (67-73), ma Scauri risponde con le giocate di Richotti e Longobardi e con un parziale di 10-0 vola sul 77-73. Ma La Luiss non è doma e riesce a rintuzzare e portarsi nuovamente in vantaggio. Qualche decisione dubbia della coppia arbitrale non favorisce i padroni di casa. Si arriva sull’82-84 a 4”9 decimi con Scauri che ha la palla dei supplementari o della vittoria, ma gli arbitri non se la sentono di fischiare un fallo su Moretti al tiro, piuttosto sanzionando con un antisportivo il tentativo di recupero del pallone da parte di Granata, chiudendo di fatto i giochi.

La Luiss ha giocato la sua onesta partita, senza strafare e portando a casa il massimo risultato con il minimo sforzo. Buone le prove dei sette giocatori principali chiamati da Paccariè in campo; il migliore realizzatore è stato Francesco Infante (20), che ha sofferto molto la difesa su Longobardi, così come Andrea Martino (12), capace di segnare caestri importanti nei momenti decisivi, che si è dovuto sacrificare in difesa sul migliore giocatore della Serie B, in un duello maschio, ma altrettanto corretto. Bene Francesco Faragalli Serroni (12), Antongiulio Bonaccorso (14), Francesco Veccia (12), Leonardo Marcon (10), giovani ma orai esperti per la categoria.

Scauri ha avuto nel suo solito incontenibile fuoriclasse Andrea Longobardi (23+7, 8/16 al tiro, 6/6 dalla lunetta, 7 falli subiti, 30 di valutazione) il miglior giocatore, che si conferma leader della Serie B, sul quale molto poco hanno potuto i difensori universitari. Bravo Luca Granata (14, 6/9 al tiro) che si è caricato la squadra sulle spalle nel terzo periodo, come Dante Richotti (10) opaco nella prima parte dell’incontro, molto incisivo nell’ultimo periodo e Antonio Gallo (7) in cabina di regia nel primo tempo.

Molto arrabbiato a fine incontro Enrico FabbriAbbiamo giocato come sempre una partita di grande intensità, che avremmo meritato di vincere. Accetto di perdere da una squadra forte come la Luiss, che ha un grande allenatore, ma non accetto che gli arbitri condizionino il risultato come hanno fatto; siamo tutti uomini e non siamo perfetti, come sbagliano giocatori e allenatori lo possono fare anche loro. Ne ho parlato a fine incontro anche con il Commissario presente, con il quale ci siamo confrontati. Sicuramente dovevamo chiudere prima la partita, quando con il 10-0 di parziale avevamo ribaltato l’incontro. Pazienza, guardiamo avanti e cerchiamo di fare bene nelle ultime otto partite che restano. Meritiamo di salvarci per come stiamo giocando e sono certo che i ragazzi chiuderaanno questa pratica nel modo migliore.

Adesso Scauri è atteso dal riposo dovuto alle finali di Coppa Italia di Serie B. Dopo la sosta sarà impegnata nella difficile trasferta romana contro la IUL Roma dell’ex Renato Sabatino, che proprio nella gara di andata ha esordito sulla panchina romana.
La classifica arride agli scaurei, ancora noni, con quattro punti di vantaggio sulla coppia IUL-Costa d’Orlando e otto sulla zona calda dei play-out, dove una rigenerata Valmontone incute parecchi timori in molte squadre.

 

 

Basket Scauri – Luiss Roma 82-86 (22-20, 21-17, 22-31, 17-18)

Basket Scauri: Andrea Longobardi 23, Mattia Ciman 9, Guillermo Nicolas Laguzzi 2, Dante Richotti 10, Gioele Moretti 6, Mattia Melchiorri 5, Luca Granata 14, Antonio Gallo 7, Marko Milisavljevic 6, Alessio Policari n.e.
Allenatore: Enrico Fabbri

Luiss Roma: Francesco Infante 20, Antongiulio Bonaccorso 14, Francesco Faragalli Serroni 12, Andrea Martino 12, Francesco Veccia 12, Leonardo Marcon 10, Francesco Gellera 4, Christian Di Fonzo 2, Alberto Navarini, Lorenzo Rota, Alessio Di Carmine, Gabriele Martucci n.e.
Allenatore: Andrea Paccariè

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy