Serie B. Scauri lotta ma non basta, il big match è di Cassino

Serie B. Scauri lotta ma non basta, il big match è di Cassino

Commenta per primo!

Vince con merito Cassino nel derby della Terra di San Benedetto, che espugna il PalaBorrelli dopo una bella partita, giocata con grande intensità da entrambe le squadre e dove il tasso tecnico di alcuni giocatori di esperienza dei cassinesi, nei momenti importanti ha fatto la differenza.
Partita combattuta, con vantaggi che hanno avuto il loro massimo in sei punti da ambo le parti.
Entrambe le squadre partono con i quintetti classici (Richotti, Svoboda, Bagnoli, Lombardo e Salvadori, per Scauri, Grilli, Ianes, Carrizo, Lovatti e Dri, per Cassino), disposte a uomo per tutta la partita.

Parte bene Scauri, sempre avanti nel punteggio e primo vantaggio della Virtus Cassino al 5° con Lovatti (12-13), vantaggio che manterrà fino all’ultimo secondo del tempo, quando una penetrazione di Richotti chiude il quarto sul 21-20. Scauri però è piuttosto contratto e nervoso e non riesce a produrre quel gioco brillante già visto in altre occasioni. Nonostante questo è sempre punto a punto. Vettese alza il quintetto, inserendo Dri e Ianes, ma le cose non cambiano. Al 14° un tecnico molto generoso fischiato da Leoni Orsenigo costringe Bagnoli a sedersi in panchina (3° fallo) permettendo a Ianes di segnare 3 tiri liberi e portare Cassino avanti nel punteggio (27-29). L’equilibro non muta, con sorpassi e controsorpassi, fino al canestro un po fortunoso di Ianes all’ultimo secondo del quarto, che sancisce il 44-45 al 20°.

Scauri entra in campo più determinato nel terzo quarto. Dopo la bomba iniziale di Carrizo (44-48) e una contesa inventata dall’arbitro su un rimbalzo in attacco di Bagnoli (con realizzazione annullata), Scauri con un parziale di 8-0 si porta avanti nel punteggio (52-48).  Gli arbitri inventano il quarto fallo di Ianes, la partita è un continuo avvicendarsi al comando. Un Richotti stellare trova giochi e penetrazioni d’altri tempi, con tiri in entrata a due mani. Si arriva agli ultimi secondi del tempo, dove alla bomba del pareggio di Bertoldo, risponde Ausiello, che chiude il quarto con Cassino avanti di tre punti (70-73).

L’ultimo tempo continua sulla falsa riga della partita fino ad allora giocata. A -6’20” è fischiato il quinto fallo a Castelluccia, ma la partita non si schioda dall’equilibrio, fino all’ultimo minuto, dove sale in cattedra l’esperienza di Manuel Carrizo, che sul +2 a 30” dal termine piazza la bomba del +5 e a seguire conquista un fallo che gli permette di realizzare i due liberi che di fatto chiudono la partita. Non basta un tiro da tre punti di Richiotti, ormai la partita è chiusa.
Un’ottima Cassino espugna per la terza volta quest’anno il Palaborrelli, ma lo Scauri non ha sfigurato assolutamente, come già accaduto con Palermo e Napoli. Da parte dei padroni di casa un immenso Richiotti, autore di 27 punti e di una delle prove più belle mai giocate in casacca scaurese. Con lui il solito Bagnoli, autore dell’ennesima doppia doppia (16+17) che lo consacra come il migliore rimbalzista della serie B. Accanto a loro un ottimo Salvadori, che ha ben giocato contro Ianes quando Bagnoli era in panchina per falli. Un po deludente la prova di Svoboda, nonostante i 16 punti a referto, ma autore di un modesto 43% dal campo. Da parte di Cassino Ianes e Carrizo su tutti. Il primo autore di una prova maiuscola, condita da 23 punti e un eccellente 9/10 al tiro. Uno scontro epico con Bagnoli, chiuso in sostanziale parità; il secondo ha preso per mano la squadra nel momento topico, prendendosi la responsabilità di tiri importanti che hanno chiuso la partita (19 punti per lui alla fine e 3/4da tre). Insieme a loro il resto della squadra, ben gestita dall’allenatore Vettese, che ha ruotato i sette giocatori entrati in campo con grande maestria.
Per Scauri una battuta d’arresto arrivata contro una signora squadra, come lo stesso Renato Sabatino ha sottolineato. I progressi ci sono e sono evidenti. Restano ora cinque partite alla fine del girone d’andata e la speranza è di poterne vincere almeno quattro, per chiudere la classifica quanto più possibile a ridosso della zona playoff.

In Più Broker Scauri – Banca Popolare del Cassinate Virtus Cassino 94-99 (21-20; 23-25; 26-28; 24-26)

In Più Broker Scauri – Richotti 27 Bagnoli 16, Svoboda 16, Lombardo 6, Salvadori 14, Bertoldo 8, Varga n.e., Manzi n.e., Martino n.e., Giammò 7, Allenatore Renato Sabatino.

Banca Popolare del Cassinate Virtus Cassino – Grilli 14, Ianes 23, Carrizo 19, Lovatti 12, Dri 12, Ausiello 7, Castelluccia 12, Cerniz n.e, Grazzini n.e, Pondri n.e, Allenatore Luca Vettese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy