Serie B. Scauri – LUISS, in palio punti play-off

Serie B. Scauri – LUISS, in palio punti play-off

Il Basket Scauri inizia quest’ultima fase con un impegno piuttosto difficile, tra le mura amiche.

Commenta per primo!

Riprende dopo la sosta pasquale il torneo di Serie B, con gli ultimi avvincenti turni di campionato, che designeranno le otto elette al tabellone promozione e coloro che saranno impegnate, viceversa, nella lotta per non retrocedere. Sosta che ha portato la non clamorosa esclusione dell’Azzurro Napoli dal campionato, per mancati versamenti alla FIP e che di fatto ridisegna tutta la classifica con sole quattro partite al termine, dove ora, con Eurobasket Roma e Palestrina che sembrano aver ormai blindato i primi due posti, tutto può accadere dal terzo all’ottavo, in particolare per l’ultima piazza dove sono tre squadre per due posti. L’esclusione di Napoli comporterà anche alcune dinamiche nella parte bassa della classifica, dove a questo punto non dovrebbe esserci più una retrocessione diretta, ma disputarsi solo i playout. Ma di questo se ne saprà di più nei prossimi giorni.
Tutto quanto accaduto dovrebbe far ragionare la Federazione, sempre troppo attenta ad altri argomenti, ma mai a garantire il regolare svolgersi del campionato. Andrebbero trovate soluzioni alternative che impediscano quanto appena successo e che lascerà strascichi di non poco conto nell’economia del campionato. Senza dimenticare i veri attori che sono i più penalizzati: i giocatori, prima di tutto, che vedono svanire in un colpo solo le loro ambizioni e i loro contratti; in seconda battuta il pubblico, in questo caso quello napoletano, e gli sportivi tutti, che vedono dissolversi per la sesta volta in otto anni un progetto sportivo, in una piazza storica della pallacanestro italiana, con una squadra che stava giocando una bella pallacanestro.
In tutto questo, il Basket Scauri inizia quest’ultima fase con un impegno piuttosto difficile, tra le mura amiche, contro la Luiss Roma, squadra già sconfitta all’andata (78-72), ma molto diversa rispetto ad allora.
Nel girone di ritorno, infatti, la Luiss è, con l’Eurobasket Roma e la BPC Virtus Cassino, la squadra più in forma, con un ruolino di marcia fatto di 9 vittorie (tra le quali quelle prestigiose, in casa, contro Palermo e Napoli, che ricordiamo comunque perché sul campo la Luiss ha vinto) e 2 sole sconfitte (Cassino e Palestrina), segno dell’ottimo lavoro sui giovani che sta portando avanti Andrea Paccariè. Sicuramente temibile tra le mura amiche, i romani sono decisamente più abbordabili fuori casa (dove vantano 4 vittorie e 9 sconfitte, con una media di 72,8 punti realizzati e 78,9 subiti), anche se grande attenzione bisognerà fare a questo gruppo di giovani (quasi tutti classe 1995), desiderosi di ben figurare. Tra loro il migliore è senza dubbio la guardia Leonardo Marcon, di scuola Reyer Venezia e nel giro della nazionale giovanile (14,8 punti di media e 2,1 palle recuperate, che lo rendono il migliore del girone C e il terzo di tutta la serie B). Con lui, l’ala piccola Stefano Rambaldi (12,4) e il playmaker Giacomo Chiatti (10,9), la chioccia della squadra con i suoi 29 anni, e i due lunghi Francesco Ramenghi (9,1 + 6,4) e Giacomo Beretta (8,1 + 8,2) anche lui in odor di Nazionale.
La Luiss arriverà a Scauri decisa a vendere cara la pelle, anche perché gli ottimi risultati conseguiti hanno proiettato la squadra dalla lotta per la salvezza a giocarsi, in modo forse insperato, un posto nei playoff, essendo ora a 2 soli punti dal settimo posto, occupato in coabitazione dalla USEmpolese e dalla Mastria Vending Catanzaro.
Dal canto suo il Basket Scauri arriva da una striscia di 4 vittorie consecutive, di cui la più pesante è quella di Atina, dove con una prova di forza i delfini tirrenici hanno letteralmente dominato la BPC Virtus Cassino (94-80). La vittoria, poi, nel derby contro la Virtus Fondi (96-78), non ha fatto altro che consolidare il sesto posto in classifica (ora quinto), che adesso vede i tirrenici con 2 punti di vantaggio su Scafati e addirittura 6 su Empoli e Catanzaro, avendo con tutte e tre gli scontri diretti a favore, e con un calendario sulla carta decisamente a favore non è detto che Scauri non possa puntare a risalire ulteriormente la china. Di questo ne è certo anche l’allenatore, Renato Sabatino, per il quale “La partita sarà molto impegnativa, loro sono una squadra ben organizzata e in salute, ma noi non dovremo dimenticare quanto abbiamo fatto di buono nell’ultimo periodo. Punteremo molto sulla difesa e su soluzioni dinamiche in attacco, che ci permettano di ottenere la vittoria finale. Alla luce degli eventi, aver avuto almeno 4 punti in più avrebbe significato guardare la classifica con un altro punto di vista e con altre ambizioni. Ma nella pallacanestro ci vuole spesso anche fortuna, che in alcune partite ci è mancata”. Dopo la sosta pasquale, la squadra ha ripreso al gran completo, smaltendo i problemi fisici che avevano interessato alcuni giocatori, tra i quali Andrea Lombardo che aveva dovuto saltare il derby di Fondi. Come sempre si punterà sull’icona Simone Bagnoli, il miglior lungo della serie B, come ha dimostrato vincendo senza appelli gli scontri diretti con gli altri mostri sacri del girone (per lui 19,5 + 12,6 e 24 di valutazione media), l’inossidabile Dante Richotti (9,8 e 5,8 assist, terzo dell’intera serie B), la guardia-ala Santiago Boffelli, che ha già fatto dimenticare Ariel Svoboda con la sua saggezza tattica, (16,7 di media e il 40% da tre punti), ma anche i vari Leonardo Salvadori, Andrea Lombardo (eroe di Atina), Joshua Giammò e Diego Martino.
Il Basket Scauri punta a fare bottino pieno nelle prossime quattro partite che l’attendono, sperando in qualche passo falso di alcune sue dirette rivali, in considerazione anche dell’accorciarsi della classifica.
Si giocherà come sempre alle 18,00, nel rinnovato Palazzetto dello Sport “Claudio Borrelli” di Scauri, grazie al grande sacrificio della Società scaurese che ha scongiurato la chiusura della struttura per alcune carenze, che non dipendevano dalle società sportive che qui svolgono le loro attività, investendo risorse economiche non previste.
Saranno chiamati a dirigere l’incontro l’emiliano-romagnolo Paolo Benatti di Medolla (MO) e il ligure Andrea Capponi di La Spezia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy