Serie B – Scauri non riesce a cogliere l’attimo. Prevale Napoli

Serie B – Scauri non riesce a cogliere l’attimo. Prevale Napoli

In un incontro molto equilibrato, caratterizzato dagli episodi, prevale la maggiore determinazione della formazione campana

di Cesare Crova

Della partita parleremo fra poco, prima va descritto l’ambiente nel quale si è giocato: un PalaBorrelli esaurito con oltre 800 spettatori, tantissime famiglie, circa 80 tifosi arrivati da Napoli e altri 20, con tanto di striscione, arrivati dalla vicina Santi Cosma e Damiano a tifare per Vincenzo Di Viccaro, originario del piccolo centro pontino. Un contesto così ricco non poteva che regalare un incontro avvincente, tirato fino all’ultimo, con le squadre ad alternarsi nella conduzione della partita, che alla fine ha visto prevalere Napoli, più esperta, con giocatori che sanno fare, quando, serve la differenza.

I padroni di casa devono fare a meno ancora una volta di Mattia Cimàn, fuori per problemi fisici che ancora non è dato sapere quando potrà riprendere, percui il quintetto è obbligato, con Richotti, Laguzzi, Longobardi, Moretti e Granata. Risponde Napoli, che presenta Guarino, Chiera, Milani, Malagoli e Dincic.

L’avvio è molto equilibrato, con le squadre che difendono molto bene e nel primo quarto la differenza la fanno le percentuali al tiro (29% Scauri, 60% Napoli), con i partenopei che nel finale riescono a prendere un vantaggio minimo, con il quale chiude il periodo sul 15-20.
Nel secondo periodo Scauri alza l’intensità di gioco, continuando a difendere bene, mentre Napoli cala nelle percentuali realizzative. Dopo poco più di un minuito dall’inizio, Scauri è in parità, trascinata dal solito, incontenibile, Andrea Longobardi (20 punti per lui nel primo tempo), il quale a poco più di 1’30” dal termine porta Scauri a +4 (36-32), prima che il tempo si chiuda sul 38-34.

Il secondo tempo inzia sulla falsariga del primo, anche se Scauri conduce le danze impedendo a Napoli di prendere il largo, ma non riuscendo a sua volta a dare la zampata che permetterebbe di aumentare il vantaggio che tocca al massimo i 5 punti in più di un’occasione. Napoli è lì e con Nemanja Dincic impatta con due liberi (46-46 a 2’ dal termine) e approfittare di una disattenzione difensiva per operare il sorpasso con Vincenzo Di Viccaro, prima che uno straordinario assist di Dante Richotti permetta a Marko Milisavljevic di schiacciare e chiudere il terzo periodo sul 51+51.
Nell’ultimo periodo Napoli va a +4, ma Scauri risponde prontamente e con un tiro da tre punti di Luca Granata si porta sul 62-60 al 34’43”. Risponde Napoli che con un parziale di 0-6 prende un leggerissimo margine (62-66), ma Scauri non molla e con Guillermo Laguzzi a 55” dal termine pareggia (66-66). Napoli con un tiro fortunoso di Dario Molinari riprende il vantaggio a 18” e Scauri non riesce a concretizzare due consculisioni di Andrea Longobardi e Guillermo Laguzzi da sotto né a realizzare due tiri liberi con Luca Granata a 4” dal termine.

Vince Napoli, con merito, ma per Scauri restano tantissimi rimpianti per una partita che avrebbe potuto vincere agevolmente.
Per Scauri, da menzionare la grande prestazione di Luca Granata (10+5, 3/4 al tiro, 5 falli subiti), un giovane del vivaio scaurese, chiamato nelle ultime partite a sostituire Cimàn in quintetto base, che oggi ha giocato la sua migliore partita di sempre. Ricordiamo che lo scorso anno giocava in Serie D e che oggi tiene il campo in Serie B con grande autorità. Ha la colpa di aver sbagliato i tiri del possibile supplementare, ma non vanno dimenticate le sue bombe che hanno permesso a Scauri di tornare in partita nei momenti difficili. Come al solito ha retto la baracca un immenso Andrea Longobardi (28+9, 10/21 al tiro, 7 falli subiti e 30 di valutazione), sempre più leader del girone D della Serie B, ben supportato da un intramontabile Dante Richotti (12+5, 5/10 al tiro, 7 assist, 20 di valutazione) e bene ha fatto ancora una volta il giovanissimo Marko Misavljevic. Sono mancati invece Guillermo Laguzzi e Gioele Moretti (3/14 al tiro), mentre Antonio Gallo è stato troppo tartassato dagli arbitri.
Nelle fila di Napoli, conferma le sue straordinarie qualità Nemanja Dincic (20+13, 8/13 al trio, 29 di valutazione), con il grande talento di Vincenzo Di Viccaro (16 e 4/9 da tre) galvanizzato dal gruppo di tifosi giunto appositamente per lui. Bene come sempre l’esperienza di Francesco Guarino (4 e 4 assist), che ha guidato con saggezza la squadra, segnando nei momenti topici dell’incontro e Dario Molinari (15).

Come al solito molto lucide le considerazioni a fine partita di Enrico Fabbri: “In altre occasioni abbiamo vinto per episodi, oggi abbiamo perso per episodi. Un giorno a noi, un altro a loro. Va così. Ma sono soddisfatto per la prestazione dei miei ragazzi. Giocare con Scauri che schiera Granata ed Aatata contro Napoli che vanta Chiera (che lo scorso anno ha vinto la Serie B e oggi poteva stare in Serie A) e Di Viccaro (un giocatore di grande esperienza in Serie B) o lo stesso Guarino che di campionati di Serie B ne ha vinti tanti, e perdere di 3 punti con tanti rimpianti la dice lunga sul grandissimo lavoro che i miei ragazzi ogni giorno fanno per migliorare e confrontarsi con squadre tecnicamente più competitive. Certo, se poi ci si mettono anche elementi esterni a condizionare la partita, non possiamo fare molto di più”. E in effetti, Fabbri non lo dice, è chiaro il riferimento a un metro arbitrale che oggi ha lasciato più di qualche dubbio. Ma appunto si tratta di episodi, che però nell’economia di un incontro tiratissimo hanno avuto il loro peso. Chi ne ha tratto giovamento è stato il pubblico, che ha assistito a un incontro avvincente e tirato fino alla fine.

A una giornata dal termine del girone di andata Scauri occupa l’ottavo posto, un risultato a inizio stagione inimmaginabile, con qualche rimpianto per aver perso per strada almeno quattro punti, con due di vantaggio proprio su Napoli, che da metà gennaio potrà contare sull’apporto di Simone Bagnoli, la cui esperienza e il cui carisma non potranno che giovare a Napoli.

Basket Scauri – Ge.Vi. Napoli Basket 66-69 (15-20, 23-14, 13-17, 15-18)
Basket Scauri
: Andrea Longobardi 28, Dante Richotti 12, Luca Granata 10, Gioele Moretti 7, Antonio Gallo 3, Guillermo Nicolas Laguzzi 2, Marko Milisavljevic 2, Federico Casoni 2, Abdel Kader Aatata, Lorenzo Scampone n.e., Victor Manuel Papa n.e.
Allenatore: Enrico Fabbri

Ge.Vi. Napoli Basket: Nemanja Dincic 20, Vincenzo Di viccaro 16, Dario Molinari 15, Riccardo Malagoli 8, Tommaso Milani 5, Francesco Guarino 4, Adrian Chiera 1, Hugo Erkmaa, Luca Gazineo n.e., Pietro Giovanardi n.e., Alessandro Puoti n.e., Vincenzo Malfettone n.e.
Allenatore: Gianluca Lulli

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy