Serie B. Scauri ritrova il sorriso. Espugnata Catanzaro

Serie B. Scauri ritrova il sorriso. Espugnata Catanzaro

Una partita di carattere permette al Basket Scauri di vincere la seconda partita consecutiva fuori casa e riscattare la brutta prestazione della scorsa settimana

Commenta per primo!

Enrico Fabbri lo aveva detto: “Non vedrete più giocare lo Scauri in questo modo” e infatti la formazione tirrenica ha sfoggiato una buona prestazione che le ha permesso di vincere e guadagnare due punti pesantissimi in chiave play-off.

Scauri era giunta a Catanzaro con grande determinazione, la stessa che le ha permesso, dopo che la Società calabrese non ha concesso un campo dove potersi allenare domenica mattina, di trovarne uno all’aperto, in cemento, dove i ragazzi del Presidente Di Cola, grazie anche alla sportività di un giovane ragazzo di Catanzaro che ha regalato loro un pallone, hanno avuto la possibilità di allenarsi e perfezionare l’ultimo allenamento mattutino prima dell’importante incontro pomeridiano.

Il Basket Scauri parte con la novità Markus in quintetto base, mentre la Mastria Vending  presenta Naso. Si parte e Scauri, grazie anche a un ispirato Mastrangelo, prende subito un discreto vantaggio, che le permette di controllare il primo quarto e chiuderlo in vantaggio di 11 punti (12-23). Catanzaro però riesce a ricucire lo svantaggio, impattando la partita dopo 5’20” del secondo parziale (31-31) con il giovane Monacelli. Ma gli ospiti, con Mastrangelo e Boffelli piazzano subito un parziale di 0-5 che permette allo Scauri di prendere quel margine che gli consente di chiudere a proprio favore il primo tempo (34-37). Vantaggio che si dilata nel terzo quarto e raggiunge i 10 punti già dopo 3’20” con una conclusione da tre punti di Lombardo, ma Catanzaro non ci sta e a – 1’39” Guadagnola, il migliore dei suoi, riporta sul – 3 la squadra di casa (51-54), cui risponde subito Mastrangelo, sempre da tre punti. Il terzo parziale si chiude sul + 4 Scauri (53-57). L’ultimo quarto inizia con  Boffelli che con due conclusioni da tre punti permette a Scauri di trovare il + 7 in altrettante occasioni. Catanzaro cerca di tornare prepotentemente in partita. A – 1’17” i tirrenici sono avanti di 5 punti; Guadagnola porta i suoi a – 1 con quattro punti consecutivi a 50” dalla sirena. A – 13” Naso perde palla, ma sull’azione successiva Boffelli commette fallo in attacco a – 7”, consegnando a Catanzaro il tiro della vittoria, che però si spegne sul ferro consegnando a Scauri una vittoria meritata.

Soddisfatto l’allenatore Enrico Fabbri a fine partita. “Eravamo venuti in Calabria per vincere e riscattare l’opaca prestazione di domenica scorsa con Teramo: ci siamo riusciti. Oggi vincere non era facile, perché di fronte avevamo un Catanzaro carico, che voleva a sua volta ottenere il risultato positivo per non rimanere ancora a zero punti. Siamo stati bravi a reggere dal punto di vista nervoso, giocando molto bene sul piano difensivo e concedere loro solo 66 punti in casa indica l’ottima prestazione che abbiamo offerto. Però non  siamo stati perfetti, stiamo migliorando, ma c’è ancora tanto da fare e in settimana avremo da lavorare. Rivedremo la partita in video per capire cosa e dove migliorare, per preparare nel migliore dei modi l’importante sfida con la corazzata Valmontone”.
Per quanto riguarda i singoli, buone le prove di Santiago Boffelli (18 punti), che realizza punti importanti nei momenti cruciali della partita, del capitano Dante Richotti, molto utile in fase realizzativa (13 punti e 3 assist) e di Mastrangelo (13 e 5 assist). Nelle fila calabresi la risposta è venuta dal solito Dario Guadagnola (24 e 5 rimbalzi), da Thomas Di Dio (12 + 5) e Davide Naso (10) mentre ben controllato è stato Gianluca Carpanzano, limitato a soli 3 punti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy