Serie B – Scauri vince con la Tiber blindando il nono posto in classifica

Serie B – Scauri vince con la Tiber blindando il nono posto in classifica

Altra brillante prestazione del Basket Scauri che ha la meglio su una coriacea Tiber e le permette di chiudere in bellezza la stagione regolare davanti al proprio pubblico.

di Cesare Crova

Terza vittoria consecutiva per il Basket Scauri, che dopo le belle e affermazioni contro la Luiss e il Costa d’Orlando, era atteso a una prova del nove contro la Tiber Roma, in un incontro che poteva significare ancora qualche flebile speranza per i romani di accedere ai play-off.
Invece Scauri ha mantenuto fede alle aspettative e in una partita non bellissima e caratterizzata da un arbitraggio molto al di sotto degli standard visti ultimamente, ha portato a casa un successo meritatissimo.

I locali partono forte con il solito quintetto (Richotti, Serino, Longobardi, Giammò e Provenani), volando dopo poco più di due minuti sul 7-0 (e 10-2 al 3’). La Tiber sembra rinunciataria e distratta, ma Scauri non ne approfitta, consentendo così ai romani (schierati con Bertoldo, Dal Sasso, Padovani, Ricciardi e Valentini) di rientrare subito e con un parziale di 0-12 dopo 5’56” di operare il sorpasso. Il periodo prosegue sull’equilibrio e si chiude sul 18-21.
Nel secondo, l’allenatore Renato Sabatino mischia le carte, dando molto spazio alla panchina e un’ottima risposta la avrà dal giovane Federico Casoni, chiamato a sostituire Davide Serino. La Tiber sembra rinfrancata, anche grazie all’innesto di Matteo Santucci, che porta un utile contributo al gioco dei romani, che dopo 12’45” arrivano al +9 (19-28) con Andrea Valentini. È proprio Federico Casoni con una conclusione dalla lunga distanza ad aprire la riscossa scaurese e con 7 punti contribuisce al parziale di 13-0 con cui Scauri vola sul 32-28 al 15’28”, in un incontro fino ad ora portato avanti a fisarmonica, con impennate ora dall’una ora dall’altra parte, ma che da adesso non vedrà più la Tiber mettere il naso avanti.
Scauri prosegue nel macinare gioco e con Raffaele Marzullo trova il +6 (39-33 al 17’41”), la Tiber rientra a -1, ma un fondamentale rimbalzo in attacco di Davide Serino, con fallo subito, consente a Scauri di chiudere il primo tempo in vantaggio 44-41.

Nel secondo tempo Scauri, sempre ben messa in campo, riesce a costruire un importante vantaggio, arrivando al +9 ancora con Federico Casoni (55-46 al 22’47”), ma un ottimo Daniele Ricciardi riesce a riportare la Tiber a -3 (55-52 al 24’48”). Scauri non si scompone, e nel giro di un minuto con la coppia Richotti-Provenzani, riporta il vantaggio a +9 (61-52). In un’azione d’attacco Andrea Valentini, fino ad allora molto positivo, ricade male subendo al contatto con il terreno un contraccolpo (il giovane tiberino è soccorso dal medico sociale del Basket Scauri, Antonio Monti, con il personale paramedico di supporto, e un altro medico presente in tribuna, i quali per precauzione ne dispongono l’invio all’ospedale di Formia). Gli arbitri fermano in ritardo il gioco, cosa che provoca le giuste, ma vibranti proteste dei romani, ai quali sono fischiati un tecnico alla panchina e uno a Padovani. Scauri riesce ad approfittare della situazione e andare al +14 (68-54 al 28’46”), prima che Filippo Bertoldo fissi il punteggio del terzo parziale sul 68-57.
A inizio ultimo quarto Bertoldo e Ricciardi portano la Tiber a -6 dopo 13” (68-62), ma Scauri non si disunisce a riprende fiato (76-62 al 32’) grazie a due conclusioni pesanti di Joshua Giammò. Il vantaggio si mantiene costante sui dieci punti, prima che qualche fischio molto dubbio della coppia arbitrale e alcune giocate dei romani, non permettano alla Tiber un pericoloso ritorno in partita, che con Andrea Santucci arrivano a -3 (84-81 al 37’35”) e ancora Daniele Ricciardi al -2 (84-82 al 38’17”). Ma Scauri riesce a gestire con molta padronanza le fasi concitate della partita, cosa che non fa la Tiber. Andrea Longobardi cattura un fondamentale rimbalzo su un tiro libero sbagliato da Simone Manzo a 19” dal termine, subendo un fallo che lo porta in lunetta. Freddamente fa 2/2 chiudendo la partita e consegnando a Scauri una vittoria meritatissima.

Nelle fila della Tiber, buona prova di Daniele Ricciardi (27, 9/25 al tiro, 8/9 ai liberi) che però spesso dimentica che in campo ci sano anche altri quattro compagni di squadra e inventa senza successo tiri da oltre 10 metri, eccellenti Matteo Santucci (20+9 con 4/9 da tre punti) un giovane di bellissime speranze, come Andrea Valentini (13+5) fin tanto che non si è infortunato. Un po opaca la prestazione di Filippo Bertoldo (12 e 2/7 da tre punti), buona la regia di Andrea Dal Sasso (6+5).
Nello Scauri ottima prestazione di squadra, con cinque giocatori in doppia cifra. Bellissima prestazione del giovane Federico Casoni (14+9 e 21 di valutazione in 23’ di gioco) che ha dato un contributo fondamentale alla vittoria finale, galvanizzato forse anche dalla presenza della famiglia sugli spalti; ancora una volta determinante con la sua esperienza Joshua Giammò (18+5, 4/8 da tre punti e 17 di valutazione), come Andrea Longobardi (14+7), Davide Serino (13+10), Vincenzo Provenzani (11) e Dante Richotti (8+5), ma bravi anche Raffaele Marzullo (4) e Simone Manzo (6) quando chiamati in campo.

Contento a fine partita l’allenatore Renato SabatinoSiamo stati bravi, anche se la Tiber ci ha dato parecchio filo da torcere. Devo fare i miei complimenti a Federico Casoni per la prestazione sopra le righe di questa sera, che dimostra come il lavoro che abbiamo fatto quest’anno, tra Società e staff tecnico, sia stato ripagato da questi straordinari ragazzi con le loro prestazioni. Abbiamo fatto quello che ci eravamo ripromessi a inizio campionato, per cui non possiamo che essere soddisfatti. Peccato solo per la vittoria di Catanzaro”.
E in effetti, un vero peccato è la sorprendente vittoria di Catanzaro, che regala a Palestrina la prima sconfitta casalinga in campionato, e a se stessa l’ottavo posto in classifica con una partita ancora da giocare, contro Costa d’Orlando, ormai inutile essendo i siciliani fuori dal discorso play-off.
Dal canto suo, Scauri andrà a recare visita alla retrocessa Isernia, contro la quale vorrà chiudere nel migliore dei modi un campionato travagliato, ma nel quale grazie al duo SabatinoPontecorvo tutti i giocatori, soprattutto i giovani, hanno messo in vetrina le loro qualità e con il bel gioco espresso quanto la coppia di tecnici sia riuscita a trasmettere loro.

 

Basket Scauri –Tiber Roma 88-84 (18-21, 26-19, 24-19, 20-25)

Basket Scauri: Dante Richotti 8, Davide Serino 13, Raffaele Marzullo 4, Simone Manzo 6, Vincenzo Provenzani 11, Andrea Zolezzi n.e., Andrea Longobardi 14, Federico Casoni 14, Alexandru Varga n.e., Joshua Giammò 18.
Allenatore: Renato Sabatino

Tiber Roma: Daniele Ricciardi 27, Filippo Bertoldo 12, Federico Padovani, Andrea Dal Sasso 6, Andrea Valentini 13, Adriano Moretti 4, Marco Reali, Matteo Santucci 20, Alessandro Galli, Giorgio Algeri n.e., Leonardo Galli 2.  Allenatore: Marco Polidori

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy