Serie B Semifinale Rieti-Montegranaro , la preview

Serie B Semifinale Rieti-Montegranaro , la preview

Commenta per primo!

Sarà tra la Prometeo NPC Rieti e la Poderosa Montegranaro la semifinale dei playoff di serie B. La partita che tutti aspettavano, ma che tutti temevano, una sorta di finale anticipata, anche se non bisogna sottovalutare le altre due semifinaliste Palestrina e Eurobasket Roma, ma questa è certamente la semifinale più intrigante, tra due squadre che erano date come favorite a inizio campionato, e hanno rispettato i pronostici, a parte l’inserimento della squadra di coach Lulli.
Forse la semifinale più interessante di tutto il panorama della Serie B, sicuramente lo sarà per le città in causa che si preparano a vivere una settimana, o forse 10 giorni, infuocati, e non solo per le temperature di questi giorni.
Rivalità storica quella tra le due città, la Sebastiani e la Sutor si sono cimentate tre volte nei playoff e la squadra reatina è sempre uscita sconfitta, ora le due rivali storiche non ci sono più, c’è la NPC e la Poderosa, ma l’attesa, soprattutto in casa reatina è spasmodica. Rieti ha saputo mettere da parte la delusione per tutto ciò che è accaduto negli ultimi anni, la città e gli appassionati di basket si sono stretti intorno a Peppe Cattani e al suo club per un ritorno in Lega2 che appare molto difficile ma non impossibile.
A Montegranaro invece la delusione per la Sutor ha impedito il riavvicinamento dei tifosi, i Sutor Rangers e la maggior parte dei tifosi hanno deciso di non appoggiare il tentativo di rilancio di Dino Bigioni e del suo club. Dopo la cavalcata nella stagione regolare un po’ di tifosi si sono riavvicinati alla società veregrense, che spera in una Bombonera stracolma di entusiasmo per questi playoff. Ma sicuramente tanti tifosi e tanto entusiasmo ci saranno anche a Rieti domenica pomeriggio quando inizierà questa semifinale, per Rieti e i suoi tifosi Montegranaro , Sutor o Poderosa che sia, è sempre Montegranaro, uno spauracchio da sconfiggere a tutti i costi.
Ora la parola passa al campo e la Poderosa è un avversario da prendere con le pinze, dopo un inizio difficoltoso, con problemi in regia, e una sonante sconfitta proprio a Rieti, la squadra di coach Furio Steffè ha innestato due pedine di sicuro valore, il playmaker Alessandri e l’ala forte Micevic, il risultato è stato evidente, una serie ininterrotta di vittorie fino al termine del campionato, con il solo neo della pesante battuta di arresto di Roma contro l’Eurobasket, sconfitta che è costata alla squadra di Steffè il 1° posto, scendendo addirittura al 3° superata da Palestrina e Rieti.
Squadra che basa il suo gioco su un attacco molto forte, nettamente il migliore del girone. Una squadra che nasconde alcune lacune difensive con un attacco esplosivo, con i lunghi Micevic Gatti e Ravazzani che sanno trovarsi i tiri anche lontano dal canestro, aprendo le difese avversarie e permettendo tiri aperti e penetrazioni a giocatori di notevole talento offensivo come Coviello e Ciribeni, ben guidati dal play Alessandri. Unico neo per i marchigiani è la panchina, da cui esce, oltre uno dei 3 lunghi a rotazione, il solo Andreani a dare il cambio agli esterni, visti i problemi fisici che hanno caratterizzato tutta la stagione di due pilastri storici della squadra come Capitan Berdini e Temperini.

Rieti ha avuto un andamento più regolare, partita male con la sconfitta con Senigallia ha man mano trovato le chiavi per regalare vittorie e bel gioco ai suoi tifosi. Gli scontri diretti non sono mai stati giocato al completo dalle 2 squadre, nella netta vittoria reatina della gara di andata per Montegranaro ancora non c’era il play Alessandri e Micevic era appena arrivato e non pienamente inserito negli schemi della squadra. Nella gara di ritorno, vinta di poco ma con merito dai veregrensi, nelle file reatine mancava l’ala Benedusi, uno dei migliori difensori di tutta la Serie B e il vero collante della squadra di coach Nunzi. Ora le squadre sono al completo e si preannuncia una semifinale equilibrata e spettacolare.
Una squadra, quella reatina, che non si basa sulle prestazioni dei singoli giocatori, ma tutti danno il loro contributo. Il play Stanic sa andare al tiro ma è soprattutto un eccellente costruttore di gioco, sapendo mettere in ritmo al meglio gli attaccanti reatini Iannone e Spizzichini, i migliori marcatori di una squadra dove 8 elementi possono andare costantemente in doppia cifra, con eccellenti tiratori come Granato e Giampaoli che escono dalla panchina e possono ribaltare le partite in un qualsiasi momento. Sotto canestro agirà il tosto Rosignoli, si prevede un bel duello con Ravazzani, e in più ci sarà il veteranissimo “Picchio” Feliciangeli, idolo del PalaSojourner e unico reduce, tra i 20 giocatori in campo, delle bollenti sfide del passato tra Sebastiani e Sutor.
Rieti avrà il vantaggio dell’eventuale gara5 casalinga, ma ai playoff si azzera tutto, Rieti e Montegranaro ripartono dal 2-0 rifilato rispettivamente a Luiss e Cassino e ora si riparte da Rieti al meglio delle 5 gare, si inizia domenica 10 al palaSojourner alle 18.
Gara1 domenica al PalaSojourner al canonico orario delle 18 e gara 2 martedi ancora al palaSojourner alle ore 20,30. Poi ci si trasferirà alla Bombonera di Piazza Martiri d’Ungheria per gara 3 venerdi 15 alle ore 21,15 e l’eventuale gara 4 di domenica 17 alle 18. Se mai ce ne fosse la necessità mercoledi 20 alle ore 20,30 tutti al PalaSojourner per una gara5 da sconsigliare ai deboli di cuore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy