Serie B. Successo Scauri, ma onore alla Stella Azzurra

Serie B. Successo Scauri, ma onore alla Stella Azzurra

Commenta per primo!

Vince lo Scauri una partita non facile contro una Stella Azzurra, che all’andata aveva prevalso con merito contro i biancoazzurri, e le premesse della vigilia vengono confermate da una partita non bellissima, ma ricca di emozioni.

I romani sono reduci dalla brillante partita di Napoli, persa di sei punti (61-67) e confermano i progressi che l’allenatore Germano d’Arcangeli auspicava di vedere.
Scauri presenta Richotti, Bagnoli, Lombardo, Salvadori e Giammò, mentre Roma contrappone Da Campo, Rodonjic, Lazar Nikolic , Seye e Guariglia, schierandosi entrambe con la difesa a uomo, che adotteranno per tutta la partita.

Parte bene la Stella Azzurra, molto concentrata, il punteggio è sempre in equilibrio, il gioco è molto maschio, tanto da costringere gli arbitri a richiamare gli allenatori per dare indicazioni ai loro giocatori per un comportamento più sportivo in campo.
La Stella Azzurra è più dinamica, D’Arcangeli ruota 9 dei suoi 10 effettivi già nel primo quarto e Roma prova a piazzare un piccolo allungo (17-22 al 9’), prima che Scauri riduca subito lo svantaggio, chiudendo il primo quarto a una lunghezza (21-22).

Nel secondo quarto i padroni di casa cercano di prendere le misure ai giovani romani e con Salvadori da tre punti realizzano il sorpasso al 4’ (28-26), prima che Richotti con 4 punti consecutivi allunghi il vantaggio dello Scauri a +6 (32-26). Renato Sabatino dà fiato al suo capitano e l’ingresso di Pagano non ne fa sentire la mancanza. I delfini gestiscono il vantaggio, Sirikas tenta un’improbabile schiacciata davanti a Bagnoli che ben difende, recupera palla e favorisce il parziale di 4-0 con Lombardo che sulla sirena chiude il primo tempo con il massimo vantaggio per Scauri (40-32).

Nel terzo quarto Scauri parte subito forte e con Salvadori prima (44-34 al 2’) e Bagnoli allunga il divario in doppia cifra (48-36 al 4’). I padroni di casa amministrano il vantaggio, impedendo alla Stella Azzurra di trovare il bandolo della matassa, grazie anche a un’efficace difesa. Il tempo si chiude con Scauri ancora a +8 (54-46).

Ultimo quarto nel quale Roma parte subito forte e determinata, provando a ridurre lo svantaggio, complice anche una decisione molto strana del primo arbitro che fischia un incredibile fallo tecnico a Bagnoli, subito compensato da un fallo in attacco fischiato ai romani dal secondo arbitro.

L’inerzia della partita però è per Roma, che al 3’ impatta (57-57) con Lazar Nikolic da tre punti. Inizia una fase di grande equilibrio, che costringe Renato Sabatino a chiamare sospensione, che determinerà la svolta dell’incontro. Salvadori piazza subito un tiro da tre punti (62-59 sulla sirena dei 24 secondi) al 35’.
La Stella cerca di farsi sotto, ma ormai Scauri ha preso le misure dell’incontro e grazie a una penetrazione di Lombardo si porta a +5, mettendo un margine che diventa incolmabile (66-61 al 38’30”); sul ribaltamento, Bagnoli cattura il suo decimo rimbalzo e nell’azione successiva sbaglia il colpo di grazia, ma sul rimbalzo si avventa uno stratosferico Richotti, Davide in mezzo ai Golia romani, che sancisce la fine della partita, chiusa da quattro tiri liberi di Giammò che sentenzia il 70-63 finale.

Nelle fila della Stella Azzurra confermati i grandi progressi fatti fino ad ora che la collocano in una posizione tranquilla di classifica. Ottima la prova difensiva, che limita Scauri a soli 70 punti, costringendo spesso i padroni di casa a giocare al limite dei 24 secondi. Su tutti la grandissima prova del giovane Emanuele Trapani (classe 1999), autore di 21 punti e di una partita giocata con grande intelligenza, con lui e Da Campo (13), ma un po appannato rispetto ad altre prestazioni, Radonjic (13) e buona la prova difensiva di Guariglia (10+9) su Bagnoli.

Scauri dal canto suo ha trovato nell’esperienza dei suoi senatori la chiave dell’incontro, con Bagnoli (18+11 e 25 di valutazione) e Richotti, ancora limitato da un problema al quadricipite (10 punti, 8 assist e 22 di valutazione). Buone anche le prove di Salvadori (16), Lombardo (10) e Giammò (13), determinanti nei momenti cruciali nella gestione della palla e nella realizzazione di punti pesanti, e ottime le prove dei giovani Pagano, che ha saputo gestire la squadra nel momento in cui l’allenatore lo ha chiamato a sostituire Richotti, e Manzi, che ha fatto valere il suo atletismo (2 stoppate).

Alla luce anche degli altri risultati, Scauri conferma il settimo posto, in attesa della difficile trasferta della prossima settimana contro l’Azzurro Napoli, oggi sconfitta a Scafati solo nel finale.

IN PIU’ BROKER SCAURI – STELLA AZZURRA ROMA 70-63 (21-22, 40-32, 54-46)

SCAURI: Richotti 10, Giammò 13, Lombardo 10, Salvadori 16, Bagnoli 18, Pagano 2, Martino 1, Manzi. N.e.: Scampone e Varga. Coach. Sabatino.

STELLA AZZURRA: Nikolic L. 3, Da Campo 13, Radonjic 13, Seye 2, Guariglia 10, Trapani 21, Nikolic S. 1, Ulaneo, Sikiras, Ianelli. Coach: D’Arcangeli.

ARBITRI: Soavi di Cagli (PU) e Lupelli di Aprilia (LT).

FONTE: Area Comunicazione Stella Azzurra Roma

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy