Serie B. Taranto finalmente corsara a Mola

Serie B. Taranto finalmente corsara a Mola

Arriva nel momento più importante della stagione la prima, attesa, sospirata, agognata, vittoria in trasferta per Casa Euro Basket Taranto.

Commenta per primo!

GEOFARMA MOLA-CASA EURO TARANTO 82-86

Geofarma Mola: Sorrentino 7, M. Stimolo ne, D. Stimolo ne, Musci 16, Bastone 17, Didonna 14, Pavone, De Leone 16, Angelini 12, Calò. All.: Miriello..

Casa Euro Basket Taranto: Osmatescu 2, Circosta 44, Malfatti 3, Orlando 3, S. Potì 10, Conte 4, Tinto 3, Bastoni 17, Stola, Della Torre. All: Putignano.

Parziali: 24-19, 40-37, 58-61

Arbitri: Dario Lombardo di Trapani e Giuseppe Antonio Giordano di Gela (CL).

Arriva nel momento più importante della stagione la prima, attesa, sospirata, agognata, vittoria in trasferta per Casa Euro Basket Taranto che si è aggiudicata lo scontro diretto di Mola contro la Geofarma in piena lotta in zona retrocessione. Al PalaPinto il Cus Jonico trova i primi punti lontano da casa trascinati letteralmente da un Circosta immarcabile autore di 44 punti con 14/24 al tiro, 8/10 da due, 6/14 da tre e 10/13 ai liberi, semplicemente impressionante. Ma tutta Casa Euro ha funzionato, 17 punti per Bastoni, 10 per Potì, soprattutto senza smarrirsi dopo la falsa partenza dei primi due quarti e il gap arrivato anche a -13 nel secondo quarto salendo in cattedra dopo l’intervallo.

Coach Putignano parte con Circosta, Conte, Bastoni, Poti’, Orlando. Coach Miriello all’esordio davanti al pubblico di casa inizia con Musci, Didonna, Angelini, Bastone, Sorrentino.

Falsa partenza per Taranto, l’altro neo arrivato in casa molese, Sorrentino piazza la tripla che apre il 7-0 di break. La sveglia per il Cus la suona Circosta con 5 punti in fila. Potì risponde a Bastone per l’11-7 a metà gara. Un’altra tripla di Angelini vale il +7 dei padroni di casa rispedito subito al mittente ancora da Potì e dalla tripla di Circosta per il 16-14 al 6’. La partita adesso è in equilibrio: Bastoni del Cus risponde a Bastone di Mola (e non è un gioco di parole…) mentre Casa Euro arriva anche al -1 con un po’ di imprecisione dalla lunetta di Tinto e Circosta. Poi nel finale di quarto Bastone e De Leone costruiscono il 24-19 per la Geofarma.

L’uscita dai blocchi del 2° quarto è ancora traumatica per Taranto: Mola piazza un altro break, 6-0 con Musci e De Leone. Sembra di rivivere l’avvio di gara visto che è sempre Circosta a svegliare i suoi, a metà gara però il gap resta a ridosso della doppia cifra quando Angelini ribadisce il 34-25 per una Geofarma che sembra scappare via quando De Leone prima e Sorrentino poi firmano il +13 al 17’. Ma Casa Euro non demorde e gioca un finale di quarto degno di nota: Circosta, Potì e Bastoni prendono in mano la squadra e rispondono con un controbreak di 10-0 che riapre completamente la partita, si va all’intervallo sul 40-37 interno.

Dopo la pausa non c’è falsa partenza per il Cus Jonico, ci mette un attimo Circosta a piazzare la tripla del 40 pari, lo stesso tempo che ci mette Di Donna a rispondere per le rime. Ancora Circosta, indiavolato, due canestri di fila e primo vantaggio assoluto per Taranto, 43-44 al 23’. Ma anche Di Donna è “on fire”, pure lui segna due volte e Mola torna avanti di 6 in un minuto quello che serve a Potì e Circosta, con un libero di Orlando, per riazzerare ancora il gap, 50-49 a metà 3° quarto. Si torna a giocare punto a punto: Bastoni risponde ad Angelini, poi Conte per il nuovo pari a 53 al 27’ e ancora Circosta per il 57-57 a 2’ dalla fine del quarto che è un crescendo per Taranto che chiede avanti con i canestri di Circosta e Conte per il 58-61.

L’ultimo quarto è un altalenarsi di emozioni. Osmatescu e Bastoni infilano i canestri della prima fuga ospite, un +8 che dura poco però, il tempo che serve a Musci, Di Donna e Bastone per colmare il gap fino al -1 Mola a 7’ dalla fine. Circosta prova a ricostruire il margine, Musci a distruggere. Il canestro di Malfatti vale il 68-73 a 5’ dalla fine ma Musci è scatenato e segna da tutte le posizioni. Taranto allora si affida a Orlando e al solito Circosta e resta avanti di 2 alle soglie degli ultimi 120 secondi. L’ennesimo pari lo firma Sorrentino dalla lunetta, prontamente Circosta infila la tripla del +3 Taranto arrotondato a +4 da Potì a un solo minuto dalla sirena. Mola dimezza con Bastone e ricorre al fallo sistematico, Circosta non perdona dalla lunetta per una vittoria che viene “sigillata” da Malfatti e Bastoni: finalmente si può esultare lontano dal PalaMazzola!

Dove si torna domenica prossima, dove Casa Euro Taranto aspetta la capolista Montegranaro.

FONTE: Ufficio Stampa Cus Jonico Basket Taranto

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy