Serie B. Taranto, prima sgambata per la Calabria band: “Voglio una squadra che sappia correre”

Serie B. Taranto, prima sgambata per la Calabria band: “Voglio una squadra che sappia correre”

Commenta per primo!

Clima disteso, volti abbronzati e tanto entusiasmo. Così il “primo giorno di scuola” per Casa Euro Basket Taranto che si è ritrovata (ieri) al PalaMazzola per iniziare (oggi), la preparazione in vista del terzo campionato di Serie B consecutivo della sua storia.

Il presidente Sergio Cosenza e il dirigente responsabile Roberto Conversano, insieme con gli altri dirigenti, hanno incontrato vecchi e nuovi giocatori nella sala riunioni del palazzetto di via Venezia. “È stato un modo come un altro per conoscersi, per cominciare a fare gruppo” le parole dei due massimi dirigenti cussini che hanno augurato “a tutti i giocatori, staff tecnico e societario, una stagione ricca di soddisfazioni” magari con qualche fortuna maggiore sul fronte degli infortuni, da vivere, ha sottolineato l’addetto al marketing, Massimo Conversano “come una grande famiglia ma di professionisti”.

Prima volta, con squadra e società, per Dante Calabria. L’ex grande giocatore di Milano e Cantù, è tornato dagli Stati Uniti per farsi apprezzare in Italia anche da allenatore ed ha scelto Taranto come prima piazza per mettere in pratica il suo basket a tutto campo: “Voglio una squadra che sappia correre, che giochi la palla con grande velocità, in perenne transizione, difesa-attacco. Io sono pronto a dare il massimo e voglio che anche voi (rivolto ai giocatori, ndr) siate disposti a fare altrettanto”. Coach Calabria deve ancora togliere un po’ di ruggine al suo italiano, dopo 5 anni di USA, ed allora a fare da interprete, reduce da un’esperienza proprio negli States, ci ha pensato il giovane nuovo acquisto Panzieri. Tra i sorrisi degli altri giocatori ha subito fatto intravedere tutta la sua spiccata naturalezza partenopea l’altra novità in roster, Roberto Maggio. Tra i vari nuovi volti, Osmatescu e Tinto, ecco i tanti giovani confermati reduci dallo splendido 2014/2015 sotto l’egida VirtCus (promozione in D e finali nazionali “elite” under 19): Pannella, Conte, Stola, Bitetti, Fortunato e così via, pronti ad un’altra entusiasmante stagione che vedrà il Cus Jonico riportare i colori di Taranto dopo 22 anni a disputare un campionato giovanile nazionale under 20, la DNG.

Non è mancato l’incitamento di Umberto Ingrosso che per il terzo anno di fila, il secondo da main sponsor con il suo brand Casa Euro, sarà come al solito in prima fila, come partner ma soprattutto come tifoso.

A chiudere le presentazioni l’esortazione del responsabile amministrativo, Luca Cosenza: “Taranto ha bisogno di una squadra che giochi bene, che dia spettacolo per attirare la gente al PalaMazzola. Se giochiamo bene nell’80% dei casi si vince, questo deve essere il nostro obiettivo”. Da buon capitano invece Potì si aspetta i fatti: “Personalmente non vedevo l’ora che questo giorno arrivasse, ho tanta voglia di allenarmi e giocare dopo l’operazione al ginocchio e so che ognuno di noi darà il massimo per il Cus Jonico”. Infine, la parte forse più dolorosa che verrà a partire da oggi, il fitto programma di allenamenti esposto da Giuseppe Diciolla: “Il coach vuole gente che corre per 40 minuti, quindi preparatevi a lavorare sodo. Se avete qualcosa in contrario dite pure ma poi si fa come dico io” ha scherzato il preparatore atletico Virtcussino. Mentre da oggi si scherza di meno, spazio al sudore delle doppie sedute di allenamento, il match d’esordio con Ortona del 27 settembre non è poi così lontano…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy