Serie B. Teramo, Mario Boni testimonial della campagna abbonamenti

Serie B. Teramo, Mario Boni testimonial della campagna abbonamenti

Grande ritorno per una vecchia gloria del Teramo Basket: “Ricordi indelebili qui!”

Commenta per primo!

Questa mattina, presso la sede societaria, si è svolta la presentazione della campagna abbonamenti della Teramo Basket 1960 per la stagione 2016/17. Testimonial d’eccezione della campagna una vera e propria vecchia gloria della pallacanestro teramana, un giocatore che ha infiammato il cuore dei tifosi biancorossi nello storico campionato di A2 2002/03, nel quale arrivò la promozione nella massima serie al primo anno, e nei primi anni di Serie A: “Super” Mario Boni.

Dopo una breve introduzione del Presidente Ruscitti, nella quale ha anche annunciato che sarà ancora La Meta srl il main sponsor per la stagione, ha preso la parola proprio Boni: “Ringrazio il Presidente e la società in generale per avermi scelto come testimonial per la campagna abbonamenti, sono molto contento di vedere che a Teramo il basket è tornato a livelli consoni per quella che è la sua storia. Ricordo che dopo la storica promozione in Serie A, tutti mi chiedevano come avrei giocato nei futuri derby con Roseto, con la quale avevo giocato per due anni prima di trasferirmi a Teramo: risposi che dopo aver provato le atmosfere del derby di Salonicco tra Paok e Aris niente mi spaventava più, e che lo avrei dimostrato sul campo. Spero che per Teramo sia solo l’inizio di una grande avventura che li riporti di nuovo in Serie A!“.

Al termine della conferenza, Mario ha gentilmente risposto anche ad alcune nostre domande sul campionato che Teramo andrà ad affrontare: “Come tutti sappiamo Teramo, per questioni legate al ripescaggio, è stata inserita nel girone C invece che nel girone D, che gli competerebbe territorialmente. Questo comporterà certamente qualche ostacolo in più sia per la squadra, che si troverà a dover affrontare trasferte lunghe nel Sud Italia, sia per la società, che per quelle trasferte spenderà di più e non avrà neanche il ritorno economico che avrebbero dato le affluenze ai due derby con Campli e Giulianova. In ogni caso, la serie B non è un campionato facile: è un campionato lungo e dispendioso di energie, in ogni partita è fondamentale mettere insieme prestazioni importanti per non perdere la concentrazione. Devo ammettere, però, che la LNP sta facendo un buon lavoro con la questione delle promozioni/retrocessioni: il sistema playoff/playout garantisce grande interscambio di squadre, e questo può solo fare bene alla pallacanestro italiana. Anche la Legabasket, fortunantamente, sta iniziando a prendere esempio“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy