Serie B: Tutto facile per l’Aquila Palermo contro Venafro

Serie B: Tutto facile per l’Aquila Palermo contro Venafro

Commenta per primo!

AQUILA PALERMO (85): Requena 19, Stella, Cozzoli 10, Antonelli 10, Rizzitiello 13, Giardina 3, Merletto 10, Di Emidio 4, Urbani 5, Ondo Mengue 11. Coach: Gianluca Tucci

AL DISCOUNT VENAFRO (34): D’Amico 6, Capuano 2, Tamburrini 12, Fossati 10, Chiari 4, Cancelli, Cardarelli, Montanaro, Minchella n.e., Loughlimi n.e. Coach: A. Mascio

ARBITRI: Giuseppe Antonio Giordano, Andrea Giacalone

PARZIALI: 26 – 4, 23 – 11, 15 – 9, 21 – 10

TIRI LIBERI: Aquila 7/14, Venafro 3/6

Palermo – Tutto facile per l’Aquila Palermo che, davanti ad un pubblico a dire il vero poco numeroso anche per l’insolito orario del match. Gara infatti che si è giocata alle 16 per consentire alla formazione molisana di rientrare in sede già in serata.

Partita a senso unico che se si esclude il primo ed unico vantaggio ospite sullo 0 – 2, ha sempre visto i padroni di casa sempre avanti. Aquila che torna al successo dopo il doppio stop casalingo di Palestrina ed Empoli e già proiettata con la testa alla trasferta di sabato prossimo a Roma contro la Stella Azzurra. Si diceva di un match senza storia dove non è bastata la buona volontà della giovanissima formazione molisana che era tra l’altro priva del sui capitano Minchella e di Loughlimi, per contrastare lo strapotere dei biancorossi palermitani.

Nel primo quarto Palermo concede solo quattro punti agli avversari chiudendo il parziale giò sul più 22.
Secondo quarto sulla stessa falsa riga di quello precedente. Aquila a bucare inesorabilmente con Requena che alla fine risulterà il top score con 19 punti. Si va all’intervallo lungo con i padroni di casa avanti di ben 34 punti.
Gli ultimi due quarti sono pura accademia. Venafro cerca di limitare i danni e Palermo che non forza le azioni offensive ed evita di infierire ulteriormente sulla squadra ospite. Finisce 85 – 34 per il palermitani che si spera, abbiano interrotto stasera, un periodo non brillante. Venafro dovrà sudare per mantenere la categoria, magari passando dalla lotteria dei play out.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy