Serie B. Udine affila le armi, serie insidiosa contro Bergamo

Serie B. Udine affila le armi, serie insidiosa contro Bergamo

Domani sera, alle ore 18, al Pala Apu di Udine, si disputerà Gara 1 dei quarti di finale dei playoff di Serie B girone B tra Apu Gsa Udine e Co.Mark Bergamo.

A Udine, giorno dopo giorno, stanno salendo le attenzioni verso questo appuntamento, quello dei playoff e in particolare quello di Gara 1 in quanto tutti, a cominciare dal Presidente passando per lo staff, i giocatori, il pubblico con il “Settore D” in testa e la città intera, si aspettano una Gsa in grado di arrivare sino in fondo questa competizione per arrivare finalmente, dopo cinque anni, in un campionato di vertice ( la A2), dopo il fallimento della Snaidero. Ovviamente, anche perché mai come quest’anno, ci saranno tante squadre a potersi contendere il salto di categoria. Per questo il Benedetti domenica sera dovrà essere ribollente di tifo così come chiesto da bomber Di Viccaro, fin dal riscaldamento della squadra guidata da coach Luca Corpaci al secondo posto a fine stagione regolare.

La Bergamo di coach Galli, sa le qualità di Udine, ma sa anche che all’interno del suo roster ci sono giocatori di esperienza e soprattutto se ben coadiuvato, ha a disposizione un bomber di razza come Bona che solo qualche settimana fa, seppur fosse marcato dai mastini difensivi di Corpaci, è riuscito a dare alla sua squadra 24 punti, di cui più della metà forzando conclusioni. Coach Galli sa bene che un eventuale vittoria passerà dalla difesa di squadra.

Galli mette in guardia la Gsa, il fattore campo non sarà determinante nel foppio o triplo confronto tra le formazioni in quanto Bergamo; gioca meglio fuori casa rispetto all’ItalCementi di Bergamo ,dove ha perso qualche punto di troppo facendo cadere il quinto e il sesto posto in classifica in favore Di Orzinuovi e Urania Milano.
Il coach orobico si aspetta una partita di sacrificio, una partita difficile, una partita da dedicare alla difesa in specie su Poltroneri, Di Viccaro e Pilotti che , se alzano le medie son letali. Galli, ha spiegato che durante la stagione regolare ha diviso bene il minutaggio dei suoi giocatori più esperti proprio per fare in modo che in un eventuale playoff, a questi, la palla non bruciasse tra le mani.

La formazione capitanata da Guffanti, cercherà in ogni modo di mettere in difficoltà la corazzata Udine e di recitare la parte della guastafeste dei playoff, in quanto giocato senza alcun tipo di pressione che viceversa, avranno tutti gli avversari compresa Udine che cercherà il salto di categoria. Udine, memore di quanto successo all’andata, dove gli orobici si imposero di 6 punti facendo fare una delle più brutte stagionali alla Gsa, dovrà giocare con pazienza cercando di non far leggere a Bergamo le giocate offensive, facendo circolare bene la palla e cavalcando i giocatori più in forma della giornata.

Qualità della Comark sono sicuramente quella di intasare l’area per cercare di far tirare in modo forzato la squadra udinese che comunque per tutti è la favorita del passaggio alla semifinale (Bologna?) e a livello tecnico e a livello tattico. Corpaci ha avvisato i suoi : il campionato incomincia adesso e, da adesso, ognuno deve lasciare spazio solo alla squadra, senza pensare neppure un secondo della partita al proprio orticello personale.

L’ultima partita contro i bergamaschi, vinta dalla Gsa, risale a solo tre settimane fa ma questo per staff e giocatori udinesi non c’entra nulla. Qui si inizia il campionato, iniziano le partite senza domani, le partite dove non si può e non si deve fallire e quindi, bisogna incominciare tutto da capo.

Udine sa che in un gioco come il suo, importante è darsi molto alla difesa da parte dei suoi ragazzi e, tramite questa, si acquisisce sicurezza anche offensiva sin da subito, al contrario la partita sarà molto difficile sin da subito. L’approccio in una partita e fondamentale specie quando si tratta di partite come i playoff da dentro o fuori.
Le due formazioni arrivano al match di domenica con tutti i giocatori a disposizione. La Gsa nell’ultimo turno aveva vinto con Crema per 67-42 mentre Bergamo ha perso contro la capolista e squadra da battere Cento.

La società bergamasca ha all’interno del suo roster giocatori talentuosi, giocatori di esperienza e fisici e che, soprattutto,sanno distribuirsi bene le responsabilità. Nell’organico  di coach Galli si annoverano giocatori come Masper, giocatore del 73 di 208cm da 9 punti, 4 rimbalzi di media; Chiarello, giocatore del 78 di 205’cm da 9 punti, 5 rimbalzi e 1 assist; Mercante, giocatore del 90 di 197 cm da 9 punti, 5 rimbalzi e 1 assist; Bona, giocatore dell’89 di 192 cm da 19 punti, 6 rimbalzi e 3 assist; Cortesi, giocatore dell’85 di 196 cm da 11 punti, 8 rimbalzi e 1 assist; Magini, giocatore dell’88 di 190 cm da 7 punti, 3 rimbalzi e 4 assist; Guffanti, giocatore dell’87 di 194 cm da 4 punti, 2 rimbalzi e 1 assist; Zanelli, giocatore del 76 di 195 cm da 7 punti, 1 rimbalzo e 1 assist; Azzola, giocatore del 94 di 190 cm da 3 punti e 1 rimbalzo; Delebili, giocatore del 92 di 192 cm da 1 punto di media; Milovanovic, giovane promessa della squadra Bergamasca, giocatore del 96 di 202 cm da 1 punto e 1 rimbalzo.
Probabile quintetto Bergamo: Chiarello- Mercante- Bona- Cortesi- Magini
Probabile quintetto Udine: Zacchetti-Pilotti-Piazza-Di Viccaro-Poltroneri
Il match di domenica sera, dove la dirigenza Apu chiede di colorare il più possibile il palazzetto di bianco-nero e di accorrere in numerosi per sostenere la squadra della propria città, sarà visibile oltre che dal vivo con cancelli che apriranno alle 16 e 30 anche in diretta sulle frequenze di Udinese Channel (110 del Digitale Terrestre) e in streaming sul sito www.fvgsportchannel.com con commento di Massimo Fontanini e coach Andrea Mura.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy