Serie B. Udine consolida il secondo posto, tutto facile a Padova

Serie B. Udine consolida il secondo posto, tutto facile a Padova

BROETTO VIRTUS PADOVA 61 – APU GSA UDINE 81

BROETTO VIRTUS PADOVA
Mabilia 2, Schiavon 14, Canelo, Contin 4, Cecchinato, Lazzaro 2, Sabbadin 11, Salvato 12, Tuci 12, Crosato 4. Coach Friso.
APU GSA UDINE
Castelli 10, Marchetti 8, Zacchetti 7, Truccolo 22, Nobile 2, Pinton 12, Ferrari 4, Maran, Vanuzzo 7, Poltroneri 9. Coach Lardo.
Arbitri Bergami e Grazia.
Note Tiri liberi: Padova 13/15, Apu Gsa 11/16. Rimbalzi: Padova 25 (Tuci 8), Apu Gsa 27 (Zacchetti e Ferrari 5 a testa). 5 falli: Poltroneri al 32’ (46-67), Canelo al 36’ (53-71) e Mabilia al 39’ (59-76); antisportivo a Poltroneri al 32’ (46-67).

Questa sera  alle ore 18, al PalaFabris di Padova, è andato in scena il derby del triveneto tra Virtus Broetto e l’ Apu Gsa Udine valevole per la settima giornata di Serie B Girone B.

Padova è una squadra molto aggressiva che gioca quasi a memoria ed ha un ottimo fondamentale nel taglia fuori ,specie offensivo. Lardo, coach dei friulani ha preparato molto bene i suoi sotto questo aspetto, non vi è dubbio che si tratta di  due squadre di rango, che non a caso veleggiano nelle posizioni che più gli competono nel girone: Padova ha una classifica tranquilla con i suoi 4 punti, Udine arriva alla sfida con un bel 5-1, nonostante il recentissimo brivido overtime contro Crema.

La gara inizia subito bene per Padova, che trova un Tuci in gran spolvero. Padova attacca bene dall’arco, mentre Udine predilige una fase offensiva mista, con penetrazione al tiro dalla media alternate a conclusioni dalla lunga distanza. La partita nel primo quarto (18-18) è perfettamente equilibrata, anche se la qualità del gioco udinese si fa già vedere rispetto all’approccio comunque corale e aggressivo del club patavino. Nel primo periodo ottime le prove friulane di Truccolo autore di 4 punti e Poltroneri  (7), si fanno rispettare anche il,pivot Zacchetti e in playmaking Marchetti. Per Padova molto bene Tuci, Schiavon , Crosato e Salvato. Nel quarto segna anche Mabilia.

Nel secondo periodo Padova incomincia ad accusare il ritmo impresso alla partita dai giocatori friulani ,che cercano subito di mettere le cose in chiaro con un parzialone di 25 a 10.Al riposo lungo si va sul punteggio di 28-43, grande la prova di Pinton che segna da qualsiasi posizione (9 punti nel quarto), in scia Truccolo e Vanuzzo che alza la voce con i suoi 5 punti. La squadra friulana poi si divide molto bene i punti e le responsabilità, mandando a canestro anche Marchetti, Poltroneri, Ferrari e Zacchetti, mentre tra i giocatori della città del Santo importante la prova ancora di un mai domo Tuci con 4 punti. Segnano anche Salvato, Manilia e Schiavon.

Nel terzo periodo, Udine parte ancora con ottime percentuali al tiro e cerca di allungare: concreta, continua ed equilibrata la formazione di Lardo, Padova arranca, al 30′ il tabellone fa segnare proprio allo scadere del periodo il massimo vantaggio bianconero: +24. Per Udine ancora strepitosa la prova balistica di Truccolo che va a segnare 8 punti nel periodo, quindi Castelli (6 punti) e Ferrari (4 punti), ma segnano anche Vanuzzo , Nobile e Zacchetti. Per la Broetto di coach Friso solo Salvato non alza bandiera bianca con i suoi 4 punti, onor di firma anche per Contin, Tuci, Sabbadin e Lazzaro.

Nel quarto e ultimo periodo Udine amministra grazie Truccolo, Castelli, Marchetti e Pinton, seguiti da un ottimo Zacchetti, nonostante la reazione d’orgoglio casalinga tutta firmata da Schiavon (11 punti nel periodo) e Sabbadin. In garbage time spazio anche al giovane Maran, la partita così finisce con un netto 61-81 che consente ad Udine di continuare a seguire la capolista Orzinuovi a -2, oggi vincente a Desio. Nel prossimo incontro la Gsa giocherà in casa contro la Sangiorgese, mentre per Padova ci sarà il derbissimo contro Vicenza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy