Serie B. Udine saluta anzitempo i playoff, sarà Bergamo l’avversaria della Fortitudo

Serie B. Udine saluta anzitempo i playoff, sarà Bergamo l’avversaria della Fortitudo

Questa sera, alle ore 18, si è disputata gara3 dei quarti di finale playoff di Serie B Girone B tra Apu Gsa Udine e Co.Mark Bergamo. La partita si è giocata in un PalaBenedetti caldissimo e colorato, che ha spinto incessantemente i ragazzi bianconeri verso l’obiettivo finale, tuttavia la gara è stata giocata sotto ritmo e in maniera nervosa da parte di un’Udine quasi impaurita, e che esce dal campo alla fine dei quaranta minuti tra i mugugni, dopo aver favorito la squadra orobica ad una vittoria finale non certo facile da conquistare, ma clamorosamente avvenuta. La Comark, dal canto suo, disputa una partita solida, la partita perfetta, di agonismo, di forza, riscuotendo appalusi meritatissmi.

La partita finisce con il punteggio di 53 a 59 per Bergamo e, come si può evincere dal risultato, la partita non può certo ritenersi spettacolare. Bello invece il pathos finale degli ultimi minuti, molto tirati, energici.

Nel primo quarto Bergamo parte forte, ed eccezion fatta per i primi due scambi di canestri da parte delle due formazioni, gli ospiti iniziano a prendere il sopravvento riuscendo a toccare fino il +12 con Masper a 2 minuti e 20 secondo dalla fine del quarto. A questo punto, Udine serra le fila e riesce a contenere a 10 i punti di distacco con una delle solite giocate da manuale di Poltroneri. Alla fine del primo quarto il punteggio segna 11-21. Nel secondo quarto, la partita horror di Udine continua per altri quattro giri di lancette, quando con una giocata da 2+1 Masper porta a 14 le lunghezze di vantaggio Bdi ergamo . A questo punto, Udine reagisce con fermezza grazie a Zampolli, Poltroneri e Di Viccaro che riportano la squadra udinese a suon di triple fino al -4. Il tiro finale è però di Bona che riallunga a 6 punti il margine a favore degli orobici.

Nel terzo quarto le due squadre segnano pochissimo. La tensione e il nervosismo salgono giocata dopo giocata, il pubblico trainato dal Settore D prova a scuotere la squadra di casa, ma i giocatori riescono ad uscire dal letargo solo a fine del quarto. Per Bergamo segnano Cortesi 5 punti e Chiarello 4 punti in serie, portando a nuovamente 13 punti il vantaggio della Co.Mark. Mlinar, Anello , Zampolli e nuovamente Anello in una delle sue migliori partite stagionali, fruttano però il -5 a fine quarto quando, il punteggio segnala il 40-45 Bergamo.

Nell’ultimo periodo è battaglia, il palazzetto una polveriera. Bergamo preme sull’acceleratore con Zanelli e con il 2+1 di Guffanti, ma Poltroneri ricuce con 4 punti in serie. Udine a questo punto, sembra avere l’inerzia dalla sua parte, Pilotti regala anche il -3. Anello recupera una caterva di palloni che però, purtroppo per Udinen non son sfruttati da Zacchetti, Pilotti, Piazza, Poltroneri e Di Viccaro e Zampolli, che sbagliano anche dei canestri elementari poi rivelatisi decisivi. Anello però torna a sbloccare il match e porta a -1 gli udinesi. Chiarello, su doppio errore di Zacchetti dalla lunetta, pensa di riservare la sorpresa più grande agli udinesi con un auto canestro in tap-in a 2 minuti dal termine. A questo punto Udine perde completamente la lucidità, e questo anche per il grande sforzo profuso per la rimonta. Al contrario Bergamo è lucida, spietata, la squadra non ha nulla da perdere, e segna 2/2 dalla lunetta con Chiarello. Quando mancano 42 secondi al termine Poltroneri sigla il pari, ma una tripla di Magini e un 2/2 di Bona chiudono il match. Udine perde il match 53-59 Bergamo, che affronterà in semifinale Bologna.

Udine: Piazza 0; Zacchetti 6; Di Viccaro 6; Pilotti 3; Poltroneri 20; Anello 7; Zampolli 9; Mlinar 2 ; Fontecchio. N.E Principe.

Bergamo: Bona 13; Cortesi 7; Mercante 7; Magini 5; Chiarello 10; Guffanti 6; Azzola; Zanelli 2; Masper 9. N.E: Deleidi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy