SERIE B UFFICIALE – Colpo San Vendemiano, arriva l’ex Jesi e Siena Stefano Borsato

SERIE B UFFICIALE – Colpo San Vendemiano, arriva l’ex Jesi e Siena Stefano Borsato

Play annata 1986, sbarca a San Vendemiano per rafforzare ulteriormente, con la sua qualità ed esperienza, un gruppo che sta facendo già piuttosto bene.

di La Redazione

Diamo il benvenuto al nuovo arrivato Stefano Borsato: play annata 1986, sbarca a San Vendemiano per rafforzare ulteriormente, con la sua qualità ed esperienza, un gruppo che sta facendo già piuttosto bene. Il tutto a conferma del fatto che la società Rucker Sanve, anche a livello dirigenziale, è ben concentrata sugli obiettivi che vuole raggiungere.

Raccontaci un po’ di te
Sono cresciuto nelle giovanili della Benetton e poi, appena terminate le scuole superiori, ho deciso di fare della pallacanestro la mia professione. Volevo giocare a basket e ho colto l’opportunità offerta da Pistoia, iniziando la mia carriera dalla serie B: dopo due stagioni il salto in serie A2 dove sono rimasto per 10 anni, passando per Roseto, Ferrara, Forlì, Jesi, Piacenza e Siena. In questo 2018-2019 finora non ho giocato ma ho risposto molto volentieri a questa chiamata della Rucker Sanve con la convinzione di poter dare un contributo alla causa. L’amicizia che mi lega al general manager Gherardini, la conoscenza del coach Mian e l’aver seguito in qualche modo la crescita in questi ultimi anni di questa società sportiva, sono tutte cose che mi hanno tolto qualsiasi dubbio nel decidere di accettare la proposta.

Caratterialmente come ti definiresti. Chi ti conosce ci parla delle tue qualità ma anche del fatto che sei un trascinatore
Sono piuttosto riservato, educato e di poche parole. Diciamo che il termine trascinatore mi sta bene: lo sono in campo ma, appunto, non con le parole. Sono un professionista e come tale faccio le cose come vanno fatte, anche fuori dal campo. Ho pieno rispetto dei ruoli, dei compagni e degli avversari: per il resto, come credo si sia capito, cerco sempre di esser utile alla squadra con i fatti.

Arrivi alla Rucker Sanve a campionato inoltrato, non per coprire infortuni ma per aggiungere ancor più sostanza e solidità alle ambizioni delle società. Come vedi questo tuo inserimento in corsa nel gruppo
Lo vedo assolutamente in modo positivo. Mi è successo altre volte di raggiungere una squadra a campionato in corso e non ho mai avuto problemi di ambientamento: ci vorrà qualche giorno per assimilare ma mi metto pienamente a disposizione di compagni e staff tecnico. Non credo che l’obiettivo immediato sia quello di conoscere tutto e tutti ma piuttosto sono convinto che dovrò principalmente focalizzarmi sul gioco. Vorrei che il mio contributo fosse utile soprattutto da questo punto di vista, con l’obiettivo finale di far realizzare canestri alla squadra, fare buone prestazioni e vincere il più possibile.

Grazie Stefano. Poche parole che ci hanno indubbiamente incuriosito. Per cui: arrivederci a prestissimo.

FONTE: Uff. Stampa Rucker Sanve

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy