SERIE B UFFICIALE – Donato Avenia non è più head coach di Valmontone

SERIE B UFFICIALE – Donato Avenia non è più head coach di Valmontone

La decisione, resa nota questa mattina, è stata maturata “di comune accordo” dal coach campano e dal presidente della società casilina Massimo Leone.

di La Redazione

Coach Donato Avenia non sarà il capo allenatore della Virtus Valmontone (serie B) nella prossima stagione sportiva 2018/2019.
La decisione, resa nota questa mattina, è stata maturata “di comune accordo” dal coach campano e dal presidente della società casilina Massimo Leone.

Nominato capo allenatore all’inizio della scorsa stagione – dopo alcuni anni dedicati ad insegnare basket a Colleferro – Avenia ha condotto la Virtus Valmontone al miglior risultato della sua storia: le semifinali dei play off per la serie A.

Il coach ha chiuso la stagione regolare al 5° posto (19 vittorie e 11 sconfitte), con la soddisfazione di aver raccolto lungo il cammino scalpi eccellenti come quello della Virtus Cassino (poi promossa in serie A), battuta sia all’andata che al ritorno ed il rammarico di aver chiuso i play off in maniera forse anticipata e per colpe non proprie.

«Ringrazio Donato per averci regalato, insieme alla squadra ed al suo staff, una stagione intensa e ricca di soddisfazioni – ha detto il presidente Massimo Leone – sicuramente al di sopra di quelle che erano le nostre più rosee aspettative. Abbiamo deciso di comune accordo di non proseguire la nostra collaborazione proprio perché abbiamo vissuto una stagione per certi versi irripetibile, ed era dunque giusto che sia noi che coach Avenia decidessimo di proseguire il cammino in base alle proprie esigenze ed alle proprie aspettative. Donato mi ha garantito che resterà un tifoso della Virtus così come noi saremo sempre i primi suoi tifosi, per il segno non solo tecnico ma soprattutto umano, che ha lasciato in questa società».

«Ringrazio il presidente e tutto lo staff dirigenziale per avermi dato questa opportunità – ha detto Avenia – Personalmente sono felice del risultato che ha scritto il campo, oggettivamente non facile né preventivabile, con una squadra totalmente nuova e ricostruita da zero rispetto alla passata stagione. Mi riempie d’orgoglio aver scritto questa pagina importante della storia della Virtus ma, soprattutto, sono felice di aver collaborato ad aggiungere un altro step nel percorso di crescita di questa società che, anno dopo anno, si sta affermando come una solida realtà sportiva e sociale del territorio».

FONTE: Uff. Stampa Virtus Valmontone

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy