Serie B. Un Pinton glaciale regala a Udine una vittoria al fotofinish

Serie B. Un Pinton glaciale regala a Udine una vittoria al fotofinish

Al PalaBenedetti va in scena la sesta giornata d’andata per il girone B tra Apu Gsa Udine e Erogasmet Crema. Entrambe le squadre si trovano al secondo posto in classifica e vincere questo match significa portarsi a due punti di vantaggio sulla formazione avversaria, rimanendo ancorati alla vetta.
Anche questa sera Crema, miglior difesa del girone, si dimostra un osso duro da battere per i ragazzi di coach Lardo che, sebbene abbiano giocato una gara in crescendo, vincono il match solo all’overtime e solo grazie alla tripla di un Pinton glaciale dall’arco a un secondo dal termine. La Gsa quindi si porta a casa una partita equilibrata e di altissimo livello, ricca di colpi di scena da clima play-off. Onore però all’Erogasmet Crema che è arrivata al PalaBenedetti giocandosi il tutto per tutto e dimostrando di poter mettere in difficoltà qualsiasi formazione.

Quintetto Udine: Vanuzzo, Poltroneri, Pinton, Marchetti, Castelli.
Quintetto Crema: Bozzetto, Liberati, Del Sorbo, Tardito, Montanari.

Liberati apre questa sesta giornata del campionato di serie B maschile e lo fa con un tiro dalla lunga ditanza per il primo vantaggio dei cremaschi. Poltroneri non tarda a rispondere ed è subito 2-3. Crema, in questi primi minuti, sembra leggere meglio la partita: il mini-parziale di Del Sorbo porta il punteggio a 4-10 a 7’30. L’Apu non riesce ad ingranare mentre la formazione ospite sfrutta molto bene l’ottima percentuale al tiro (3/4 da tre) per mettere ben 8 lunghezze di differenza con gli avversari a metà primo periodo. A ’52 Truccolo spara la tripla del -4 (16-20) e Zacchetti accorcia fino al 18-20 di fine quarto.
Anche nel secondo periodo è l’Erogasmet ad aprire i giochi: questa volta ci pensa Cisse’ che in due azioni consecutive mette a referto un break di 0-4 (18-24), costringendo coach Lardo ad un altro time out. Udine allora prova a reagire: Truccolo e Poltroneri siglano i primi punti del secondo quarto, portando i friulani al -4, ma la strada è in salita perché in campo non c’è la stessa Gsa che la settimana scorsa ha sbancato Scandicci. Rientra capitan Vanuzzo che, a 3’56, lasciato libero, non ci pensa due volte, prendendosi un tiro dagli otto metri per il 25-28; Pinton poi pareggia (28-28) e il pubblico del PalaBenedetti esplode. In campo il ritmo è elevato, entrambe le squadre cercano tiri veloci in transizione ma senza concretizzare. Castelli dalla lunetta firma il primo vantaggio udinese dall’inizio del match (30-28); Udine allora prende coraggio e schiera una difesa a zona piuttosto aggressiva, ribaltando la situazione: Pinton serve un alley-oop a Poltroneri che deve solo depositare il pallone nel canestro. Il primo tempo finisce 36-28.

Al rientro dagli spogliatoi Bozzetto riaccorcia, ma Castelli si fa sentire dall’altra parte del campo con la tripla del 39-30. Crema, che già la scorsa settimana si è trovata ad inseguire, piazza un break di 0-6 e rientra subito in partita. Ancora una volta entrambe le formazioni provano ad alzare il ritmo, commettendo però qualche errore di troppo. Montanari esegue un perfetto arresto e tiro (40-42), ma Pinton replica senza pietà prima da due poi con uno step back dai sei metri e settantacinque (49-44, 2’24). A 1’17 Manuelli va a segno, subendo anche il fallo: gioco da tre punti realizzato e punteggio che arriva a 49-47. Bozzetto, con un 2/2 dalla linea della carità fa finire il terzo quarto 49-49.
La gara ricomincia ancora una volta con un canestro da parte dell’Erogasmet e questo significa nuovo vantaggio per Crema (49-51). A 6’08 Truccolo segna una tripla importante: Udine ha di nuovo la testa avanti anche grazie al canestro successivo di Vanuzzo (56-51).
Montanari ricuce il distacco con un tiro dall’arco. Il clima si fa rovente: c’è solo un possesso di differenza tra le due formazioni; la situazione si sblocca con la schiacciata di Truccolo, lanciato in contropiede, ma Crema si rifà sotto con Bozzetto che, a 4” dalla fine, firma il pareggio sul 58-58 e manda le squadre all’overtime.

Sempre il numero 16 cremasco trova il fondo della retina portando i suoi in vantaggio all’inizio del tempo supplementare; Vanuzzo impatta (60-60) con un tiro dalla media. Al PalaBenedetti si assiste ad un overtime senza canestri: a 6” l’Apu si trova a -1 ma Castelli subisce un fallo sul tiro. Il numero 1 bianconero fa 1/2, ma il rimbalzo è della Gsa che fa circolare bene la palla per la tripla finale scoccata da un imponente Pinton che, senza paura, si fa carico delle sorti del match. Il time-out di coach Baldiraghi è immediato ma non c’è più nulla da fare, Udine vince 64-61.

APU GSA UDINE 64
EROGASMET CREMA 61

(18-20; 36-28; 49-49; 58-58)

APU GSA UDINE: Castelli 15, Marchetti, Zacchetti 4, Truccolo 10, Nobile, Pinton 13, Ferrari, Maran n.e., Vanuzzo 9, Poltroneri 13. Coach Lardo.
EROGASMET CREMA: Liberati 5, Zanella n.e., Del Sorbo 9, Cisse’ 7, Manuelli 3, Bozzetto 10, Tardito 8, Fontana n.e., Airini n.e., Montanari 19. Coach Baldiraghi.
Arbitri dell’incontro: Andrea Zangrando di Carbonera (Treviso) e Fabio Bonotto di Vazzola (Treviso).
Tiri liberi: Udine 3/10; Crema 11/14. Tiri da due: Udine 17/39; Crema 19/45. Tiri da tre: Udine 9/31; Crema 4/15. Palle recuperate: Udine 10; Crema 8. Palle perse: Udine 17; Crema 16 . Rimbalzi: Udine 47; Crema 37.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy