Serie B. Una Pescara rinfrancata sfida San Severo

Serie B. Una Pescara rinfrancata sfida San Severo

Commenta per primo!

La vittoria di Mola, mai in discussione nonostante il rientro dei locali nel finale, ha rinfrancato l’Amatori dopo le quattro sconfitte consecutive con Campli, Ortona, Falconara e Montegranaro. Ma il (discutibile) calendario predisposto dalla Fip non dà tregua e nel giro di 72 ore si torna di nuovo in direzione Puglia per far visita a quella che è forse la squadra più in forma del momento: la Cestistica San Severo di coach Piero Coen, in striscia vincente da 11 partite e con l’entusiasmo del numerosissimo pubblico alle stelle.

Inizia il girone di ritorno e la richiesta dei ragazzi di coach Salvemini alla befana è quella di trovare nella calza la rivincita della partita di andata quando, in vantaggio per 39 minuti, furono bruciati dalla tripla di Matias Di Marco a tre secondi dalla fine. Ma poi le due squadre hanno avuto un rendimento diverso con i pescaresi che, dopo una serie di quattro vittorie consecutive seguita da altrettante sconfitte, hanno chiuso il girone di andata al settimo posto con 8 vinte e 7 perse, mentre i gialloneri garganici, dopo un periodo di assestamento culminato con due sconfitte alla terza e alla quarta, sono decollati ed hanno infilato 11 referti rosa consecutivi, attestandosi al secondo posto ad una sola vittoria dallo stellare Montegranaro. La striscia vincente ed il crescendo delle prestazioni hanno riacceso un entusiasmo che nella cittadina dauna non si rivedeva da anni.

Il roster a disposizione di coach Coen si sta esprimendo a livelli altissimi in tutti i suoi elementi, spinta dall’asse play-pivot composto da Matias Di Marco, miglior assist man del girone, e da Andrea Quarisa, Mvp della squadra e top centro del raggruppamento per rimbalzi e percentuali di realizzazione.

Ma tutti stanno andando alla grande, sia sul perimetro (Ricci, Ciribeni e Scarponi, tutti oltre la doppia cifra di media) che nel pitturato dove, oltre a Quarisa, è forte la presenza di Ikangi, Marmugi e Cena. Aggiungiamo il fattore campo del pala “Falcone e Borsellino” con numeri da serie A (in continua crescita fino alle tremila presenze dello scorso match con Falconara), ed il menù dell’Epifania è servito.

Con questi presupposti, per vendicare la beffa dell’andata, Pescara dovrà giocare la migliore partita stagionale ma la “Banda Salvemini” ci ha abituato a tirar fuori il meglio di sé proprio contro le avversarie più strutturate, arrivando a giocarsela sempre fino all’ultimo giro di orologio.

Ed ulteriore conferma della spettacolarità del match che attende coloro che accorreranno al Falcone e Borsellino è data dalla circostanza che si affrontano le uniche due squadre che forniranno due giocatori al prossimo All Star Game Under 23 che si giocherà a Livorno sabato 9 febbraio: Andrea Quarisa (1992) e Iris Ikangi (1994) per San Severo; Simone Pepe (1993) e Marco Timperi (1997) per Pescara.

Alzeranno la palla alle 18 dell’Epifania gli arbitri Roca di Avellino e Napolitano di Acerra (NA)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy