Serie B – Uno Scauri determinato espugna Catania

Serie B – Uno Scauri determinato espugna Catania

Vittoria fondamentale in chiave salvezza per il Basket Scauri chevince con merito sull’ostico campo dell’Alfa Catania

di Cesare Crova

Era una partita attesa per i risvolti che avrebbe significato per entrambe le squadre. Catania, alla ricerca di punti preziosi per poter riprendere in classifica le formazioni che la precedono, Scauri, per poter cementare ancora di più la straordinaria corsa verso la salvezza, obbiettivo principale della Società per questo anno.
E nei fatti, la partita è stata avvincente, tirata fino all’ultimo secondo, con Scauri che ha saputo gestire meglio l’emozione nei momenti caldi, proprio quando Catania da spacciata che era è tornata incredibilmente in partita a un minuto dal termine.

La formazione di casa deve fare a meno di Simone Gatti e dei lungo degenti, mentre Scauri vede rientrare a pieno regime nei ranghi Mattina Cimàn.
Il primo quarto èp molto equilibrato, con le squadre che si alternano al comando, prima che Scauri prenda un leggero margine nella seconda parte del periodo, che chiude in vantaggio (23-27).
Nel secondo periodo Scauri conserva il vantaggio, che porta anche a 6 punti, ma nella seconda parte subisce il ritorno di Catania, che con un ispirato Agosta riesce a mettere la freccia e con un parziale di 22-11 riesce a chiudere il primo tempo in vantaggio 53-48.

Il secondo tempo vede partire forte Catania che va subito a +8, vantaggio che gestisce bene grazie ai vari Provenzani, Agosta, Gottini, Vita Sadi e Consoli. Scauri però ha quel carattere che le ha permesso di uscire più volte da situazioni difficili; punto su punto riesce a rifarsi sotto e con un ritrovato Mattia Cimàn opera il sorpasso (62-63 al 26’43”), ma Catania è determinato a portare a casa il risultato e ribalta la partita, grazie al suo uomo migliore, Georgi Sirakov, ma Dante Richotti risponde subito e chiude il terzo periodo in perfetta parità (69-69).
L’ultimo quarto è tutto da vedere, perché nessuna delle due formazioni cede all’avversaria. Catania sembra avere più voglia e dopo 2’28” ha cinque punti di vantaggio che ipotizzano un indirizzo della partita verso i padroni di casa. Ma a questo punto esce fuori il carattere e la voglia del gruppo scaurese che piazza un devastante parziale di 2-19 (77-89 al 36’15”) che sembra indirizzare la partita a suo favore. A due minuti dalla fine Scauri è ancora a +12 (83-95), ma qui inizia un’altra partita, con Catania che ritrova orgoglio e determinazione e a 37” dal termine con un tiro da tre punti di Sirakov rientra sul -3 (94-97). Ma Scauri è più lucido, Longobardi segna a sua volta da tre punti arrivando a quota 100, Melchiorri ruba a Consoli una palla sulla rimessa e conquista un fallo che traduce in due punti che di fatto chiudono l’incontro, suggellato dai liberi di Longobardi. La partita termina sul 96-103.

Catania ha provato a fare sua la partita, nonostante il 54% al tiro non sono bastate le prove maiuscole di Agosta (24+7, 11/17 da due punti, 21 di valutazione), dell’ex Provenzani (21+7, 6/8 da due punti 23 di valutazione), Sirakov (17 e ¾ da tre punti), Vita Sadi (11+11)

Lo Scauri vince con merito, con una prova straordinaria di squadra, il 70% da due punti e il 50% da tre punti. Solito incontenibile Longobardi (29, 6/9 da tre punti, 7 falli subuti, 22 di valutazione), ottimo Cimàn, (19 e 4/7 da tre punti), Laguzzi (16+4 e 6/6 al tiro), Moretti (13 e 5/9 al tiro), Richotti (14+5, 5/5 al tiro 23 di valutazione).

Molto contento Enrico Fabbri a fine gara: “Sono molto felice. Leggendo gli articoli che presentano le partite sembra sempre che le squadre contro cui giochiamo incontrino noi per risollevare la classifica e puntualmente perdono. Il nostro è un girone molto forte tecnicamente e forse molti pensavano che Scauri fosse la squadra materasso. Invece credo che siamo la squadra rivelazione del campionato. Abbiamo Andrea Longobardi che è il miglior giocatore  di tutta la Serie B, un gruppo di ragazzi coeso che ha saputo fare leva sulle difficoltà, uscendone ogni volta da solo, che sta dimostrando di crescere di giorno in giorno e di andare forse oltre i propri limiti. E devo a riguardo ringraziare anche il mio staff, con Vincenzo Pontecorvo ed Edoardo Vercelli che stanno facendo un lavoro straordinario che ci ha permesso di essere a oggi ottavi, dentro i play-off, ma soprattutto tenendo a debita distanza le dirette rivali per i play-out. La classifica ci vede con un buon margine su squadre con cui abbiamo gli scontri diretti a favore (Catania, Pozzuoli, Palermo) dovendo ancora giocare con Valmontone e Battipaglia che potranno regalarci, speriamo, quel traguardo che molti pensavano fosse un’utopia, con un ampio margine. Poi, se dovessero arrivare vittorie “pesanti” nulla ci può essere precluso”.

Adesso Scauri si accinge ad affrontare nel turno infrasettimanale la corazzata Juve Caserta, ma con la serenità del non avere nulla da perdere, con una classifica che la vede ottava, avendo vinto scontri diretti contro squadre di città sicuramente più importanti (Palermo e Catania ne sono esempio).

Alfa Catania – Basket Scauri 96-103 (23-27, 30-21, 16-21, 27-34)
Alfa Basket Catania
: Alessandro Agosta 24 (11/17, 0/2), Vincenzo Provenzani 21 (6/9, 0/4), Georgi Sirakov 17 (3/8, 3/4), Joseph Vita Sadi 11 (5/8, 0/0), Marco Consoli 9 (3/3, 1/2), Matteo Gottini 7 (1/3, 1/3), Alessandro Florio 5 (1/1, 1/4), Ruggero Giuliano Elia 2 (1/1, 0/0), Gabriele Patane’ 0 (0/1, 0/0), Nicolò Mazzoleni 0 (0/0, 0/0), Giuliano La spina 0 (0/0, 0/0)
Allenatore:

Basket Scauri: Andrea Longobardi 29 (3/8, 6/9), Mattia Ciman 19 (3/5, 4/7), Guillermo nicolas Laguzzi 16 (6/6, 0/0), Dante Richotti 14 (5/5, 0/0), Gioele Moretti 13 (3/4, 2/5), Mattia Melchiorri 6 (2/3, 0/3), Luca Granata 3 (0/0, 1/2), Antonio Gallo 2 (1/2, 0/0), Marko Milisavljevic 1 (0/0, 0/0), Lorenzo Scampone 0 (0/0, 0/0)
Allenatore: Enrico Fabbri

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy