Serie B – Venucci ne infila 32 e guida una Faenza a ranghi ridotti

Serie B – Venucci ne infila 32 e guida una Faenza a ranghi ridotti

Rekico Raggisolaris si è presentata in casa di Costa Volpino con soli otto giocatori.

di La Redazione

Iseo Serrature – Rekico  72-97

(9-24; 38-46; 55-76)

COSTA VOLPINO: Patroni ne, Gorreri 15, Trevisan 5, Sabbadini 6, Coltro 2, Porfidia ne, Zambonin, Caversazio 12, Di Meco, Conte 10, Franco 8, Mazic 14. All.: Giubertoni
FAENZA: Aromando 18, Neri, Perin 20, Silimbani 7, Petrini, Benedetti 2, Venucci 32, Iattoni 7, Pagani 9, Milosevic 2. All.: Regazzi
ARBITRI: Falcetto – Berger
USCITI PER FALLI: Caversazio, Di Meco, Iattoni

Una Rekico da applausi sbanca il difficile campo di Costa Volpino con soli otto uomini, dovendo rinunciare all’ultimo momento a Chiappelli e a Brighi, rimasti a Faenza per problemi fisici. Nonostante le pesanti defezioni, la squadra gioca una grande partita di cuore e grinta, arrivando a sfiorare i 100 punti segnati in trasferta contro una squadra che nelle ultime settimane aveva ottenuto tre convincenti vittorie e aveva perso al fotofinish a Crema. Un ottimo segnale in vista delle ultime cinque partite di regular season.

 

Già dalla prima azione, la Rekico mostra grande concentrazione, scegliendo di attaccare il canestro con penetrazioni e di lasciare da parte il tiro da tre, che comunque ritornerà molto utile a partita in corso. Una strategia che paga e che porta ben 10 tiri liberi, tutti segnati, ma è tutto l’attacco a girare alla perfezione con un ispiratissimo Aromando che trova punti con grande facilità. A chiudere dieci minuti da applausi è Perin, rubando due palloni a metà campo, trasformati in preziosi contropiede per il 24-9 di fine primo quarto, che esalta i tanti tifosi romagnoli sugli spalti. Costa Volpino fatica a trovare le contromisure ai faentini e come unica arma si affida al tiro da tre, trovando un 5/7 nei primi venti minuti, che le consentono di arrivare al riposo sotto 38-46. Giusto il tempo di tirare un po’ il fiato e “i magnifici otto” della Rekico riprendono il filo del discorso, ritornando avanti di dieci punti e mantenendo il vantaggio senza troppi problemi fino a quando Gorreri si prende sulle spalle l’attacco e porta i suoi sotto 47-52. Un break che non scalfisce la Rekico, anzi, proprio da questa azione arriva la fuga. Venucci scalda la mano e segna quattro triple consecutive (nell’ultima subisce anche fallo e sigla  il libero aggiuntivo), facendo volare i Raggisolaris sul 66-51. Costa Volpino subisce il contraccolpo a livello psicologico, mostrando nervosismo e perdendo inoltre Caversazio per falli e Gorreri per infortunio, non riuscendo più a tornare in partita. La Rekico invece continua a tirare con altissime percentuali, segnando ben 30 punti in dieci minuti. Alla fine del terzo quarto il vantaggio è incolmabile, 76-55, e così l’ultimo periodo serve solo per migliorare le statistiche. Nel finale c’è spazio anche i giovani Neri e Petrini.

 

PROSSIMO TURNO La Rekico ritornerà in campo domenica 18 marzo alle 18 al PalaCattani contro l’Orva Lugo, nell’ultimo derby romagnolo della regular season. Nella giornata successiva farà visita alla Lissone Interni Bernareggio, gara in programma sabato 24 marzo alle 20.30.

 


Ufficio stampa Rekico Raggisolaris Faenza

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy