Serie B – Vigevano, coach Piazza tra aspirazione e Derby

Serie B – Vigevano, coach Piazza tra aspirazione e Derby

Importante trasferta per la Elachem Vigevano 1955, in questa prima giornata di ritorno, che la vedrà scendere in campo al PalaRavizza contro la Winterass Omnia Pavia Basket per un attesissimo Derby.

di Andrew Villani

 

Vigevano, ha completato il mini ciclo finale del girone d’andata da imbattuta e ha chiuso a 18 punti. Sei soddisfatto in generale e, nello specifico, per questo filotto?
“Nello specifico, ovviamente, sì. Erano 4 partite, per la tipologia degli avversari, da vincere assolutamente e, quando sei in questa condizione, non è tutto così facile come si può supporre e quindi sono molto contento. In generale, senza fare molto di più, potevamo conseguire qualche ulteriore successo, tuttavia, abbiamo pagato lo scotto del noviziato, come staff e giocatori, e anche l’affrontare squadre già rodate rispetto al nostro essere nuovi per il 50%, ora 60%. Non siamo di certo divenuti una squadra imbattibile ma spero che si sia costruita, col passare delle giornate, una mentalità differente in confronto a inizio anno e, credo, che alcune sconfitte di 3 mesi fa, se ridisputate attualmente, avrebbero esito differente.”

Domani potenzialmente si potrebbe proseguire questa striscia, vincere due trasferte di fila e restare in una zona di classifica intrigante, però affronteremo, in un Derby, la delusione di questa prima parte di stagione che ha la necessità di vincere per non finire in una china pericolosa.
“I derby, non lo scopro di certo io, son partite che vanno al di là di qualsiasi logica di campo e di classifica. Sono confronti che fanno realmente storia a sé. Noi, vincendo questa partita, ci proietteremmo verso scenari inesplorati: avremmo un pesantissimo 2-0 con loro e andremmo a +2 di media inglese. Abbiamo a disposizione, usando un gergo calcistico, due risultati su tre: se vinciamo è un colpo gobbo, se perdiamo di oltre 11 punti è una sconfitta dura, ma abbiamo anche il pareggio che, posto che nessuno andrà al Ravizza con la mentalità di perdere, equivale a contenere la differenza canestri. Onestamente la pressione è molto più su di loro ma questo fattore, a parte del loro roster, vedi Di Bella Iannilli, può fare soltanto il solletico.”

In confronto all’esordio, ritrovi una Pavia con un recente innesto (Torgano), con Iannilli rodato e dall’altra parte, come contro altare, sarai privo di Birindelli che è un elemento chiave in ambo le fasi di gioco. Differenze con la scorsa partita e quanto può essere difficile per la Elachem?
Abbiamo un giocatore in meno, come Duilio, tuttavia anche un Rossi in più, rispetto a Bassi, anche se all’andata l’ex ducale fu molto importante facendo giocate rilevanti nell’ultimo periodo e, ripensare ciò, acuisce il rimpianto per la sua scelta, tutt’ora incomprensibile, di lasciare la squadra. Loro hanno inserito Torgano, hanno Manuelli e Iannilli al 100% e mi attendo una squadra ferita che non ha nulla da invidiare alle prime quattro della classifica perchè, tralasciando l’amalgama, hanno davvero 10 giocatori concreti a disposizione e quindi due per ruolo. Sono una squadra che, sulla carta a livello di roster, è da piani alti poi, cosa vi sia al di là degli infortuni, non ne ho idea ma è impossibile sottovalutarli e sottostimarli.”

Tommaso De gregori e Filippo Rossi sono reduci da minuti eccellenti a Borgosesia. Cosa potranno dare?
“Filippo, oltre ai risultati, perché da quando è arrivato le abbiamo vinte tutte, ma è evidente la contingenza del calendario, è un altro equilibratore pazzesco come Ferri che ci ha consentito di spostare quasi stabilmente Panzini da guardia e donato un difensore super affidabile sul reparto esterni. Non è un giocatore appariscente ma, senza far nulla benissimo, è uno di quelli che fa la fortuna della squadra e dell’allenatore. Tommaso, ne abbiamo parlato più volte, era poco abituato a certi ritmi e, anche all’interno dello stesso incontro, può accoppiarsi bene con certi avversari e con altri meno però, soprattutto adesso senza Birindelli, può fare un ulteriore step di crescita ed è quello che mi attendo da lui. Ricordiamoci che, all’esordio, fece una prestazione di indubbio valore. Più alzi il livello dell’avversario e più comprendi i tuoi progressi.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy