Serie B. Vittoria sofferta, ma Napoli centra il tris contro la Cesarano

Serie B. Vittoria sofferta, ma Napoli centra il tris contro la Cesarano

Commenta per primo!

La Givova Napoli centra la terza vittoria in quattro gare nel girone C di Serie B. Al PalaVeliero si San Giorgio a Cremano sconfitto il Cesarano Scafati 75-65. Top scorer per i partenopei Davide Serino con 21 punti a referto, molti dei quali maturati nell’ultima frazione. In doppia cifra anche Berti (15), Villani (12) e Parrillo (11).

GIVOVA NAPOLI – CESARANO SCAFATI 75-65
PARZIALI: 18-22; 34-32; 50-53
NAPOLI: Berti 15, Martino ne, Iannone 5, Serino 21, Giovanatto 2, Villani 12, Sabbatino 12, Fall 5, Parrillo 11. All.: Di Lorenzo.
CESARANO SCAFATI: Sansone ne, Monacelli ne, Di Capua 12, Mlinar 10, Carrichiello 11, Petrucci 10, Cucco 15, Malpede, Sergio 7, Vitiello ne, Esposito. All. : Iovino.

Berti, Parrillo, Giovanatto, Villani e Serino in quintetto per la Givova, Di Capua, Petrucci, Carrichiello, Sergio e Mlinar per la Cesarano. Scafati parte forte con le bombe di Petrucci e Sergio, il parzialone d’avvio si completa con l’ex Legnano in contropiede. 7’58” alla prima pausa. Berti ai liberi e Parrillo dall’arco controbreakkano, ma Ernesto Carrichiello è scatenato: con due canestri in penetrazione arriva il +7 Scafati: spesso cattivi i rientri difensivi di Napoli, che in attacco si rifugia con soluzioni in proprio, spesso firmate Berti e Villani. Time out d’obbligo a 5’32”, positiva stavolta la reazione con Villani e Parrillo da 3, ma Serino sciupa anche in post-medio il pareggio: la Cesarano non si fa pregare, e grazie ai canestri di Mlinar, Petrucci e Carrichiello torna a +7 sul 15-22. Negli ultimi 2’35” spazio a Iannone in sostituzione di Sabbatino, due falli per Villani che non tiene Carrichiello (al suo posto Sabbatino, con l’ex di turno che passa sotto l’ala di Iannone), debutto sul parquet anche per Fall,coinvolto di più rispetto a Serino, e che con tre punti nel finale ricuce parzialmente. 18-22 al 10′, Mlinar 7+5 rimbalzi, Carrichiello 7, Cesarano con 8/14 dal campo (57%).

E’ sempre il coloured di casa Napoli, (5+5 al 20′) ad andare a segno sfruttando un bon pick n’roll (20-22 a 7’53”), Iannone in parallelo è ottimo nella difesa su Carrichiello, che al 2° fallo esce per Mlinar; impatto opaco in regia per il neo arrivato Cucco rispetto a Di Capua, nel frattempo Villani, in fade-away e sulla sirena, firma il pareggio a quota 22 (6’51”). La Cesarano non ci sta risalendo a +4 con Mlinar, gli ospiti (le cui percentuali calano fino al 36%) si reggono con azioni veloci sul ribaltamento di fronte, davvero ben capitalizzate dagli uomini di coach Iovino. Debutto nel frattempo per l’ex Mariano Esposito a 4’17”, la seconda metà di frazione vede un continuo botta e risposta: Serino da 3, cinque punti di Iannone e Berti sponda Napoli, che trova anche il vantaggio a 2’20” (29-28), un Di Capua in vena (6+6 assist al 20′) per la Cesarano, che chiude comunque a -2 il secondo quarto (34-32 Givova).

Rimane in campo Spera per la ripresa, la Cesarano ritrova il feeling con il contropiede grazie a Mlinar (che arriva in doppia cifra), il tutto mentre di Capua non esaurisce la verve esplosa del secondo quarto; dall’altra parte, in vista del giro di boa, si ricade nella trappola dei tiri forzati, presi ancora da Berti o Giovannatto (tutt’altro che terminali di professione), ma ci si mette nel frattempo anche un bonus raggiunto con largo anticipo. Sul 38-37 Serino finalizza il primo vero pick n’roll costruito con Berti, si replica poco dopo con Villani, ma Di Capua e Sergio ribattono con la loro intensità; ancora Villani con il tear-drop del +3 scalda il pubblico del Pala Veliero, che finalmente si fa sentire dopo due quarti e mezzo di sonnolenza, dall’altra parte si risveglia Carrichiello con 4 punti che valgono il 48-45 Cesarano, time-out Di Lorenzo a 2’40”. Si rientra, ancora punti di puro ossigeno sull’asse Villani – Serino, nel frattempo il 3° fallo di Sergio e il 4° dello stesso Villani consolidano l’equilibrio. A chiusura Cucco va di tripla, ma Sabbatino pesca dal nulla due liberi che valgono il 50-53.

Ultimo quarto, sembra che il binario dell’equilibrio sia irrinunciabile, ma vuoi per le rotazioni, vuoi anche per un metro arbitrale che pone il giusto freno alle maglie scafatesi, Davide Serino esce dalla gabbia come un vero leone: il parziale nato dal -5 si allunga, arriva fino al 12-0 del 60-53, 8 i punti del pivot partenopeo, bravo anche a innescare Parrillo e Berti con conclusioni costruite dall’arco. La  furia della Givova è inarrestabile, Mlinar pare decisamente in calo di tenuta e Biagio Sergio commtte anche il 4° fallo; Cucco viene fuori e mostra tutta la sua voglia di contare, ma stasera non basta: Simone Berti lavora ancora di esperienza prendendosi  il fallo sulla tripla di Carrichiello, i punti della staffa arrivano con Sabbatino sulla linea di fondo. 71-60, di Petrucci l’ultimo sussulto, risponde con merito Serino, autentico MVP di questa terza, sofferta, ma pur sempre vittoria.

Fotogallery a cura di Massimo Solimene

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy