Torneo Seganti-Tampieri. OraSì Ravenna vince la finalina contro Lugo

Torneo Seganti-Tampieri. OraSì Ravenna vince la finalina contro Lugo

Due accelerazioni dei leoni bizantini nel secondo e terzo quarto fiaccano la resistenza dei giovanissimi lughesi, che comunque ce la mettono tutta e offrono segnali positivi al pubblico di casa. Assente nell’OraSì Laganà per un risentimento tendineo.

di Alberto Dalmonte

ORVA LUGO – ORASì RAVENNA 72-86 

Parziali: 15-16, 38-34, 66-48.

Orva Lugo: Farabegoli 19, Lucarelli 5, Galassi 13, Brighi 4, Bracci 6, De Marchi 7, Leardini 11, Bedin 2, Bazzocchi 2, Cappelli, Melandri, Serravalli 3. All. Galetti. Arbitri: Terranova, Grazia, Saraceni.

OraSì Ravenna: : Smith 21, Jurkatamm 7, Masciadri 2, Hairston 8, Gandini 2, Montano 12, Cardillo 6, Rubbini 15, Baldassi 2, Seck 11, Tartamella. All. Mazzon.

Gli Aviators Lugo partono con Demarchi Galassi Farabegoli Bracci Brighi. Il Basket Manetti Ravenna risponde con Smith Jurkatamm Masciadri Hairston e Cardillo.

Avvio bruciante dell’OraSì, e time out immediato di coach Galetti che ha visto i suoi subire 6 punti in un minuto ma soprattutto il gap fisico tecnico con gli avversari. Buona la reazione con un attacco di Brighi al ferro sfortunato ma l’immediata tripla di Farabegoli. Dura però la risposta degli americani di Ravenna, che segnano altri 5 punti e scappano sul 3-11. Appena entrato Galassi segna dall’angolo, altri 3 punti arrivano dai tiri liberi di Brighi e Lucarelli, e così Lugo è -2 dopo 8′. Ravenna si scuote dal torpore con 4 punti di Gandini e Cardillo, ma Galassi ne mette altri 3, e vede gli avversari a 1 punto: 14-15. La grinta premia gli Aviators, che sorpassano con Bedin, e a vuoto vanno gli ultimi tentativi del Basket Manetti Ravenna. 16-15 al 10′

Si rivede Seravalli, il giocatore di maggior esperienza e carisma tra i giovani lughesi, al rientro – dosato – dopo mesi di assenza per rottura del tendine achilleo. La classe non è acqua, e un no-look suo consente a Farabegoli di segnare in appoggio e subire fallo, che frutta un altro punto dalla lunetta. Ancora Seravalli semina il caos nell’incerta difesa giallorossa e la palla arriva a Bedin per altri 2: 24-19 Altro assist del capitano, altri 2 di Farabegoli: 26-19. Ai leoni bizantini non entra più nulla, anche perchè sembra mancare concentrazione; ci riesce Jurkatamm ma rimedia subito Leardini: 28-21 per l’Orva poco dopo metà quarto. Dal torpore si sveglia anche Montano, tripla dalla punta, ma fa il 3° fallo subito dopo. Altra tipla sua, e con in campo la coppia Usa, Ravenna rimette il naso avanti 28-29. Fine primo tempo 34-38, con una seconda metà di quarto frizzante, equilibrata, grazie alla verve dei giovanotti lughesi, ispirati per qualche minuto dal vecchio Seravalli, e alla reazione di classe di Montano, 3 su 3 dall’arco.

Il terzo quarto si apre come il primo, 2-8 ospite, e coach Galetti richiama i suoi che gli sembrano poco reattivi. Smith però è on fire e infila l’ottavo punto consecutivo, il diciannovesimo in meno di 10′ di campo.

L’attacco lughese ora fatica a trovare sbocchi, e solo dopo 4′ si sblocca con la tripla di Galassi e l’appoggio di Bracci. Si rivede in maglia OraSì Rubbini, anno scorso su questi legni per i lughesi, e punisce con la tripla del 41-51. Ravenna scappa con le triple di Rubbini e Montano, 14-28 il parziale dei primi 8′. Terzo quarto in archivio sul 48-66, con la resistenza dei lughesi al lumicino e Ravenna che quando preme sull’accelelratore scava il gap importante.

Quarto quarto. C’è Seck in campo per l’Orasì, che firma 5 punti consecutivi: 48-71. Un ‘cioccolatino’ di Seravalli lancia Farabegoli al suo 19° punto, ma di energie agli ‘aviatori’ ne sono rimaste pochissime, e i leoni dilagano, trovando ormai la strada in discesa. Sette punti consecutivi del più piccolo in campo, De Marchi, regalano ai biancoverdi di casa il -15, 62-77, quando mancano 2′ al termine. La prima tripla di Jurkatamm arriva dopo 4 tentativi a vuoto – una notizia – poi è capitan Seravalli a ricucire sul -15, ovazione per la sua tripla, e ultimi secondi per i baby Melandri e Cappelli. Finale sul 72-86, con 21 punti per Smith fra i giallorossi e 19 di Farabegoli per Lugo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy