Trapani: il rush finale comincia con Agrigento

Trapani: il rush finale comincia con Agrigento

Mancano solo due giornate alla fine della stagione regolare del campionato di A2 girone “Ovest”, con ancora tanti verdetti da proclamare.

Commenta per primo!

Di Fabrizio Cultrera

Mancano solo due giornate alla fine della stagione regolare del campionato di A2 girone “Ovest”, con ancora tanti verdetti da proclamare. Chi si giocherà tutto in questi ultimi 80 minuti è la Lighthouse Trapani, che ha clamorosamente sciupato in casa contro Rieti l’occasione di certificare l’accesso nei playoff. I ragazzi di coach Ducarello sono stati inguardabili per lunghi tratti, dimostrando, per l’ennesima volta, una mancanza di continuità di risultati che potrebbero pagare amaramente in questo finale di stagione. Sinceramente, nessuno pensava che Trapani potesse faticare così tanto per trovare un posto utile per i playoff, ma la stagione, anche “grazie” a troppi infortuni, al momento non è sufficiente. Il calendario regala a Renzi e compagni due derby conclusivi, il primo sul campo della Moncada Agrigento, mentre Trapani chiuderà la stagione regolare ospitando la già retrocessa Barcellona. Fare calcoli in questo momento è superfluo, i granata per essere sicuri di entrare nelle migliori otto squadre devono fare 4 punti, altrimenti dovranno sperare nelle disgrazie altrui. Si comincerà domenica sul difficile campo della Moncada Agrigento, squadra che ormai sicura di partecipare ai playoff, ma certamente bisognosa di fare punti per migliorare la sua posizione in griglia. Gli agrigentini sono “divinamente”allenati da coach Franco Ciani, che dopo il miracolo sfiorato la passata stagione (sconfitta in gara 5 da Torino per la promozione in A1), i siciliani stanno comunque producendo un altro anno significativo. Il quintetto base di Agrigento vede in posizione di play il rientrante da infortunio Alessandro Piazza, giocatore in grado di dominare una partita anche facendo solo pochi punti. In posizione di guardia gioca l’ex trapanese Marco Evangelisti, che quando incontra la “sua” Trapani diventa una furia, come nella partita d’andata dove è stato decisivo nella vittoria dei suoi dopo un supplementare. L’americano Kelvin Martin domina fisicamente in posizione di ala, con quasi 18 punti a partita e più di 6 rimbalzi, in ala forte gioca l’italo-argentino Albano Chiarastella, assente però dal 20 marzo per infortunio e sostituito da Quirino De Laurentiis. Il centro titolare è l’altro americano, Scott Eatherton, imponente intimidatore d’area. Dalla panchina coach Ciani fa uscire la guardia Andrea Saccaggi, giocatore da quasi 15 punti a partita, decisivo quasi sempre e fantastico tiratore, meno decisivo è l’esterno Federico Vai, che comunque, quando chiamato in causa si fa rispettare. Infine ci sono minuti anche per il nuovo acquisto Bruno Mascolo, play arrivato a marzo inoltrato per sopperire all’assenza di Piazza. Completano il roster della Moncada, i giovani Francesco Morciano e Vittorio Visentin.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy