Tutti i “nomi eccellenti” del Mercato DNC

Tutti i “nomi eccellenti” del Mercato DNC

Commenta per primo!

Dopo tanta attesa causa rinunce e ripescaggi, che hanno costretto la Federazione a stravolgere il campionato di DNB – e non senza qualche mal di pancia grande o piccolo – da qualche ora è stata fatta finalmente chiarezza sui gironi della DNC: sette, anziché otto com’era nelle previsioni, i primi 5 saranno composti da 14 squadre, compreso quello delle 10 formazioni laziali che vengono accoppiate alle 4 sarde nel girone E, mentre i gironi meridionali saranno composti rispettivamente da 12 (Abruzzo, Molise e Campania) e da sole 10 squadre per quanto riguarda il raggruppamento calabro-siciliano. Scendendo però in questo sottobosco, su cui avremo modo di aggiornarvi giorno per giorno con le trattative più importanti, troviamo diversi nomi da ricordare (o sottolineare)…allora non resta che farlo. Con una bella scrematura, girone per girone… QUI BASSANO : MIRKO CAMAZZOLA, ENRICO CROSATO, NICOLA TOSETTO Un altro gradito ritorno in casa Bassano. Il Basket Bassano 1975 rende ufficiale la firma di Nicola Tosetto per la prossima stagione di DNC. Nativo di Cittadella, classe 1977, Tosetto è un pivot di 201 cm, la scorsa stagione di Mirko Camazzola al Cittadella, sempre in DNC, dove ha realizzato 15.1 punti e raccolto 11.05 rimbalzi (terzo nella categoria valutazione, 19.29, nel campionato di DNC). Per Tosetto in precedenza tre stagioni a Bassano, nelle quali ha giocato 94 partite, segnato 867 punti e preso 634 rimbalzi. Altro arrivo, o meglio ritorno, per il Fiorese Bassano che ufficializza l’ingaggio per la prossima stagione DNC 2013/14 dell’ala Enrico Crosato. Una conferma fondamentale per la squadra del duo Campagnolo-Sonda quella del giocatore classe 1985 che, dopo l’arrivo lo scorso anno dal Marostica, aveva dato un contributo fondamentale in stagione con 13 punti e 8.4 rimbalzi, risultando il quinto giocatore del campionato DNB per valutazione (17.17). QUI BERGAMO TERNO: JACOPO MERCANTE La Virtus, da pochi giorni targata Comark, ha scommesso ad occhi chiusi su Jacopo Mercante, trascinatore del CUS Messina nei recenti play-off promozione. Il giocatore, classe 1990, nativo di Cernusco sul Naviglio e cresciuto cestisticamente nelle giovanili dell’Olimpia Milano (vanta presenze anche in Nazionale giovanile e prima squadra, ndc) è un’ala piccola ma in campo può ricoprire più ruoli, dallo spot di guardia a quello di ala grande. Punta molto sulla mia esplosività di gambe anche se nel gioco spalle a canestro c’è da lavorare. Il giocatore nonostante i soli ventidue anni vanta già diverse esperienze nei club lombardi: dopo la trafila giovanile e Milano ha giocato nella Sangiorgese (squadre di San Giorgio sul Legnano, ndc) vincendo una C1. Poi ha giocato al piano di sopra con Monza in una squadra di prima fascia e dividendo lo spogliatoio con un compagno del calibro di Mario Boni. Infine ritorna in casa Sangio disputando la Dnb con un discreto minutaggio (oltre 17 minuti a gara)”. Ottime recensioni con la maglia del CUS Milano nei CNU, che si sono svolti proprio a Messina nel maggio 2012, l’esperienza fa incrociare le sue strade con quelle di coach Pippo Sidoti , che lo vuole nella scorsa stagione come giovane di qualità e valore aggiunto: attese pienamente soddisfatte sul campo. QUI BOLZANO: MAX DEFANT In questi giorni di calcio mercato quante volte abbiamo letto la frase “scatenati sul mercato”. Ebbene, a quanto pare questa locuzione non si applica solo allo sport preferito dagli italiani, ma anche alla Pallacanestro bolzanina, e alla Dirigenza dei Piani in particolare. La Dirigenza Biancoblu ha infatti messo a segno un altra operazione di livello, chiudendo le trattative con Massimiliano Defant, che giochera’ al PalaMazzali nella stagione 2013-14. Max Defant e’ nato a Trento nel 1989.  Scuola Aquila Basket, dove gioca a livello giovanile (allenato anche da  Minati e che spesso beneficia degli assist di Sam Vettori…)  ben presto vede su di se’ i riflettori puntati dalle “potenze nazionali”. Alla fine e’ Reggio Emilia a prelevarlo ed inserirlo nel proprio organico. Max e’ nel roster sia della Under 18,  della Under 21, e con quest’ultima formazione  vince il titolo nazionale nel 2007.

Una volta ultimate le giovanili, matura esperienze soprattutto in  B1-DNA (quindi la terza serie Nazionale) giocando a Perugia, Matera e Torino. Ala di 205cm di notevole dinamicita’ ed atletismo, e’ pericoloso anche lontano dal canestro. Naturalmente dovra’ trasformarsi da lungo di rotazione a giocatore determinante per questa categoria, ma e’ certo che la voglia di ritornare a calcare il parquet dopo quasi un anno di inattivita’ lo portera’ a velocizzare questo processo.

QUI BOTTEGONE : ALESSIO PACI L’A.s.d. Bottegone Basket sponsorizzato Valentina’s annuncia di aver raggiunto un accordo per la stagione 2013/14 con la guardia Alessio Paci, proveniente dal Basket Benevento e nell’ultima stagione nel girone G del campionato di Dnc. Classe 1985, Bottegone lo riporta vicino casa in quanto nativo da Pescia ma oramai da anni emigrato al sud ed è da lì che viene, più precisamente dal Basket Benevento, società nella quale ha militato nelle ultime due stagioni. Giocatore prolifico, ha chiuso l’ultimo campionato con 14.5 punti di media a partita con il 52% da due ed il 31% da tre oltre a 3 rimbalzi e 4.5 assist a serata. QUI DESIO : EDOARDO GALLAZZI Un anno di semi-inattività, tra allenamento personale e differenziato, effettuato anche con l’Olimpia di Sergio Scariolo, torna in campo Edoardo Gallazzi. Talento allo stato puro, era considerato uno dei top della sua annata a livello giovanile. Tiro da 3pt da distanze siderali, atleta di livello assoluto, fantasioso , con una ampia gamma di soluzioni offensive, Edoardo ha trovato la sua dimensione di giocatore top fra DNB e DNC. Nato a Milano il 22 marzo 1986, 196cm, giocore atletico e molto rapido, si è formato cestisticamente nelle giovanili di Brianza Basket School con cui ha raggiunto anche le finali nazionali di categoria. Nel 2006-2007 ha militato prima nelle fila dell’Ims Como in serie B2, chiudendo il campionato ad Arona in C1 con 10,8 punti ad incontro e 1,7 rimbalzi a partita in 24 minuti d’impiego medio, per poi passare a Novara dove trova spazio in Legadue, con 8 partite di regular season, poi mette a segno una stagione esaltante in B dilettanti, dove ha giocato 25 minuti di media conditi da 9 punti nonostante fosse per lui l’ultimo anno di under. In precedenza ha militato anche nelle fila del Como, ultima stagione a pieno regime a Lecco, dove i blucelesti sono arrivati ai play off dopo aver conquistato il sesto posto in classifica con 40 punti ottenuti in 30 gare giocate. I punti fatti nella regolar season sono stati ben 2058, quelli subiti 1910. Migliore in campo miglior in campo nella stagione proprio Gallazzi, con una media di 14.6 punti a partita, e con miglior performance i 33 punti segnati contro Piadena. QUI DOMODOSSOLA : ANDREA GJNAJ E MAX VILLANI L’U.S.D. Basket Rosmini di Domodossola ha perfezionato invece gli accordi con i giocatori Massimiliano Villani e Andrea Gjnaj. Massimiliano “Max” Villani è omegnese e ha disputato la scorsa stagione tra le fila di Alessandria. Ala grande dalla grande intensità di gioco, dotato di un buon tiro, Villani è da anni un giocatore seguito ed apprezzato dal Basket Domodossola: “finalmente quest’anno l’avremo con noi – ha chiosato Marinello-“. Andrea Gjnaj è albanese, pivot di 2,07 mt vanta anche delle convocazioni nella Nazionale del suo paese. Giunto in Italia nel 2004 ha disputato le giovanili a Pesaro per la quale ha giocato anche in serie A a fianco di un certo Carlton Myers. La scorsa stagione ha militato nella Vis Reggio Calabria. “Si tratta di un pivot che nel nostro girone può fare la differenza – commentano dalla società -: ha caratteristiche diverse rispetto a Max Politi e può garantire un apporto importante sia in difesa che in attacco”. QUI IMOLA : GIACOMO SABBATANI Nel mezzo della stagione incolore dell’Aget Imola, l’ambiente biancorosso non è stato indifferente a Giacomo Sabbatani: poche partite, pochissime anzi, ma tra queste, e al suo vero debutto tra professionisti (l’anno scorso due apparizioni di pochi secondi solo in garbage time) e con la maglia dei-la sua squadra del cuore, il giovane classe 1994, chiamato per far rifiatare i titolari con troppi falli, ha stupito tutti contro la Biancolù: 8 punti in 16′, il ghiaccio rotto subito segnando una tripla, un’occasione che ha lasciato il segno. Una passione per il basket, e per l’Andrea Costa, coltivata fin da piccolo, rinforzata anche dalla presenza di papà Marco, Sabbatani ha il profilo tipico del ragazzo con la testa sulle spalle, e non ha mugugnato per il ritorno dei più esperti Foiera e Maestrello: ora per lui l’occasione di contare, essere leader. QUI LISSONE : STEFANO CACCIANI L’Associazione Pallacanestro Lissone piazza un colpo con amarcord, chiudendo l’accordo con Stefano Cacciani che dopo 3 anni torna a vestire la maglia APL. “Caccia” ha infatti giocato a Lissone nel 2009/10 in occasione delal nostra prima stagione in C1, dimostrando di essere uno dei giocatori più amati dal PalaFarè. Grande la voglia di Stefano, reduce dalla promozione con Orzinuovi, di tornare a Lissone, una delle società che più gli è rimasta nel cuore nel corso della sua lunga carriera. Ala di 198 centimetri, “Caccia” trascorre buona parte del suo settore giovanile alla BluOrobica Bergamo dove, nei suoi primi tre anni da senior, ottiene due promozioni, passando dalla C1 alla B1. Stefano va al sud, giocando da professionista due ottime stagioni a Canicattì e Ruvo di Puglia (entrambe in B2), prima di tornare vicino casa, richiamato dalla Virtus Bergamo in C1. In squadra con Angelo Albani, raggiunge la finale contro Piacenza (dove giocava l’ex APL Dario Pozzi), venendo sconfitte in due partite. “Caccia” raggiunge, ma perde, la finale per la B2 anche i due anni successivi: proprio a Lissone (contro Villafranca) e a Cremona (contro Costa Volpino). Dopo 3 finali perse in 3 anni, decide di accettare le proposte dell’ambiziosa matricola Orzinuovi che, alla fine del secondo anno, trascina in B2 vincendo la finale contro Crema. Tecnicamente, Stefano è un’ala, che può giocare sia da 3 che da 4. Dotato di un ottimo tiro dalla lunga distanza (mai sotto il 30% in DNC), è da sempre uno dei migliori realizzatori di tutta la C1 (a Lissone fu secondo nel girone a 16.7 di media) e ha compiuto passi importanti anche in difesa dove, grazie all’atletismo e a braccia molte lunghe, è un giocatore molto fastidioso. Nonostante la ancora giovane età (ha da poco compiuto 29 anni), Caccia si esalta nelle partite importanti, specie di playoff: tutti i nostri tifosi avranno ancora negli occhi gli attimi finali di gara 3 dei quarti contro Mirandola (quando Stefano subisce fallo e ci permette di vincere di uno), i 27 punti in gara 1 e i 18 in gara 3 della semifinale playoff contro la Kenfoster Monza. E siamo sicuri che “la pagina dei ricordi” si amplierà in questa stagione, che la società ha aperto con altre due conferme di peso. La prima è quella di Filippo Formentini, che disputerà con la maglia APL anche la stagione 2013/2014. Come molti sapranno, “Filo” è un pò la bandiera APL con la cui maglia ha iniziato a giocare a soli 8 anni nel minibasket fino a divinire, senza interruzione alcuna, simbolo della nostra prima squadra. Nella stagione appena conclusa, Formentini è stato il top scorer della Cocoon con una media di 14.3 punti (con ben 7 picchi sopra i 20). Con lui anche Julian Danelutti, che disputerà la stagione 2013/2014 a Lissone per il secondo anno consecutivo. Tornato dopo due anni (e mezzo) in C2 a Nerviano per rivestire il ruolo di 5 titolare con la maglia APL, Julian si è rivelato un’autentica “scomessa” vinta la scorsa stagione nella quale ha raggiunto un rendimento pari a quello ai migliori lunghi del campionato con ben 13 pti, 8.7 rimbalzi e 16 di valutazione in 29.9 minuti come media partita oltre a ben 8 “doppie doppie”. QUI MESTRE : ANDREA DELLE MONACHE Basket Mestre 1958 comunica di aver sottoscritto un accordo per la stagione 2013-14 con il giocatore Andrea Delle Monache. Nato a Dolo (VE) il 9 luglio 1982 Delle Monache è un pivot, alto 200 cm. Il giocatore vanta una lunga esperienza nelle squadre del territorio veneziano e nella categoria DNB. Proviene dalla società Giants Basket Marghera dove ha disputato il campionato DNC nella stagione appena conclusasi. Nelle sue esperienze precedenti anche Roncade dal 2009 al 2012, Faenza nella stagione 2008-09, Bears, Eraclea, Reyer Venezia, Gattamelata Padova. Ha vinto il campionato della stagione 1999-2000, nella categoria DNC, militando nelle fila della Reyer Venezia. Ha disputato la finale playoff nella stagione 2004-2005, in DNB, sempre con Reyer Venezia. Ha giocato 9 stagioni in DNB. Ha conquistato il terzo posto nella classifica dei rimbalzi del suo girone di DNB nel 2007-2008, quarto nella classifica dei rimbalzi del suo girone di DNC nel 2012-2013. QUI NARDO’ : FRANCESCO FERRIENTI E ANDREA MALAMOV Due invece i colpi di mercato dell’Andrea Pasca Nardò: la società del patron Carlo Durante, ha prima chiuso l’accordo con Francesco Ferrienti, ala-pivot 200 cm classe ’81, poi è stata la volta del play-guardia Andrea Malamov, l’esterno romano trapiantato a Brindisi, che sarà il giocatore perimetrale richiesto da coach Tonino Bray, con i punti nelle mani e dalla grande esperienza. Curriculum di tutto rispetto per Francesco, una vita spesa sui campi nazionali di B2 e C1 con le maglie di: Rieti (ultima stagione), Francavilla, Giulianova, Ostuni e Martina con coach Bray. Esperienze importanti anche sul palcoscenico della Legadue con le maglie di: Capo D’Orlando e Ragusa. Un grande atleta sia dentro che fuori dal campo con il suo carisma e la grande carica agonistica. Ritrova a Nardò, oltre che tanti ex avversari, il suo mentore Tonino Bray. Benvenuto Francesco, che indosserà la maglia numero 18. Quanto a Malamov, 196 centimetri, nell’ultima stagione distintosi con la casacca dell’Invicta Brindisi (C regionale), dopo una trafila sui parquet di: Legadue, B1, B2, approda per la prima volta in C nazionale. Di esperienza nei campionati professionistici Andrea ne ha da vendere dopo essersi formato nelle giovanili della Fortitudo Roma e della Montepaschi Siena, Malamov inizia a deliziare i parquet professionistici, in Russia a San Pietroburgo, per poi rientrare in Italia in Legadue a Rimini. Da lì la lunga trafila nell’ex B1 con le maglie di: Caserta e Veroli, scende in B2 e vince il campionato a Bergamo, successivamente vestirà le maglie di Brindisi (Lega Due), Sant’Antimo dove incontra Francesco Ferrienti, poi due anni a Molfetta (B2) e poi Ruvo, Ravenna e Anagni (B1). Malamov è un giocatore assai versatile che può ricoprire i ruoli di play e guardia, duttilità che nel corso della sua brillante carriera ha portato Malamov ad essere uno dei migliori prospetti giovanili venuti fuori dalla “cantere” cestistiche italiane.Andrea Malamov indosserà la maglia numero 6. QUI NERVIANO : ALBERTO FINAZZI Grande colpo di mercato della società bianco-nera che si è assicurata Alberto Finazzi, nominato miglior ala grande della passata C regionale e uno degli artefici della promozione di Boffalora. Il giocatore pavese, classe ’87, completa la rosa aggiungendo qualità e sostanza sotto canestro. QUI OLEGGIO : CLAUDIO SACCO Dopo le conferme, ecco l’accordo con un giocatore del calibro di Claudio Sacco, che vestirà la casacca degli squali nella prossima stagione di Divisione Nazionale C. Playmaker classe ‘ 81 nativo di Alessandria, Sacco è un ottimo playmaker dotato di una mano mortifera dalla lunga distanza ma allo stesso tempo in grado di mettere in ritmo i compagni. Dopo le prime stagioni con Valenza, Alessandria, Cento e San Severo, Claudio ha giocato con la Paffoni Omegna per ben cinque stagioni, risultando tra i protagonisti della promozione in Divisione Nazionale A. Nella stagione successiva si è accasato a Piacenza con cui ha conquistato la promozione in DNB e l’anno dopo, a Vado Ligure, ha vinto nuovamente il campionato e da assoluto Mvp della finale ha trascinato la sua squadra alla promozione in DNA. Nelle ultime due stagioni ha vestito la maglia del Basket Legnano, in Divisione Nazionale B e nell’ultima stagione ha chiuso con oltre 10 punti di media e quasi tre assist a partita. Un giocatore esperto, vincente e di talento, che nello scacchiere di coach Zanotti va dunque ad aggiungersi alle prime conferme ufficiali della nuova Mamy, che da settembre potrà nuovamente contare anche sul “Biga” Daniele Biganzoli, il “Mine” Ferrari, “Junior” Marco Remonti, “Remo” Paolo Remonti e “Kape” Ermal Kapedani. QUI PADOVA : COACH MASSIMO FRISO, CARLO ALBERTO GASPARELLO, FILIPPO SABBADIN Riparte da coach Massimo Friso la Broetto Virtus della stagione 2013/2014. La firma del coach era il primo obiettivo del d.s. Massimo Caiolo che adesso potrà dedicarsi alla definizione della squadra con cui la società di via dei Tadi si riproporrà nella categoria nella quale quest’anno ha sfiorato la finale dei play-off terminando sconfitta di misura dopo due supplementari in quella memorabile gara 3 di Montebelluna. Inoltre, nell’ottica del risparmio dei parametri il primo passo non poteva che essere quello di cercare di riportare a casa l’ex pulcino Sabbadin. Pippo la scorsa estate, diventato ormai uno dei più positivi tra i senior della prima squadra e del girone, aveva deciso di provare la strada del professionismo lusingato da alcune promesse risultate illusorie e mettendo a frutto la sua crescita che indubbiamente in altre situazioni economiche non avrebbe avuto problemi a meritare ingaggi soddisfacenti. La crisi l’ha portato a Cittadella dove ha disputato un campionato da protagonista nel super competitivo girone lombardo della categoria, terminando primo per minuti giocati e alle spalle del solo Tosetto per punti e valutazione. Ottenuto l’accordo con Sabbadin restava da riempire la casella lasciata libera dalla partenza di Pressanto. Anche in questo caso il d.s. è andato sul sicuro senza fare molta strada o cercare soluzioni fantasiose. Dalla scorsa estate agli allenamenti estivi di Friso ha sempre partecipato, dimostrando grande entusiasmo, Carlo Alberto Gasparello, un giocatore padovano (è di Monselice) che il coach ha allenato nel passato e che dopo una carriera spesa tra B1 e B, annusati i primi venti della crisi, aveva deciso di avvicinarsi a casa e di lasciare la professione del giocatore. L’accordo con la Broetto non si concretizza ed eccolo così “atterrare” ad Istrana in C regionale dove segna 45 punti nella partita d’esordio. Grandi mezzi fisici (vedi questo spettacolare halley-hoop), velocità, penetrazione, tiro, Friso è certo che si tratta del giocatore ideale da inserire in un organico che l’anno scorso ha palesato mancanze di questo genere. QUI PIADENA : GIANNI GROBBERIO La Società Sportiva Corona Platina Piadena è lieta di annunciare di aver raggiunto l’accordo per poter schierare tra le proprie fila il giocatore Gianni Grobberio. Grobberio, classe 1975, è giocatore molto conosciuto anche nell’ambito del basket cremonese, avendo militato nella ex Rossini’s Cremona nell’anno della promozione dall’allora B2 alla B1. Gianni è giocatore molto fisico (203 cm e 105 Kg, ruolo 4-5) e potrà dare sicuramente il proprio contributo sotto le plance. Nelle stagioni da 2010-2011 e 2011-2012 ha militato nella categoria DNB a Castelnuovo (RE). QUI SAN VENDEMMIANO : ANDREA CARLESSO Colpo grosso della Rucker Sanve che si accorda ufficialmente con il giocatore Andrea Carlesso, ala forte di 200 cm., nato nel 1982 e proveniente da Bassano dove ha disputato le ultime cinque stagioni in DNB. Uno dei migliori centri della DNB e per dare qualche numero, nell’ultimo campionato ha realizzato una media di 11,6 punti e 8,8 rimbalzi in soli 26 minuti; nelle ultime sette stagioni per cinque volte si è aggiudicato il titolo di miglior rimbalzista del suo girone. Giocatore solido che si trova a suo agio spalle a canestro, occupa molto bene l’area e, grazie ai suoi centimetri, le stoppate a referto non mancano. Nell’area avversaria si conferma al rimbalzo (mediamente 3 a gara) e con le sue statistiche al tiro dimostra di essere un giocatore completo: 37% da 3 punti, 56% da 2 punti e 72% ai liberi. Muove i suoi primi passi a Castelfranco: si mette in mostra e viene notato dagli uomini della Ghirada dove termina il suo percorso giovanile. Nella stagione 2001/2002 lo troviamo a Ferrara in C1 e in seguito approda a Dueville dove disputa i successivi due campionati in B2. Da li il passaggio ai Bears di Mestre dove gioca tre stagioni in crescendo con una media di 14,7 punti e 13,4 rimbalzi a partita nell’ultima stagione; poi passa allo Jesolo-San Donà e contribuisce alla promozione dalla B2 alla B1. Nel 2008 il trasferimento a Bassano, dove gioca per cinque anni consecutivi sempre con costanza di prestazioni. QUI TRANI : COACH DIMITRI PATELLA Dimitri Patella, barese, sarà il nuovo coach della F.lli Lotti JuveTrani, che affronterà il prossimo campionato di Divisione Nazionale Serie C. Patella è conosciuto nell’ambiente cestistico come un tecnico capace di tirar fuori il meglio dai giovani a sua disposizione. Non è un caso che sia stato sempre il responsabile di vari settori giovanili di formazioni di serie B, in particolare a Ruvo di Puglia, proseguendo con l’esperienza vincente sotto le insegne del Basket Nord Barese, fresco di promozione in Legadue Silver.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy