UFFICIALE: Faenza, firmato Marco Perin

UFFICIALE: Faenza, firmato Marco Perin

I Raggisolaris si affidano ad un giocatore che seppur soltanto 23enne ha già una lunga militanza nel terzo campionato nazionale.

I Raggisolaris si affidano ad un regista da Oscar per la stagione 2016/17, un giocatore che seppur soltanto 23enne ha già una lunga militanza nel terzo campionato nazionale, torneo che ha vissuto sempre da protagonista. Signore e signori ecco a voi Marco Perin, playmaker classe 1993 visto i mesi scorsi al PalaCattani con la canotta di Livorno. I più esperti di pallacanestro se lo ricorderanno anche ai Crabs Rimini nel 2014/15.

Nato a Grosseto il 24 luglio 1993, Perin inizia a giocare a pallacanestro nel Grosseto Basket prima di approdare alla Mens Sana Siena. Dopo una stagione in prestito alla Virtus Siena, ritorna alla casa madre dove si divide tra giovanili e prima squadra, raccogliendo anche qualche presenza in serie A1 nel roster pluricampione d’Italia guidato da Simone Pianigiani. Perin ha esordito in serie A nel 2011 contro Brindisi regalando a Pietro Aradori l’assist per il centesimo punto di Siena.

“Quella senese è stata un’esperienza unica – spiega Perin -, perchè mi ha permesso di vivere a contatto con campioni in una realtà di altissimo livello. Ho imparato davvero tanto in quegli anni ed inoltre è stata una esperienza importante a livello umano, perchè a 14 anni me ne sono andato di casa per giocare a Siena con l’obiettivo di diventare un giocatore. Non dimenticherò mai l’esordio nella massima serie e l’emozione per i tanti scudetti che ho visto vincere da quel gruppo”. Nel 2012/13 si trasferisce a Riva del Garda in serie A Dilettanti raccogliendo un buon minutaggio e in quella successiva passa all’ambiziosa Poderosa Montegranaro in DNB. Nel 2014/15 si trasferisce ai Crabs Rimini sempre in DNB, risultando uno degli artefici della salvezza. Nell’ultimo campionato ha giocato con Livorno chiudendo la stagione regolare con 13 punti di media, mentre nei play out ne ha segnati 14. Le sue ottime prestazioni non hanno evitato la retrocessione dei toscani.

“Sono molto motivato da questa nuova avventura – spiega Perin -. Nelle due occasioni in cui ho giocato contro Faenza mi sono reso conto del calore del suo pubblico e della serietà della società e dunque quando il mio procuratore mi ha manifestato l’interesse dei Raggisolaris sono stato molto entusiasta. In Romagna torno volentieri, perchè a Rimini ho trovato grandi persone e tifosi caldi e appassionati, le stesse condizioni che ho visto anche a Faenza lo scorso dicembre. I miei obiettivi? Dare il massimo in ogni singolo allenamento per il bene della squadra e per vivere una buona annata a livello personale: questo è il mio lavoro e gli stimoli non mi mancano mai. Sarà una stagione intensa perchè il girone è duro, ma sono convinto che ci faremo valere. Non vedo l’ora di iniziare”.

Perin è un playmaker con una grande visione di gioco, ma anche con una mano molto calda.
“Ho scoperto di avere punti nelle mani soltanto dopo le giovanili, quando sono stato impiegato anche da guardia. Il mio ruolo naturale è quello di regista, ma ho acquisito grande sicurezza nei miei mezzi durante le stagioni e ora  mi concentro di più anche sulla fase offensiva”.

Il general manager Andrea Baccarini non nasconde la soddisfazione per questo colpo di mercato non dimenticandosi di dare il giusto saluto ad un grande protagonista delle ultime stagioni.
“Perin ricopre un ruolo chiave – sottolinea il gm – e non dovrà far rimpiangere Samuel Dal Fiume che ci lascia dopo tre stagioni da protagonista durante le quali ha dato tantissimo alla nostra causa onorando sempre al massimo la nostra maglia. Perin è un giocatore che seguivano da tempo e ha tutte le caratteristiche che cercavamo. E’ giovane ma ha comunque esperienza in questo campionato, ha un’ottima  visione di gioco e segna con facilità oltre a giocare per la squadra. Inoltre ha tantissimo entusiasmo e stimoli e ce li ha già dimostrati dal primo incontro. Ha quindi tutte le caratteristiche tecniche e la carica agonistica giusta per essere uno dei Raggisolaris”.

FONTE: Ufficio Stampa Raggisolaris Faenza

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy