Serie B – Un Teramo superlativo si abbatte su Recanati

Serie B – Un Teramo superlativo si abbatte su Recanati

I biancorossi centrano il primo successo stagionale superando di 23 punti la corazzata marchigiana.

Commenta per primo!

Dopo aver gettato al vento la partita di Giulianova, il Teramo Basket 1960 cerca i primi punti stagionali sul parquet casalingo del PalaScapriano. Ospite dei biancorossi il Basket Recanati, retrocesso lo scorso anno dalla serie A2, candidati al primo posto nel girone C, e reduci da un’eccellente vittoria in casa contro Senigallia.

Coach Coen sceglie di schierare gli stessi cinque titolari della prima giornata: Guarino, Raponi, Di Viccaro, Pierini e Fall. Risponde Teramo con Salamina, Musso, Staffieri, Milojevic e Cicognani. I padroni di casa partono col piede giusto, tenendo testa ad una formazione superiore, almeno sulla carta: il lavoro di Cicognani è encomiabile, e il suo post basso viene servito con precisione; la fisicità a rimbalzo di Recanati le permette di aumentare il numero di possessi offensivi, un parziale di 7-0 riporta gli ospiti sul -1 dopo un quarto di gioco. Nel secondo periodo inizia a venire fuori la superiorità degli ospiti, che alzano il muro difensivo e scappano in contropiede, portandosi sul +6; le difficoltà per i padroni di casa nascono da un’inspiegabile monotonia offensiva: la palla in post da Cicognani non può essere l’incipit di ogni possesso, troppo facile per la difesa adattarsi. Fortunatamente il quintetto leggero l’ingresso di Nolli e capitan Lagioia rende l’attacco biancorosso più rapido: contropiede e grande giro palla riportano Teramo in vantaggio; Recanati non è squadra abituata a demordere, talento ed esperienza tengono i leopardiani a contatto sul 44-41 a fine primo tempo. La ripresa delle operazioni è caratterizzata da un’intensità nettamente superiore rispetto al primo tempo: Recanati cerca di liberare al tiro le sue bocche da fuoco, ma i padroni di casa rispondono con gli interessi grazie a Salamina e Staffieri; gli ospiti, ancora una volta, non si scompongono e si rifanno sotto a -2: le grandi squadre si vedono soprattutto in questi momenti. Il go-to-guy per i biancorossi in questo frangente di partita si chiama Valerio Staffieri, che con un paio di triple ricaccia indietro nuovamente Recanati; il messaggio lanciato dall’ala romana di Teramo viene recepito dai compagni, che si adeguano in intensità e concentrazione: i padroni di casa chiudono il terzo quarto con il massimo vantaggio di 10 lunghezze. Nell’ultima frazione di gioco gli ospiti cercano ancora una rimonta, ma il litigio con il ferro continua ad essere la trave che affonda Recanati, e i biancorossi volano a +21. Da questo momento in poi Teramo non si guarda più indietro e porta a casa una grande vittoria impronosticata: ottima risposta della compagina biancorossa alla sconfitta della prima giornata.

TERAMO BASKET 1960 8966 U.S. BASKET RECANATI

Parziali: 21-20 ; 23-21 ; 23-16 ; 22-9

Tabellini
Teramo: Milojevic 12, Ceci n.e., Di Eusanio n.e., Nolli 11, Salamina 11, Lagioia 4, Errera n.e., Musso 3, Staffieri 29, Manente n.e., Piccinini, Cicognani 19. All. Bianchi
Recanati: Guarino 10, Cuccioli n.e., Raponi 7, Fall 10, Pierini 12, A. Gurini 3, Di Viccaro 17, Vidakovic, Cingolani, G. Gurini 7. All. Coen.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy