Che Gran Bretagna, Polonia a casa

Che Gran Bretagna, Polonia a casa

Commenta per primo!

La Gran Bretagna batte la Polonia col punteggio di 88-81 ed elimina in modo davvero beffardo i polacchi, che già sognavano una storica qualificazione. Infatti, dopo la vittoria di ieri contro la Turchia, Berisha e compagni si erano illusi di avere la qualificazione in tasca. A loro bastava una vittoria contro i britannici, ormai fuori dai giochi, e la Turchia non avrebbe mai vinto contro la corazzata Spagna. Ma succede l’impensabile: la Gran Bretagna (Joel Freeland e Luol Deng per essere precisi) ha una reazione d’orgoglio e raccoglie le ultime energie rimaste per battere una Polonia che ha toccato il paradiso con un dito ma non è riuscita ad entrarci.

 Deng e Freeland: davvero una partita superba per il duo inglese. L’ala di Chicago chiude un gran Eurobasket con 28 punti e 14 rimbalzi, conditi da 6 assist. Non da meno la prestazione del lungo di Malaga che mette a segno 27 punti senza errori dal campo: 11/11 alla fine per il buon Joel. A tutto questo aggiungiamo 11 rimbalzi, 1 assist e il 2/2 dalla lunetta. Avevamo spesso citato le deludenti prestazioni di Freeland, che in assenza di Gordon e Mensah Bonsu, doveva essere la seconda punta offensiva degli isolani. Questo è successo per quattro partite. Alla quinta ha messo in mostra tutto il suo talento e molti hanno capito perché era tra i migliori 10 per valutazione alla fine della stagione regolare di Eurolega.

Parlando della Polonia, invece, possiamo dire che il risultato raggiunto dai polacchi è davvero ammirevole. Sono arrivati a 8 punti subìti in meno dalla qualificazione al secondo turno, impronosticabile a detta della stragrande maggioranza. E tutto questo senza le torri gemelle Maciej Lampe e Marcin Gortat, il primo fuori per un problema all’anca che lo terrà a lungo lontano dai parquet, il secondo per motivi di assicurazione troppo alta, visto il lockout in corso in America.  Berisha, Szewczyk, Kelati e Koszarek si sono presi la squadra sulle spalle, e dividendosi i compiti non hanno certo fatto rimpiangere le assenze dei due lunghi. La Polonia  a Londra 2012 non ci sarà, ma guardando al futuro (Euro2013) può essere una mina vagante, soprattutto a roster completo.

La partita comincia con la Gran Bretagna che fa subito prove di fuga. Difatti al terzo minuto di gioco il punteggio è già sul 10-2 in favore dei britannici. Ma i polacchi sanno quanto vale questa partita per il loro movimento cestistico e piazzano un contro parziale di 2-10 che riporta il punteggio in parità. Un piazzato da 5 metri di Archibald chiuderà il primo quarto sul 18-17 a favore dei suoi. A questo punto sale in cattedra Freeland, che quasi da solo regge l’urto di una Polonia scatenata e riesce a tenere i suoi addirittura sopra di 4 poco dopo la metà del secondo periodo.  Cinque punti consecutivi di Luol Deng chiudono il periodo sul 39-31. La Polonia esce dagli spogliatoi con il sangue agli occhi per provare l’impresa. Ma sembra non riuscirci visto l’incontrastato dominio della coppia Freeland-Deng.  Grazie ad un gioco di squadra magistrale, e con qualche canestro in più di Koszarek e Hrycaniuks, i polacchi si ripropongono a -2. 5 punti consecutivi del capitano di Caserta sigillano il punteggio sul 55-56. La Polonia è tornata sopra.

 Ma la Gran Bretagna (Freeland per specificare) sembra avere un conto in sospeso con la Polonia: 5 punti consecutivi del lungo di Malaga riportano sopra i britannici. Solo le triple di Kelati tengono in piedi le speranze polacche. Si parla di triple? Non può mancare il contributo di Berisha, che mette la bomba del -2, e in seguito pareggia con un arresto e tiro magistrale. Mancano due minuti è il punteggio è di 78-77 a favore della Gran Bretagna. Il match sembra avviarsi verso un finale alquanto drammatico. Ma Deng e Freeland (con l’aiuto di due liberi di Reinking) piazzano un parziale di 10-2, che sigilla la partita e mette fine all’impresa dei polacchi, che comunque escono dal campo a testa alta, anzi altissima.

Great Britain 88-81 Poland: 18-17, 21-14, 16-25, 33-25.

Great Britain: Adeboyde 2, Lawrence, Lenzly 7, Deng 28, Archibald 6, Freeland 28, Reinking 9, Clark 7, Johnson , Van Oostrum, Sullivan, Boateng.

Poland: Berisha 19, Lapeta 2, Leonczyk 6, Szewczyk 10, Kelati 14, Hrcanyuk 15, Koszarek 15.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy