Eurobasket 2011: a Vilnus la cerimonia di apertura. Domani squadre in campo

Eurobasket 2011: a Vilnus la cerimonia di apertura. Domani squadre in campo

Ormai manca solo la prima palla a due. Ieri, nel tardo pomeriggio, è ufficialmente partita la 37esima edizione del Campionato Europeo di basket. La cerimonia di apertura è andata in scena a Vilnius, capitale di una Lituania vestita festa per l’occasione, tappezzata di bandiere verdi, gialle e rosse e con i simboli Fiba in ogni angolo delle strade.

Entrando in città il fiume di macchine e persone porta dritti al Radisson Blu Hotel, poco distante dal centro. Lì, proprio sull’ansa del fiume Neris, più di 15.000 appassionati e curiosi si sono dati appuntamento per celebrare quello che in Lituania è un vero e proprio avvenimento: l’EuroBasket 2011.

Vilnius è l’ultima tappa di un tour cominciato un anno fa e che ha portato il pallone di città in città, direttamente nelle mani dei giocatori e del coach della selezione nazionale lituana.
Una sorta di fiaccola olimpica palleggiata con passione lungo un Paese che del basket ha fatto un culto. Una volta sul posto, ognuno ha ricevuto in dono un pallone e la festa ha avuto inizio tra balli, canti e fuochi d’artificio.

Sul grande palco allestito per l’occasione hanno fatto il loro ingresso trionfale Marijonas Mikutavi?ius, Mantas e Vilija Pilibaityt? – Mia, autori dell’inno ufficiale della manifestazione: “Celebrate Basketball”. Sulle note di una canzone piuttosto orecchiabile, la folla ha atteso l’arrivo della presidentessa della Repubblica lituana Dalia Grybauskait?, che assieme a Olafur Rafnsson e Nar Zanolin, rispettivamente presidente e segretario generale di FibaEurope, ha tagliato il nastro che dà ufficialmente il via alla manifestazione. Con loro anche il Primo Ministro Andrius Kubilius, il sindaco di Vilnius Arturas Zoukas e la stella Linas Kleiza.

Al collo una sciarpa con i colori nazionali, la Grybauskaitè ha dato il benvenuto a tutte le 24 rappresentative in gara. La festa ha vissuto il suo acme al tramonto. In una cornice molto più che suggestiva la mascotte del torneo Amberis, personaggio dalla testa a forma di goccia d’ambra, ha invitato tutto il pubblico presente a palleggiare il pallone ricevuto in dono.

Per 5 minuti tutta la Nazione ha palleggiato all’unisono: 15.000 persone a Vilnius, 8,300 a Klaip?da, 6,000 ad Alytus, 7,250 a Šiauliai, 7,600 a Panev?žys e 11,000 a Kaunas. Il nuovo guinness dei record della specialità con più di 55.000 persone a palleggiare simultaneamente.
Ha contribuito all’impresa anche Arvydas Sabonis, il “Principe del Baltico”. Dall’alto dei suoi 220 centimetri, la leggenda lituana ha distribuito sorrisi ed autografi mandando in visibilio tutto il pubblico presente. 
Fino al 18 settembre dunque, Vilnius e l’intera Lituania saranno l’ombelico del mondo cestistico.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy