Eurobasket 2015, Gir. A: Francia meravigliosa, i blues schiantano la Bosnia

Eurobasket 2015, Gir. A: Francia meravigliosa, i blues schiantano la Bosnia

eurobasket2015.org

Con una prova strepitosa, la Francia si sbarazza della Bosnia senza troppe difficoltà. Tutto troppo facile per la formazione di Collet, che incanta Montpellier con una prova autoritaria che candida sempre più i blues a recitare il ruolo da protagonista numero uno della competizione. I transalpini giocano una gara fatta di concretezza e spettacolo, un abbinamento che schianta la timida Bosnia, incapace di dar seguito ad un buon primo quarto.

Francia: Parker – De Colo- Batum- Diaw- Gobert

Bosnia: Renfroe – Milosevic- Persic-Bavcic- Kikanovic

DOMINIO FRANCESE, LA BOSNIA ARRANCA- Avvio di gara a ritmi elevati su entrambi i lati del campo. De Colo e Parker scavano il primo mini break dopo tre minuti, scrivendo il 5-9 a referto. Persic interrompe il digiuno, Parker prima e Gelabale replicano prontamente, tenendo a debita distanza la Bosnia sul 10-15. La formazione di Dusko Ivanovic gioca però molto bene e prima colpisce dall’arco con Sutalo, poi trova il meno due con il neo entrato Stipanovic, chiudendo il primo periodo sotto per 15-17. Nel secondo quarto i transalpini partono meglio: difesa aggressiva e attacchi fluidi sono giuste componenti per trovare subito l’allungo. Sono due triple di Lauvergne e Westermann, seguite da altri due punti firmati dal numero sette in maglia blu a metter otto punti di margine (16-24 al 13’). Il 2/2 di Fournier vale la doppia cifra di scarto, mentre Renfroe e Stipanovic provano a lanciare timidi segnali di reazione. In campo però c’è una squadra sola, ed è quella di casa: Pietrus si prende gli appalusi con una gran schiacciata, Kahudi trasforma una palla recuperata in un comodo contropiede, permettendo così alla propria squadra di scrivere il più tredici sul tabellone di gioco. Renfroe predica nel deserto, Kikanovic dalla lunetta prova a diminuire il passivo, ma l’ultimo acuto è ancora francese, con Kahudi che piazza il 26-37 della prima metà di gara.

FRANCIA DISUMANA, LA BOSNIA E’ TRITURATA– Botta e risposta tra Bavic e De Colo in avvio di ripresa. La Francia però riparte così come aveva finito, bucando la retina avversaria con la stessa facilità di realizzazione di Lionel Messi: Diaw e Gobert rimpolpano il proprio tabellino, ma sono i primi due personali di Batum a valere il 30-44. I francesi sono padroni del campo, De Colo con sei punti consecutivi sigla il più venti, salendo a quota 12 punti.  La Bosnia accusa il colpo, incapace di rispondere all’attacco perfetto dei blues. E’ così Batum con nove punti in rapida successione a rendersi protagonista nel nuovo 10 a 0 di break che mette trenta punti di scarto (30-60). Parker sigla il più trentadue, svegliando dal letargo la Bosnia, che ferma il passivo a sfavore con i due punti di Stipanovic. La trama è però sempre la stessa e la terza frazione si conclude 36-67. Gli ultimi dieci minuti servono solo per definire le statistiche, con la Francia che s’impone con il punteggio finale di 81-54.

MVP BASKETINSIDE.COM: De Colo

FRANCIA BOSNIA 81-54

Francia: Westermann 9, Batum 11 , Lauvergne 12, Kahubi 7, Parker 11, Fournier 2, Pietrus 5, De Colo 12, Diaw 3, Gelabale 4, Gobert 5, Jaith.

Bosnia: Pasalic, Buza 2, Stipanovic 10, Sutalo 8, Bavcic 4, Gordic 3, Kikanovic 10, Persic 2, Milosevic 3, Renfroe 8, Vrabac, Albijanic 4.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy