Eurobasket 2015, Gir. A: sprint Israele, Finlandia battuta con autorità

Eurobasket 2015, Gir. A: sprint Israele, Finlandia battuta con autorità

Commenta per primo!
eurobasket2015.org

FINLANDIA 66-79 ISRAELE (13-25, 18-21, 23-16, 12-17)

È arrivato il secondo successo in altrettante gare per Israele che dopo la vittoria a sorpresa con la Russia supera anche la Finlandia e guida a punteggio pieno il girone A insieme a Francia e Polonia. La squadra di Edelshtein dimostra la netta la superiorità nel parquet e chiude sul 66-79 una gara mai in discussione. È Eliyahu il trascinatore della squadra con 22 punti messi a referto. La Finlandia si aggrappa al neo acquisto del Besiktas Erik Murphy, autore di 24 punti, ma non basta per impensierire la squadra israeliana. La squadra scandinava rimane così a 0 punti in classifica e vede allontanare le speranze qualificazione.

LA CRONACA – Match mai in discussione, come detto, al Park&Suites Arena di Montpellier. Inizia meglio Israele e nei primi quattro minuti di gioco la Finlandia ha difficoltà a trovare il canestro ma soprattutto non entrano mai nel pitturato . Murphy è coadiuvato da Salin nel tentare di mettere le toppe dall’arco per non far scappare via gli israeliani che però giocano a meraviglia davanti e con un ispiratissimo Eliyahu, già protagonista sin dai primi possessi della gara, chiudono avanti di 12 (13-25) i primi dieci minuti di gara.

Ad inizio secondo quarto la Finlandia ha l’obbligo di rientrare nel match e soprattutto con le due triple di Nuutinen si spinge fino al -9 con Israele che non riesce ad attaccare la difesa finlandese come aveva fatto nel primo quarto. Ma quando sembra che l’asticella si stia spostando verso la squadra di Dettmann Israele si sveglia con due strappi decisivi per il match. Prima Eliyahu supportato da Yivzori e poi ancora l’ala dell’Hapoel Jerusalem con la felice collaborazione di Ohayon mandano in fuga Israele. Murphy e Salin giocano praticamente da soli ma non basta, alla pausa lunga il tabellone segna 31-46 per Casspi e compagni.

Al rientro dagli spogliatoi Israele è decisa a riposarsi e gestisce bene il match, senza permettere alla Finlandia di rientrare in gara. La partita comincia a diventare brutta e si sbaglia da una parte e dall’altra. Questo favorisce gli scandinavi che cominciano a risucchiare punti e arrivano, grazie a Nuutinen e al solito Murphy, a -8 dagli israeliani quando mancano ancora 10 minuti da giocare.

La Finlandia ci crede. Si lancia nell’ultimo quarto con coraggio, difende bene e si costruisce tre tiri per arrivare sino al -4. Israele recupera un po’ di vantaggio grazie soprattutto a Casppi e si porta sul 63-73 a 3 dalla fine. Murphy prova ancora a combattere sul parquet ma gli scandinavi non ci credono più e lasciano a Israele la possibilità di allungare sono al 66-79 finale.

MVP BASKETINSIDE: Eliyahu (22 punti, 5 rimbalzi, 6 assist in 30’)

FINLANDIA: Koivisto 2, Huff 5, Lee 5, Salin 13, Kotti, Koponen 3, Nuutinen 8, Kaunisto, Ahonen, Wilson 6, Murphy 24.

ISRAELE: Yivzori 6, Dawson, Mekel 14, Eliyahu 22, Casspi 10, Limonad 5, Kadir 2, Ohayon 13, Fischer 7

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy