EUROBASKET 2015, Gir. A: vince la Polonia, incubo Serbia per la Finlandia!

EUROBASKET 2015, Gir. A: vince la Polonia, incubo Serbia per la Finlandia!

L’imperativo, per Finlandia e Polonia, era vincere per evitare la prima del girone B (quello dell’Italia) e guadagnare la miglior posizione sul tabellone degli ottavi di finale di questi entusiasmanti europei di basket. A Montpellier è la Polonia ad aggiudicarsi, per 65-78, il match contro i finlandesi e ad aggiudicarsi la terza piazza nel girone A: mattatore dell’incontro è stato il polacco Waczynski con 17 punti ed il 50% dal campo (3/6 da 2 e 2/4 da 3). A nulla, per i finlandesi, sono serviti i 17 punti di Huff.

 

PRIMO PERIODO. Inizio equilibratissimo quello tra Polonia e Finlandia: Ponitka apre le danze, Murphy risponde, e Koponen regala il primo vantaggio ai finlandesi (7-4 al 2′). Le due nazionali si rincorrono, ancora Ponitka e Waczynski fanno male alla difesa biancoblù, Huff prova ad accorciare con un 3/3 dalla lunetta, ma 5 punti in fila di Slaughter regalano il massimo vantaggio ai polacchi (17-23 a 2′ dalla prima sirena). Ma i finnici non ci stanno e la tripla di Koivisto manda le squadre al primo riposo col punteggio di 20-23.

 

SECONDO PERIODO. Karnowski inizia con determinazione il 2° periodo realizzando 4 punti in fila, la Finlandia risponde con Koponen e Huff trovando i punti del pareggio a quota 29, quando sul tabellone erano già trascorsi 5′ di gioco. Il match è spezzettato, palle perse e qualche fallo di troppo la fanno da padrona; tocca quindi a Gortat iniziare a macinare punti e, grazie anche a Kulig, la Polonia riprende ossigeno (32-37 al 7′). Lee ed Huff ribattono colpo su colpo, ma è un canestro di Waczynski a fissare il punteggio sul 41-42 di metà gara.

 

TERZO PERIODO. Huff e Salin rientrano dagli spogliatoi col piglio giusto, ma Gortat e ancora Ponitka rendono piacevole un match che segue il liet motiv dell’equilibrio (47-48 al 3′). Arrivano le prime notizie “sostanziose” da Berlino, la Serbia sta dilagando contro l’Italia, e di conseguenza le difese si chiudono e gli attacchi diventano contratti. Il punteggio si muove col contagocce, e la Polonia prende un piccolo vantaggio grazie anche a Slaughter (49-54 al 7′). Koponen e Lee provano a caricarsi la Finlandia sulle spalle, ma è la tripla di Kozsarek a chiudere la terza frazione sul 52-58, con la Polonia che si riprende il +6 e massimo vantaggio.

 

QUARTO PERIODO. Le notizie dalla Germania danno un segnale sempre più chiaro con la Serbia sempre più prima nel girone B, e la Polonia capisce che è arrivato il momento di accelerare. Waczynski si avvale della collaborazione di un preziosissimo Karnowski in attacco, tutta la difesa biancorossa gira alla perfezione: ne scaturisce un parziale di 4-11 che indirizza il match verso Gortat e soci. La Finlandia sembra non averne e più, la tripla di Zamojski regala il massimo vantaggio alla Polonia sul 58-74 con 2′ abbondanti ancora da giocare. Il finale è solo per le statistiche; Nuutinen da un lato e Slaughter dall’altro arrotondano il punteggio sul 65-78 finale, che condanna la Finlandia al 4° posto nel girone A e ad affrontare agli ottavi la temibile Serbia. La Polonia, invece, chiude al 3° posto nel girone e dovrà attendere Spagna-Germania e Turchia-Islanda per sapere chi troverà sul suo cammino.

MVP Basketinside: Adam Waczynski (17 punti, 3/6 da 2, 2/4 da 3, 5/5 FT, 4 rimbalzi, 3 assist)

Finlandia: Koivisto, 3, Huff 17, Lee 5, Salin 5, Kotti 2, Koponen 14, Nuutinen 11, Kaunisto, Caven, Ahonen 2, Wilson DNP, Murphy 6
Polonia: Czyz DNP, Cel 6, Slaughter 13, Kulig 7, Ponitka 8, Waczynski 17, Gortat 10, Koszarek 3, Zamojski 4, Karnowski 10, Gruszecki DNP, Skibniewski DNP

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy