Eurobasket 2015, Gir. B: Germania OK nell’esordio contro una coriacea Islanda

Eurobasket 2015, Gir. B: Germania OK nell’esordio contro una coriacea Islanda

Commenta per primo!
fibaeurope

Non stecca l’esordio davanti al proprio pubblico la Germania di Nowitzki, che si sbarazza di una coriacea Islanda che nonostante sia stata sempre sotto nel punteggio, ha avuto la forza di rientrare in partita, sprecando però le occasioni per provare a riagguantare il punteggio. Grande prestazione di Nowitzki che si mette alla spalle la brutta preparazione ( 15 punti e 7 rimbalzi), ma soprattutto ottimo il match di Schroder sempre pronto nei momenti decisivi. Per l’Islanda solita grande partite del leader Stefansson (23 punt).

CRONACA– Parte forte la Germania con un parziale di 7-2 ad opera di Gavel e Schroder, ma l’Islanda non vuole stare a guardare e trova la tripla del 7-5 dopo tre minuti con Pàlsson. Zipser da tre per il 10-5, risponde l’islanda 10-8 a metà quarto. Dopo tre minuti di digiuno, tripla di Benzing per il 13-8. Grande tripla di Benzing per il 18-9 a due minuti dal termine. Nell’ultimo minuto parziale di 0-5 dell’Islanda, con la tripla di Pàlsson che segna il 18-14, Nowitzki con un colpo dalla media chiude la prima frazione sul 20-14.

Stefansson apre il secondo quarto con un gioco da tre punti e l’Islanda si porta -3, poi Nowitizi riporta la Germania sul 24-19. I padroni di casa provano a volare via con Schroeder che penetra per il 28-19 a metà quarto. Botta e risposta da tre prima con Hermansson poi con Zipser, e il tabellone segna 31-22 dopo sei minuti di gioco con la partita che comincia ad alzarsi di livello. Nowitzki a 3 dal termine scrive il +11 con il suo tipico tiro dalla media (35-24). Steffanson non ci sta e prova a tenere i suoi attaccati alla partita, ma Nowitzki ormai è un fattore, e ancora dalla media scrive il 37-26 quanda manca un minuto. L’Islanda continua a tirare con pessime percentuali, e la Germania ne approfitta per andare a riposo con relativa tranquillità: Nowitzki dalla lunetta conclude la prima metà di gara sul 41-26.

Al ritorno dagli spogliatoi le squadre inziano tirandosi l’elastico tra il +14 e il +12 tedesco, fino a quando l’Islanda con un break di 0-5 si riporta a -7 a metà quarto. L’Islanda sciupa più volte la possibilità di avvicinarsi ulteriormente  ai tedeschi, che con Gavel scrivono un contro parziale di 4-0 con il tabellone che dice 52-41 a due minuti dal termine.  Il time-out islandese si rivela inutile, infatti la Germania riprende in mano il match con la tripla di Giffey che riporta i suoi a +18, ma sarà Pàlsson a trovare gli ultimi due punti del quarto: 59- 43 in favore della Germania.

La Germania prova a gestire il vantaggio, e dopo tre minuti perde Voitgmann per una sospetta distorsione alla caviglia. L’Islanda prova a trarne beneficio, con  Baerginnson che trova la tripla del -11 (61-50) dopo quattro di gioco. I nordici ci credono e vanno a segno ancora con Stefansson, ma Schorder rovina i piani e interrompe il break: 65-52 a metà quarto. L’Islanda però non molla mai, e Baernnisson trova la tripla del -10 a quattro minuti dalla fine (69-59). L’Islanda si riavvicina pericolosamente e ancora Baernnisson trova il tiro dall’arco che dice -6 a 2 minuti dal termine (69-63). La Germania non segna più, ma l’Islanda spreca le occasioni per provare seriamente a riagguantare il risultato, quindi si va alla lotteria dei tiri liberi per i falli tattici, che decreterà il risultato finale: 71-65 in favore dei padroni di casa.

GERMANIA- ISLANDA 71-65 (20-14; 41-26; 59-43)

GERMANIA: Nowitzki 15, Schroder 15, Gavel 7.

ISLANDA: Stefansson 23, Pàlsson 12, Baeringsson 12.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy