Eurobasket 2015, Gir. D: sospiro di sollievo Lituania, Ucraina battuta al fotofinish

Eurobasket 2015, Gir. D: sospiro di sollievo Lituania, Ucraina battuta al fotofinish

eurobasket2015.org

LITUANIA 69–68 UCRAINA (19-12, 14-14, 17-19, 19-23)

Equilibrio nei primi minuti, con Fesenko e Valanciunas a dar vita a un incontro frizzante sotto le plance e Maciulis, trovato da Kalnietis, a martellare dall’arco il primo mini-allungo lituano sul 9-6 al 5’. Con Mishula l’Ucraina trova il -1, salvo poi incassare un pesante parziale di 7-0, causato principalmente da una difesa troppo ingenua nella gestione dei falli (già 5 a 6:30’) e troppo flebile in quella del duo Jankunas-Valanciunas, che spingono la Lituania fino al 16-8 dell’8’. Kalnietis apre il secondo quarto bersagliando dall’arco il 22-12 dell’11’, a cui replica Randle riportando i suoi a contatto sul 23-14. Fesenko usa troppo le mani su Valanciunas, costringendo Murzin al cambio. Ciò offre all’Ucraina la possibilità di schierare un quintetto più leggero che sorprende la Lituania aprendo spazi a Lukashov e Zaytsev, improvvisamente in stato di grazia: l’Ucraina trova continuità offensiva sfoderando un parziale di 12-0 che riapre il match, avviantesi all’half-time sul 25-26. Valanciunas blocca l’emorragia con un 22 dalla lunetta (27-26 al 18’), aprendo un contro-parziale lituano di 7-0, che conduce le compagini negli spogliatoi sul 33-26, al termine di un secondo quarto elettrico. La forza d’urto dei Baltici si re-innesta con la produzione interna di Valanciunas (dominante) ed esterna di Jankunas, che trova la tripla del +12 (40-28 al 23’). Fesenko tocca quota 12 siglando con un bel gioco in area, tenendo l’Ucraina a contatto sul -8, che diventa -4 sul tiro dalla media del centro della Lokomotiv Kuban, mandando in fumo l’ennesima prova di fuga dei Greens. Ancora Fesenko a cantare e portare la croce per l’Ucraina: 6 punti consecutivi portano l’Ucraina a contatto sul -3 (46-43 al 28’). Jankunas entra nell’ultimo quarto colpendo ancora da fuori, dando nuovamente il +8 ai suoi. Ancora una volta, però, quando la Lituania sembra essere pronta a dare la scodata definitiva, riecco l’Ucraina a strappare l’inerzia della contesa: 5 punti in serie di Mishula e 60-56 al 34’. Segna Seibutis, poi la bomba di Zaytsev mette i brividi a Kazlauskas, con l’Ucraina ad avvicinarsi a -3 sul 62-59 al 36’. E’ black-out Lituania: Korniyenko sorpassa sul 62-63, e dà il via a un finale thriller. Mishula e Jankunas si rispondono dall’arco, Randle segna il nuovo +1, a cui Maciulis replica dalla lunetta, segnando il 68-69 al principio del 38’. Il resto viene scritto da attacchi non proficui: Jankunas prima e Korniyenko poi falliscono il colpo del K.O, arriva inesorabile la sirena e la Lituania può tirare un sospiro di sollievo, dopo 40’ di continua e inaspettata minaccia.

MVP BASKETINSIDE: P. Jankunas, 22 punti e 5 rimbalzi in 30′

LITUANIA: Kalnietis 3, Maciulis 11, Seibutis 8, Sabonis, Jankunas 22, Javtokas 2, Valanciunas 19, Kuzminskas 1, Milaknis, Lekavicius 3

UCRAINA: Pustozvonov 5, Randle 12, Mishula 13, Lukashov 2, Fesenko 19, Sizov, Tymofeyenko 2, Lypovyy, Korniyenko 8, Zaytsev 7, Pustovyi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy