Eurobasket 2015, Italia-Israele, le pagelle: Gentile fenomenale, bene Cinciarini

Eurobasket 2015, Italia-Israele, le pagelle: Gentile fenomenale, bene Cinciarini

fiba.com
  L’Italia vola ai quarti con poche difficoltà grazie ad una solida partita in difesa e ad un attacco che si conferma ricco di talento. Ecco le pagelle degli azzurri. Andrea Cinciarini: 6.5. La miglior prestazione in questo Europeo del play nativo di Cattolica. Si dimostra subito a suo agio e determinato, dirige alla perfezione l’Italia quando nel terzo quarto scava il solco decisivo e in difesa non fa passare praticamente nulla. Contro la Lituania avremo bisogno di un Cincia così. Alessandro Gentile: 8.5. Il giocatore dell’Olimpia gioca probabilmente la sua miglior prestazione in azzurro. Ritocca il suo career high con 27 punti realizzati, si rivela inarrestabile per la difesa israeliana e in fase difensiva è difficilissimo batterlo. Lucidissimo nel leggere le chiavi della partita, penetra sempre con decisione e nel momento giusto: MVP a mani bassissime. Marco Belinelli: 7. Buona partita di Marco che dimostra subito di avere la mano a dir poco calda. Piazza tre triple che spezzano le gambe agli israeliani, difende come forse non aveva mai fatto in questo Europeo e poi va a sedersi in panchina. Per fortuna non ci sono tante energie da spendere ed il giocatore dei Kings potrà riposare in vista della Lituania, rientra giusto per mettere dentro una bomba delle sue andando a sinistra, da otto metri, cadendo, ignorante insomma. Ma non ci sorprende, non è la prima che ci regala in questi giorni. Danilo Gallinari: 6. Qualche canestro di quelli da stropicciarsi gli occhi, poi capisce che può tirarsi indietro e risparmia la benzina che sarà necessaria per affrontare la Lituania. Noi siamo felici così, meglio dosare le energie in vista delle prossime fondamentali partite. Gli applausi e l’incredulità per le sue giocate torneranno mercoledì, ne siamo certi. Andrea Bargnani: 7. Perchè? Perchè?! Quanto può essere frustrante subire un altro infortunio per un giocatore che stava ritrovando finalmente forma e fiducia? Tanto, davvero tanto. Lui appare sconsolato all’uscita dal campo dopo aver disputato minuti di grande qualità sia in difesa che in attacco. Era da tanto che non vedevamo il Mago giocare così, speriamo per noi ma soprattutto per lui che il suo Europeo non finisca qui. Marco Cusin: 5.5. Abbiamo sicuramente visto di meglio da parte sua. Non è che giochi una partita disastrosa, anzi, ma sbaglia molto quando è l’Italia ad attaccare ed in difesa non è il solito ostacolo insormontabile. Alla fine va bene così, meglio steccare partite che finiscono con un trentello di vantaggio che match punto a punto. Daniel Hackett: 6.5. Buona partita del ragazzo da Forlimpopoli. Fa sentire i suoi muscoli agli esterni israeliani, gira bene la palla ed è presente a rimbalzo in ambo i lati del campo. Se lui e Cinciarini giocano così la nostra squadra aumenta ancor di più il proprio potenziale.
fiba.com
Nicolò Melli: 7. Gran bella partita del neo acquisto del Bamberg. Dominante sotto i tabelloni con 7 rimbalzi messi a referto, non fa rimpiangere la prolungata assenza di Bargnani e la cattiva serata di Cusin. In attacco si dimostra convinto e sicuro dei suoi mezzi prendendosi anche qualche tiro forzato. Ai quarti potremmo avere uno smisurato bisogno di lui, soprattutto in caso di forfait di Andrea. Pietro Aradori: 5.5. Partita opaca ma non da cestinare. Poco lucido in fase offensiva a parte i soliti rimbalzi offensivi che dimostrano impegno e abnegazione, sbaglia qualche scelta in attacco ma fa saltare tutti dal divano quando appoggia al vetro il 40-30 sulla sirena del secondo quarto dopo aver strappato un rimbalzo sul tiro sbagliato da Gentile. L’impressione però è sempre quella che possa essere l’inaspettata arma in più in qualsiasi momento della partita: la Lituania è avvisata. Amedeo Della Valle: 6.5. Ottimo garbage time per la giovane guardia di Alba. Ci tiene a far conoscere, a chi ancora non lo sapesse, la sua specialità. Due triple e tanta corsa, il futuro è suo. Achille Polonara: 6.5. Bene anche PolonAir. Realizza un bel canestro dalla media quando gli azzurri allungano e fa sentire la sua presenza in difesa. Vedere giocare così lui e Della Valle non può che motivare e caricare i titolari. Simone Pianigiani: 7.5. Legge benissimo le chiavi dell’incontro, sfondando la difesa israeliana con le penetrazioni ed eventuali extra pass per i tiratori e limitandoli con una difesa decisa e coriacea. Questa volta non c’è stato bisogno di urlare nei time-out con qualche anno fa, e neanche di fare a cazzotti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy