Eurobasket 2015, la preview: Gruppo D

Eurobasket 2015, la preview: Gruppo D

Commenta per primo!

    BELGIO matthew-lojeski-olympiacos-piraeus-eb14 Probabile quintetto: Sam Van Rossom Matt Lojeski Wen Mukubu Axel Hervelle Kevin Tumba Roster: Punti di forza: Grande intensità difensiva sul perimetro, soprattutto grazie a Mukubu, che garantisce prestanza fisica e intensità; buona difesa in generale (Kevin Tumba ad esempio è stato il miglior stoppatore del campionato belga 2013-2014); Van Rossom inoltre è uno tra i migliori playmaker del vecchio continente e forma con Lojeski un backcourt notevole. Punti di debolezza: Poca sostanza sotto canestro, dove l’inesperto Tumba non può sopperire a tutte le difficoltà dei Belgi, troppi momenti di non-realizzazione, dovuti soprattutto a un tiro non solido dalla lunga distanza. Obiettivo: Il Belgio, al suo terzo europeo consecutivo dopo il periodo di magra nel periodo compreso tra il 1993 ed il 2009 senza aver mai partecipato alla fase decisiva del prestigioso torneo, ha dalla sua un girone decisamente abbordabile in cui, Lituania a parte, può giocarsela con tutti e proverà a SUPERARE IL GIRONE. Pronostico Basketinside: Ottavi di finale REPUBBLICA CECA Probabile quintetto: Tomas Satoransky David Jelinek Pavel Pumprla Bkake Schilb Jan Vesely Roster: Petr Benda, CEZ Nymburk, 203cm, centro Blake Schilb, Galatasaray, 201cm, ala grande Pavel Pumprla, Obradoiro, 200cm, guardia Vojtech Hruban, CEZ Nymburk, 202cm, ala piccola Tomas Satoransky, Barcellona, 201cm, playmaker Jiri Welsch, CEZ Nymburk, 199cm, guardia Jakub Sirina, BK Opava, 186cm, playmaker Lubos Barton, CEZ Nymburk, 202cm, ala piccola David Jelinek, Anwil Wloclawek, 196cm, guardia Pavel Houska, CEZ Nymburk, 203cm, ala grande Patrik Auda, AZS Koszalin, 206cm, ala grande Jan Vesely, Fenerbahce, 211cm, ala grande Punti di forza: L’asse Satoransky-Vesely grantisce fisicità e qualità, inoltre la presenza di veterani come Barton, Benda e Welsch, forse al loro ultimo, europeo dà solidità ad una squadra fresca della naturalizzazione di Blake Schilb, che è un valore aggiunto non da poco. Punti di debolezza: Manca un centro di riserva affidabile di Jan Vesely, che a sua volta non è un 5 puro, inoltre non c’è una difesa solida a lungo andare, debolezza che può creare non pochi problemi man mano che si va avanti. Obiettivo: La Repubblica Ceca non supera i gironi dell’Europeo dall’ormai lontano 1999, obiettivo sfumato due anni fa. Adesso la squadra pare aver definito i ruoli e si giocherà il PASSAGGIO DEL GIRONE con le compagini Estonia e Belgio. Pronostico Basketinside: Ottavi di finale UCRAINA Probabile quintetto: Jerome Randle Olexander Lypovyy Maksym Pustozvonov Stanislav Tymofeyenko Kyrylo Fesenko Roster: Maksym Pustozvonov, Budivelnyk, 200cm, ala piccola Jerome Randle, Eskisehir, 175cm, playmaker Olexander Mishula, Dnipro, 188cm, playmaker Olexander Lypovyy, Budivelnyk, 194cm, guardia Kyrylo Fesenko, Lokomotiv, 216cm, centro Denys Lukashov , Avtodor, 188cm, guardia Maxym Korniyenko, Khimik, 207cm, ala grande Igor Zaytsev, Khimik, 210cm, centro Artem Pustovyi, Obradoiro, 216cm, centro Olexander Sizov, Dnipro, 197cm, ala piccola Stanislav Tymofeyenko, Dnipro, 205cm, ala grande Pavlo Krutous, BC Kyiv, 195cm, guardia Punti di forza: Probabilmente l’unico punto di forza risiede nell’asse play-pivot Randle-Fesenko che porta talento e leadership da una parte, legna e muscoli dall’altra; diffcile riconoscere altre caratteristiche speciali dell’Ucraina. Punti di debolezza: L’abbandono alla guida di Mike Fratello si potrebbe far sentire, inoltre il settore piccoli non è al livello delle altre. Obiettivo: Per l’Ucraina sarà considerato un buon EuroBasket in caso di ALMENO UNA VITTORIA contro squadre più attrezzate e più solide. Pronostico Basketinside: Primo turno Lettonia Probabile Quintetto Dairis Bertans Kaspars Berzins Martins Meiers Kristaps Janicenoks Janis Strelnieks Rosa Completa  Dairis Bertans SG 1.92 09.09.1989 Dominion Bilbao (Spagna) Kaspars Berzins PF 2.11 25.08.1985 Samara (Russia) Janis Blums SG 1.91 20.04.1982 Avellino (Italia) Rolands Freimanis PF 2.10 21.01.1988 Kalev Kramo (Estonia) Kristaps Janicenoks G 1.95 14.03.1983 BK Ventspils (Lettonia) Haralds Karlis GF 1.95 29.04.1991 Valmiera (Lettonia) Martins Meiers FC 2.08 30.03.1991 VEF Riga (Lettonia) Mareks Mejeris F 2.07 02.09.1991 VEF Riga (Lettonia) Zanis Peiners PG 2.04 02.08.1990 BK Ventspils (Lettonia) Janis Strelnieks PG 1.91 01.09.1989 Brose (Germania) Janis Timma SF 2.01 02.07.1992 Zenit San Pietroburgo (Russia) Kaspars Vecvagars PG 1.93 03.08.1993 Zalgiris Kaunas (Lituania) Head Coach:Ainars Bagatskis Assistant Coach:Arturs Stalbergs, Ainars Zvirgzdins, Roberts Stelmahers Punti di forza La Lettonia è una squadra che fa della dimensione fisica sotto canestro e del tiro da fuori i suoi punti di forza. Kaspars Berzins dovrebbe essere il giocatore più importante della squadra: un veterano, ala forte, con buon tiro e buona propensione a rimbalzo. Ha molti giovani e appena tre giocatori sopra i trent’anni, quindi le energie non dovrebbero mancare. Poche altre armi a loro disposizione, i Lettoni useranno il tifo di casa per sollevarsi al di sopra di un talento che pare limitato, ma che li rende comunque degli ossi duri per qualsiasi cliente. Punti deboli Non è una squadra fantasiosa, un buon uso dei fondamentali ma non individualità che li possano portare oltre un onorevole primo turno. Obiettivo

Difficile possano arrivare all’eliminazione diretta e sicuramente non sono i primi candidati per la qualificazione olimpica. Sono la probabile terza forza del girone, dietro Lituania e Ucraina. Puntano a qualificarsi per il secondo turno senza problemi.

Lituania Probabile Quintetto Jonas Maciulis Paulius Jankunas Jonas Valanciunas Mantas Kalnietis Renaldas Seibutis   Rosa Completa Deividas Gailius PF 2.00 26.04.1988 Lietuvos Rytas Paulius Jankunas PF 2.05 29.04.1984 Zalgiris Kaunas Robertas Javtokas C 2.11 20.03.1980 Zalgiris Kaunas Mantas Kalnietis PG 1.95 06.09.1986 Zalgiris Kaunas Antanas Kavaliauskas C 2.07 19.09.1984  Lietuvos Rytas Mindaugas Kuzminskas F 2.05 19.10.1989 Unicaja Malaga Lukas Lekavicius G 1.80 30.03.1994 Zalgiris Kaunas Jonas Maciulis F 1.98 10.02.1985 Real Madrid Arturas Milaknis SG 1.95 16.06.1986 Zalgiris Kaunas Domantas Sabonis C 2.05 03.05.1996 Gonzaga College (NCAA) Renaldas Seibutis GF 1.96 23.07.1985 Darussafaka Dogus (Turchia) Jonas Valanciunas C 2.10 06.05.1992 Toronto Raptors Head Coach: Jonas Kazlauskas Assistant Coach: Gintaras Krapikas, Darius Maskoliunas, Benas Matkevicius Punti di forza La Lituania arriva da una finale a Eurobasket 2015 e in casa promette di ripetere le imprese di due anni fa’. Costruita intorno a Jonas Valanciunas, il centro star dei Toronto Raptors, si presenta in ogni ruolo completa, profonda e piena di talento. Forti sotto canestro, ottimi tiratori e passatori, i Lituani sono tradizionali protagonisti di tutte le competizioni europee. Dopo aver formato con i Lettoni la spina dorsale delle grandi nazionali sovietiche, oggi che sono indipendenti sono pronti a mettere in campo tutta la dose di talento a disposizione. Quest’anno esordisce in nazionale un nome noto: Donantas Sabonis; cognome che è una benedizione e una maledizione cestistica da portare, come Merckx nel ciclismo. Punti deboli Nessuna squadra è immune da punti deboli. Per i lituani il problema consiste nel dover fare a meno di Motlejunas e Martynas Potius, oltre a perdere contemporaneamente l’esperienza dei gemelli Lavrinovic. Valanciunas si dovrà abituare a un basket europeo in cui l’area è molto popolata da gente molto grossa, magari meno atletica dei pari ruolo americani, ma ugualmente arcigna da battere. Obiettivi La Lituania è oggettivamente subito dietro a Spagna e Francia nel novero delle favorite, un passo avanti a Grecia e Turchia. Qualsiasi risultato meno di una SEMIFINALE sarebbe probabilmente visto come un fallimento. A livello di girone, forse solo l’Ucraina e la Lettonia sono dei test probanti. kangur Estonia Probabile quintetto Kristjan Kangur Joosep Toome Reinar Hallik Tanel Sokk Gert Dorbek Rosa completa Gregor Arbet SF 1.95 19.06.1983 Kalev Kramo (Estonia) Gert Dorbek SG 1.93 10.06.1985 Tartu Rokk (Estonia) Reinar Hallik C 2.08 05.01.1984 Rakvere Tarvas (Estonia) Kristjan Kangur SF 2.01 23.10.1982 Varese (Italia) Erik Keedus PG 1.97 27.04.1990 Kalev Kramo (Estonia) Tanel Kurbas SG 1.98 08.05.1988 Tartu Rock (Estonia) Sten Sokk PG 1.81 14.02.1989 Dinamo Mosca (Russia) Tanel Sokk PG 1.88 20.01.1985 Tartu Rock (Estonia) Janar Talts PF 2.07 07.04.1983 Tartu Rock (Estonia) Joosep Toome PF 2.08 21.06.1985 Tartu Rock (Estonia) Rain Veideman SG 1.92 01.10.1991 Kalev Cramo (Estonia) Siim-Sander Vene SF 2.03 12.11.1990 Zalgiris Kaunas (Lituania) Head Coach: Tiit Sokk Assistant Coach: Alar Varrak, Andres Sober, Rait Kabin Punti di forza L’Estonia ritorna agli europei dopo quattro edizioni, con una squadra di molta esperienza e poco più. Senza grosse individualità, la squadra si affida a una difesa arcigna e un gioco d’attacco che massimizza il tiro da fuori. Kangur e Siim-Sanders dovrebbero fornire i punti e la variabilità in attacco che tirerà fuori la squadra dai problemi, ed è tutto un dire… Punti Deboli Squadra non giovane, di esperienza, con tutti i limiti che questo comporta. Non hanno grossa stazza fisica e tecnicamente sono ordinati ma senza squilli. Obiettivo Competono con Belgio e Repubblica Ceca per il QUARTO POSTO NEL GIRONE.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy