EuroBasket 2017 – Semifinali: Serbia, vittoria col brivido. Alla Russia non basta Shved

EuroBasket 2017 – Semifinali: Serbia, vittoria col brivido. Alla Russia non basta Shved

I ragazzi di Sasa Djordjevic raggiungono la finale contro la Slovenia grazie al 79-87 sulla Russia in semifinale. Decisivi Bogdanovic e Marjanovic, ai russi non basta un super Shved autore di 33 punti.

Commenta per primo!

Russia 79 – 87 Serbia (20-25; 34-48; 57-66)

Alla Sinan Erdem Arena Russia e Serbia si giocano il secondo posto per la finale di EuroBasket 2017 dove ad aspettare c’è la Slovenia di Doncic e Dragic. I russi sono stati spinti fin qui da Shved che ha letteralmente piegato la Greci ai quarti, mentre i ragazzi di Sasha Djordjevic hanno superato con merito l’Italia e puntano dritti all’ultimo atto della competizione dopo l’argento al Mondiale 2014 e alle Olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016.

Cronaca

Ad inizio gara la Serbia parte bene e apre lo score fino allo 0-5 con la nazionale russa che ha bisogno di due minuti per muovere la retina con Vorontsevich. Nonostante la Russia riesca a passare in vantaggio sul 8-6 è la Serbia a tenere in controllo il match, con Bogdanovich che spinge i suoi fino al +6 al 6’. Shved è un uomo solo al comando, mette dentro sette punti consecutivi per i suoi e riesce a riassestare il match sul -1, 15-16, a quasi tre minuti dalla fine del primo quarto. La gara cammina sul filo dell’equilibrio fino all’ultimo minuto quando la Serbia Milosavljevic e Micic riesce a trovare un po’ di distanza. Dopo 10 minuti il punteggio è 20-25 in favore dei ragazzi di Djordjevic.

Nel secondo quarto la Russia riesce a rimanere attaccata al match con Khostov e Shved e al minuto numero 13 la gara si assesta sul +2 serbo, 26-28. Ma da qui arriva il pazzesco break da 0-14 per la Serbia che si apre con il canestro di Bogdanovic, prosegue con l’alley-oop sull’asse Jovic-Bogdanovic, si alimenta con la rubata e l’appoggio di Bogdanovic e si chiude con il canestro di Macvan per il 26-42. In mezzo la Russia riesce solo a chiamare due time-out e a sbagliare tutto ciò che è umanamente possibile in attacco. Al 16’ si risveglia la squadra in maglia bianca con la tripla di Khostov e due buone penetrazioni di Shved, ma la Serbia non si lascia intimidire e tiene il vantaggio grazie a Marjanovic, autore anche di un assist clamoroso da sotto, Lucic e Bircevic. Si arriva alla pausa lunga sul 34-48 in favore della Serbia.

Al rientro dagli spogliatoi la Serbia controlla il gioco, risponde con Bogdanovic e Kuzmic ai tentativi di rimonta guidati da Vorontsevich e Shved per il +16, 37-53, al 23’. Il dominio serbo sembra non poter subire contraccolpi, l’alley-oop sull’asse Jovic-Lucic vale il 41-57 e il segno che la partita è incanalata verso i binari della squadra di Djordjevic. La Russia, però, butta il cuore oltre l’ostacolo e riesce a piazzare un break da 12-0 aperto dalla bomba di Shved e chiuso dalla tripla dall’arco di Vorontsevich per il 52-57 al 27’. Milosavljevic toglie le castagne dal fuoco ai suoi, anche se Djordjevic nel finale di quarto è costretto a rinunciare a Jovic per infortunio. La Russia vuole giocarsela negli ultimi dieci minuti, l’ultimo canestro è la schiacciata di Kurbanov ben servito da Shved, alla Sinan Erdem Arena il punteggio è 57-66.

L’ultimo parziale si apre con un 4-0 della Russia nei primi sessanta secondi per il -5, ma nella Serbia risponde Kuzmic dall’arco per il 61-69 al 32’. Guduric compie una sciocchezza con un tecnico che vale quattro punti alla Russia, ma dall’altra parte c’è un regale Bogdan Bogdanovic che regala il nuovo +6 ai suoi, al 34’ è 65-71. La Serbia prova ad allungare in maniera decisiva ma i russi sono di un altro parere, arrivano i canestri di Shved e Zubkov che schiaccia in contropiede, al 35′ è 70-75. A differenza dei possessi precedenti Bogdanovic sbaglia due conclusioni e allora arriva la punizione di Shved che trova la bomba dall’arco per il -2 a quattro minuti dalla fine con Djordjevic costretto a chiamare time-out. Le due squadre forzano molto in attacco, questo favorisce il controllo della Serbia che trova a 1:44 dalla fine la tripla del +7 firmato Bogdan Bogdanovic che, nel possesso successivo, regala una perla con lo step-back del 76-83. La Russia cerca un miracolo ma non lo trova, alla Sinan Erdem Arena finisce 79-87 con la Serbia che si giocherà la finale contro la Slovenia di Doncic e Dragic.

MVP BasketInside: Bogdan Bogdanovic (24 punti, 3 rimbalzi, 4 assist)

Tabellino

Russia: Shved 33, Baburin, Fridzon 3, Ivlev, Antonov, Zubkov 6, Khostov 10, Mozgov 11, Vorontsevich 14, Kulagin D., Kulagin M., Kurbanov 2

Serbia: Macvan 4, Bogdanovic 24, Lucic 13, Milosavljevic 7, Bircevic 2, Stimac, Lazic, Micic 5, Guduric 3, Jovic 8, Kuzmic 3, Marjanovic 18

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy