Eurobasket, Gir. A: la Russia si congeda con onore dal torneo

Eurobasket, Gir. A: la Russia si congeda con onore dal torneo

Commenta per primo!
eurobasket2015.org

BOSNIA-HERZEGOVINA 61-81  RUSSIA (22-12; 31-31; 50-55)

La Russia, con un ottimo secondo tempo, conquista la prima vittoria, che coincide anche con l’ultima partita, del suo Eurobasket. Lo spettacolo, come poteva far presagire la classifica delle due squadre, ha latitato per gran parte della partita, soprattutto nel primo tempo dove la Bosnia aveva dato l’impressione di poter portare a casa il secondo successo del suo europeo, salvo essere travolta negli ultimi venti minuti.

LA CRONACA – L’avvio di partita non offre uno spettacolo esaltante ai pochi spettatori presenti a Montpellier. La Russia con Monia e Vorontsevich prende vantaggio con un 5-0 di parziale. Vrabac e Stipanovic sono l’anima del contro parziale di 11-0 bosniaco costruito principalmente nell’area avversaria e dalla lunetta. Kurbanov prova a cambiare l’inerzia del match ma Vrabac e Sutalo portano la Bosnia vicina alla doppia cifra di vantaggio sul 16-7 e costringono Pashutin ad un immediato timeout. Al ritorno in campo la facilità con cui la Bosnia arriva vicino a canestro non sembra essere cambiata ed il suo vantaggio sale fino al +13 sul 22-9. Monia, sulla sirena di fine primo quarto, realizza la tripla del -10 Russia sul 22-12.
Kurbanov, Vorontsevich e Khvostov realizzano il 7-0 di parziale russo che, ad inizio secondo quarto, porta la formazione di Pashutin fino al -3(22-19) e che costringe la panchina bosniaca al timeout dopo il quale Vorontsevich, con cinque punti in fila, porta la Russia al sorpasso sul 24-22. In questa fase di match si segna pochissimo e la Russia non riesce a prendere il largo, anzi, è la Bosnia ad accumulare un piccolo vantaggio che nel finale di quarto viene annullato dalla Russia, infatti, il primo tempo si chiude sul 31-31.

In avvio di terzo quarto le triple di Fridzon e Vorontsevich portano la Russia al suo massimo vantaggio di ei punti sul 37-31. La Bosnia reagisce ma la Russia riesce comunque a mantenere la testa del match e a ritrovare il +6 sul 44-38. Kikanovic e Stipanovic ricuciono nuovamente lo strappo russo e portano la Bosnia a -2 (44-42). In questa fase di partita di partita si assiste, con il ritmo e le percentuali al tiro che si alzano, ad un botta e risposta che fa sì che la distanza nel punteggio tra le due formazioni non cambi notevolmente. Il finale di quarto vede la Russia condurre per 55-50.

La Russia prova a chiudere i giochi fin dall’inizio dell’ultimo periodo di gioco ma Stipanovic, con due viaggi in lunetta, glielo impedisce. Zubkov mette a segno un paio di giocate importanti ma è Fridzon ad essere l’artefice del tiro libero, frutto di un fallo tecnico chiamato contro la Bosnia, che vale la doppia cifra di vantaggio alla Russia sul 63-53. La Bosnia prova a restare attaccata alla partita con i tiri liberi ma la Russia è più efficace in attacco e, con la bomba di Antonov, trova il +16 sul 70-54. Dopo il timeout bosniaco inizia una fase di match dove si ritorna a segnare poco e lo si fa solamente dalla lunetta, infatti, i primi canestri dal campo dopo la tripla di Antonov arrivano da Zubkov a poco più di 2’ dalla sirena finale e, portando la Russia a +19 (76-57), chiudono la partita. Il finale è di 81-61 in favore della Russia.

MVP Basketinside: Zubkov (17 pt, 5 rimbalzi e 3 assist)

BOSNIA-HERZEGOVINA: Stipanovic 22, Kikanovic 14, Vrabac 8, Sutalo 8, Gordic 4, Buza 3, Bavcic 2,

RUSSIA: Zubkov 17, Fridzon 16, Vorontsevich 15, Antonov 11, Ponkrashov 7, Monia 6, Kurbanov 4, Khvostov 3, Vyaltsev 2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy