Eurobasket, Gir. B: Miracolo Italia, Spagna sotterrata da Gallo e Beli

Eurobasket, Gir. B: Miracolo Italia, Spagna sotterrata da Gallo e Beli

Commenta per primo!

Spagna – Italia (20-19; 45-42; 63-73)

L’Italia vince la sua seconda partita, questa volta contro l’Invincible Armada di Sergio Scariolo, quella Spagna che spaventammo anche agli ultimi Europei. Decisivi un’impressionante Marco Belinelli al tiro e un solidissimo apporto offensivo da parte di Danilo Gallinari e di tutta la banda di Simone Pianigiani. Finisce 105-98 per la selezione azzurra, che affronterà domani la Germania di Dirk Nowitzki.

CRONACA:

La terza partita degli azzurri inizia con un turnover spagnolo, con gli iberici che permettono all’Italia di partire subito forte grazie a due canestri del Mago. Il Gallo illude l’Italia creandosi un piccolo tesoretto, ma Ribas è implacabile da fuori e segna 2 triple che riportano in vantaggio la squadra di Scariolo. La Spagna sembra in palla, ma il foul and one di Bargnani riporta tutto in discussione sul 15-14 spagnolo al 7° minuto.Nel finale del primo periodo, gli azzurri ribaltano l’inerzia con il parziale di 5-0 concluso con la tripla del Mago (18-19). Il primo quarto finisce 20-19 per le Furie Rosse che trovano il vantaggio sullo scadere con un incontenibile Pau Gasol.

Il secondo quarto è aperto da un canestro di Aradori, subito annullato da Willy Hernangomez. In questa fase della gara Gentile è destinatario di molti palloni in attacco, e al 12′ sfodera una bomba che fa schizzare di nuovo in alto la squadra di Pianigiani (24-26). Gallinari entra di prepotenza con 3 punti in penetrazione con l’and-one del +5, ma la Spagna risponde con Reyes e Hernangomez. Entra quindi nel vivo del gioco il Cagnaccio Pietro Aradori, che si inventa uno stepback dall’angolo valido per il +3 azzurro. E’ ancora Pietro a segnare 3 punti in lunetta ma la Spagna non morde la polvere e col solito Reyes ricuce le distanze a una sola lunghezza. Gasol segna il 35-34 sfruttando la difesa di un Bargnani in difficoltà a  tenere il campione di Chicago. Hackett lascia il campo e la Spagna ne va approfittando con il +3 firmato Llull. Il primo tempo scema sul tiro sbagliato di Alessandro Gentile, che consegna i primi due quarti della sfida agli archivi, sul risultato di 45-42 per la selezione ispanica.

Il secondo tempo inizia con lo splendido uno contro uno del Mago che risponde alla penetrazione di Ribas, poi il Beli viene mandato in lunetta e mette i due  liberi del -1. L’Italia torna avanti con due splendide triple del solito Belinellii che porta gli azzurri sul 47-52. C’è qualcosa di magico nell’aria di Berlino per i nostri ragazzi: Belinelli si fa carico di altri tiri coraggiosi e ci porta a un impensabile +10, fermando il risultato sul 47-57.
Ale Gentile cade in tentazione e protesta dopo il fallo commesso su Gasol: liberi e tecnico permettono agli iberici di limare tre piccole ma fondamentali distanze. Gallinari ridà inerzia alla squadra segnando un canestro impossibile e conquistandosi il libero, risultato:+8 azzurro dopo un 5-0 di parziale firmato Rudy.

La Spagna torna sotto di 4 ma una magia del Gallo per Cusin (schiacciata e fallo) stampa il risultato sul 63-70, che poi diventa 63-73 quando Belinelli segna il buzzer beater ancora da 3 punti.
Bargnani dal mezzoangolo segna il +12 di apertura quarto, mentre San Emeterio accorcia promettendo battaglia in quelli che potrebbero essere 10 minuti storici. Belinelli tira fuori un’altra cannonata delle sue, e i suoi missili (con quelli del Gallo) colpiscono l’Invincible Armada, sotto di 13 al terzo minuto dell’ultimo periodo. A 4 minuti dalla fine Cusin esce per falli, ma ci pensa Gallinari a tenere alto il banco con due punti in attacco e due punti negati in difesa (81-91). Anche il Mago lascia la partita per falli, ma l’Italia regge botta e conduce di 9 a 44 dalla fine, sul risultato di 90-99.La lotteria dei liberi non premia la squadra di Scariolo e i nostri azzurri c’entrano il miracolo: finisce 98-105 per gli azzurri. Il sogno è diventato realtà.

SPA: Gasol 34, Fernandez 7, Rodriguez 4, Hernangomez 6, Ribas 8, Reyes 9, Claver, San Emeterio 8, Llull 9, Aguilar, Mirotic 13, Vives NE.

ITA: Della Valle NE, Belinelli 27, Aradori 11, Gentile 13, Gallinari 29, Bargnani 18, Cusin 3, Melli 4, Cinciarini, Melli, Polonara NE, Hackett.

MVP BASKETINSIDE.COM: Danilo Gallinari

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy