EuroMaxiBasket – Ai ‘Bucci Old Boys’ un derby da applausi, 70-68

Al termine di una battaglia esaltante, combattuta senza risparmio dalle due squadre in campo, gli azzurri Over 50 di Ponzoni l’hanno spuntata per 70-68 su quelli di estrazione bolognese, vicecampioni del mondo in carica.

Commenta per primo!

Di Mario Natucci

Al termine di una battaglia esaltante, combattuta senza risparmio dalle due squadre in campo, gli azzurri Over 50 di Ponzoni l’hanno spuntata per 70-68 su quelli di estrazione bolognese, vicecampioni del mondo in carica. Tutte e due le formazioni hanno onorato il basket italiano e sono da accomunare in un grande applauso. La tecnica è stata in parte messa talora in secondo piano da un agonismo tirato al massimo e dall’inevitabile tensione propria di un derby, ma lo stesso agonismo è stato un vero spettacolo, con gli azzurri guidati in campo da uno straordinario Angeli a meritarsi un battimani supplementare per la difesa che hanno esibito e che ha messo in seria difficoltà i ‘Bucci Old Boys’.

Capone con 23 punti e Angeli con 32 meritano il titolo di MVP da dividersi equamente. A Capone va in più la soddisfazione di proseguire con la sua squadra la strada verso il podio, con un cammino non facile: domani devono affrontare un altro derby contro l’Italia C, di estrazione romana, e dovranno ancora immergersi nell’atmosfera acre delle sfide fra connazionali. Chi la spunterà dovrà poi affrontare in finale la Serbia, che in casa sua ha allestito uno squadrone, completo e agguerrito in ogni reparto.

Applausi, dicevamo. Ci sono stati davvero. Di solito alle partite delle competizioni internazionale del maxibasket assistono pochi spettatori. Questa volta invece si sono fermati in parecchi a gustarsi la sfida fra Italia A e Italia B: giocatori, giocatrici e allenatori di altre nazioni, tutti intenditori. Tutti hanno decretato alla fine il loro gradimento con un lungo, nutrito, riconoscente applauso. L’Italia A diretta in panchina da Gambini è scattata subito in avanti con un imperioso 8-0. Poi l’Italia B ha superato la tensione e, diciamolo pure, il timore derivante dalla sconfitta subìta un anno fa, e si è portata in avanti 18-11, trascinata dalle bombe di Capone e Boni e dal mestiere di Venturi in area. Punti sul vivo Gianni, Angeli, Silvestrin e compagni, si sono riavvicinati chiudendo il primo quarto sotto di due (22-20). Per il resto della partita il punteggio è stato sostanzialmente in equilibrio, con i ‘Bucci Old Boys’ che tentavano l’allungo, ma che ogni volta venivano fermati dalla difesa spietata, al limite del fallo ma corretta, dell’Italia A; e da Angeli, naturalmente, che colpiva con bordate e tiri liberi. 36 a 30 il punteggio per l’Italia B al riposo. Nel terzo quarto si sono messi in luce per l’Italia B  Tirel, Boni Esposito, che hanno dato una mano a Capone, e per l’Italia A Morandotti, Calcagnini e Sbaragli. Terzo quarto chiuso 50-46 a favore dell’Italia B.

Nell’ultimo quarto, con la tensione alle stelle, Capone e Esposito riportano avanti l’Italia B. Sul punteggi0 di 54-48 a loro favore i ‘Bucci Old Boys’ hanno provato ad allungare, ma un fallo antisportivo su Morandotti, dà all’Italia A l’occasione di riportarsi sotto. A tre minuti dalla fine una bomba di Tirel dà il massimo vantaggio all’Italia B. Finita? Manco per idea, Angeli reagisce da campione, si carica sulle spalle i suoi e a forza di tiri liberi riduce lo svantaggio. Mancano secondi, l’Italia B è avanti di 5, coach Gambini chiama il time-out, e Angeli manda a bersaglio a fil di sirena il tiro da tre che fissa il punteggio finale, 70-68. Gragnuola di applausi per la lezione di basket regalata agli spettatori.

 A proposito di regali, con i suoi 23 punti Capone ne ha fatto uno per Mario Boni, che compie oggi  52 anni, e Riccardo Esposito, che ne ha compiuto 50 l’altro ieri. Omaggio graditissimo, ovviamente. Domani in semifinale altro derby con l’Italia C, che ha ranta voglia di fare sorprese e sgambetti. Ecco i suoi giocatori: Pierluigi Giordano e Umberto Acerbi (1-2), Claudio Brunetti (giocatore 3-4 e coach), Stefano Donato (2-3), Saverio Celenza e Claudio Viscardi  (3-4), Alex Carusqo e Domenic Cefis (4-5), Roberto “Serpentone” Tortù (5)
Ecco infine il tabellino con le marcature delle die Italia nel derby:

ITALIA B – ITALIA A 70-68 – (22-20; 36-33; 50-46; 70-68)

Italia B: Boni 23, Sbarra, Noli 7, Capone 23, Solfrini, Esposito 8, Tirel 6, Bullara 5, Bargna, Venturi 6, Carera 2, Sacripanti- Coach Azzarito e Anzini

Italia A: Morelli 4, Angeli 32, Gianni 8, Lella, Zonca 6, Tubertini, Silvestrin 4, Morandotti 3, Calcagnini 7, Sbaragli 4, Gherardi . Coach: Gambini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy