Italia-Germania: le pagelle

Italia-Germania: le pagelle

Commenta per primo!

Ancora deludente sconfitta per gli azzurri, che sembrano sempre più lontani dal passaggio del turno, obiettivo minimo ad inizio europeo. Una partita che per 35 minuti è stata tutto sommato sufficiente ma che negli ultimi 5 minuti è diventata quasi tragica, visto il parziale piazzato dai tedeschi. Il problema è generale, dal coach alla squadra davvero pochissimi elementi raggiungono la sufficienza. Andiamo a scoprire chi, con le pagelle.

Maestranzi, Datome, Renzi: N.E.

Carraretto 5: non si prende tiri, un paio di falli inutile. Partita senza infamia né lode.

Mancinelli 6.5: un paio di forzature con il gancio e da fuori, ma quando l’Italia ha bisogno di lui c’è sempre, tranne nel finale, quando si unisce alla deriva generale della squadra.  Mentre Nowitzki dominava, il Mancio ruba 2 palloni allo stesso leader dei Mavs e gli segna un gancio in faccia. Una delle poche note positive di oggi.

Bargnani 4.5: dovrebbe essere il leader offensivo di questa nazionale, invece segna appena 8 punti e tira col 21% dal campo. Assolutamente insufficiente per uno che in NBA ha scollinato sopra i 20 di media in stagione regolare.

Gallinari 7: doppia doppia per il Gallo, che ci mette sempre intensità e voglia, nonostante una caviglia alquanto malandata. Troppi errori al tiro da 2 punti, ma spesso e volentieri quegli errori erano accompagnati da falli che valevano 2 tiri liberi. MVP per l’Italia se ce ne può essere uno.

Mordente 5.5: in campo troppo poco per ottenere la sufficienza. Anche lui come Carraretto partita senza lode né infamia, forse qualcosa in più rispetto al senese.

Cinciarini 4: gioca poco e fa tanti danni. 2 falli sul tiro evitabili che hanno regalato ben 4 punti agli avversari. Inoltre qualche errore di impostazione e 0 punti. Prova al di sotto delle sue capacità.

Belinelli 5: forza tanti tiri, forse stasera si contiene un po’. Da due la mette quasi sempre, da 3 la percentuale è nettamente deficitaria. Qualche palla persa di troppo, quando porta palla il gioco è nettamente rallentato.

Cusin 5: come Carraretto e Mordente: gioca poco, non fa niente di particolarmente positivo.

Hackett 6.5: Ci mette il cuore e la grinta. Segna anche una tripla importante. Lascia spesso l’avversario sul posto e gestisce bene la palla. Inoltre ha sempre vantaggio fisico sul diretto avversario.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy